Che materia stai cercando?

Lipidi e lipoproteine

Appunti di Metodologia Clinica del prof. Nassi sui lipidi e lipoproteine: lipidi plasmatici, ultracentrifugazione, elettroforesi, Via esogena ed endogena delle lipoproteine, rischio cardiovascolare, potenziale aterogeno delle lipoproteine plasmatiche, dosaggio del colesterolo.

Esame di Metodologia Clinica docente Prof. A. Nassi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LIPIDI PLASMATICI

• Trigliceridi.

• Glicerolo esterificato con gli acidi grassi, (saturi o

insaturi). Ac.grassi poliinsaturi essenziali: così definiti

perchè il corpo umano non li può sintetizzare, si

l’alimentazione

introducono infatti solo con

• Colesterolo, (libero o esterificato)

• Componente delle membrane biologiche in cui si

inserisce a livello del doppio strato fosfolipidico.

Precursore di sali biliari, ormoni steroidei, Vit. D.

Fosfolipidi.

Sono esteri del glicerolo con due molecole di acido

grasso ed una molecola di acido fosforico.

Molecole anfotere: formate da una estremità idrofobica

ed una idrofila (gruppo fosforico).

Le lipoproteine

Complessi globulari di elevato peso molecolare che hanno il compito

di trasportare, attraverso i fluidi corporei, i lipidi che essendo non polari

(cioè privi di cariche elettriche) non sarebbero altrimenti miscibili nel

plasma.

• CORE: TG e colesterolo

MANTELLO PERIFERICO: fosfolipidi e colesterolo

APOLIPOPROTEINE: presentano regioni amfipatiche, una parte

idrofobica si addentra nel nucleo della lipoproteina, mentre quella

l’ambiente

idrofilica è a contatto con acquoso esterno con diverse

funzioni:

• stabilizzazione della molecola lipoproteica

• cofattore di importanti enzimi

• ligando per gli specifici recettori cellulari delle varie lipoproteine.

Tutte le lipoproteine hanno un versante esterno la cui idrofilicità è dovuta alla

sezione polare di colesterolo libero, fosfolipidi e apolipoproteine e un nucleo

idrofobo per la presenza di lipidi quali trigliceridi ed esteri del colesterolo

• Medicina di Laboratorio Federici

FRAZIONAMENTO DELLE

LIPOPROTEINE:

ULTRACENTRIFUGAZIONE

Champe et al. Le basi della Biochimica - Zanichelli

FRAZIONAMENTO DELLE LIPOPROTEINE:

ELETTROFORESI

•Sono distinte in base:

- mobilità elettroforetica

- densità (Kg/L)

Composizione %

Col TG PL Proteine

Chilomicroni 3-7 80-90 5-9 2 (B )

48

VLDL 10-20 50-80 15-20 5-10 (B , CI, II III)

100

LDL 45 6-10 20-24 21-23 (B )

100

HDL 18-25 3-5 18-30 40-55 (AI)

Le proteine contenute nelle lipoproteine plasmatiche sono dette

“Apolipoproteine” e sono designate secondo una nomenclatura alfabetica.

Via esogena ed endogena delle lipoproteine

FEGATO

INTESTINO Remnants

chilomicroni

Chilomicroni (Col, PL)

(Tg, Col, PL) VLDL

LPL (Tg, Col, HDL

PL)

LPL

Demolizione Tg (PL)

IDL

Acidi grassi LDL

(Col) HDL

TESSUTI VARI (Col, PL)

Acidi grassi Colesterolo


PAGINE

22

PESO

569.24 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Metodologia Clinica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Nassi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Metodologia clinica

Esame delle feci
Appunto
Metodologia Clinica - Programma
Appunto
La funzione dei reni
Appunto
L'Emostasi
Appunto