Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

John Gay (1685­1732) è stato un poeta e un drammaturgo britannico. Rimasto orfano all’età di 10 anni, è accudito dallo zio

che lo manda a Londra a lavorare per un mercante di seta ma presto ritorna dallo zio e nel 1708 scrive la sua prima opera ‘’Il

vino’’. Gay fu amico di Pope e Swift e scrisse alcune composizioni satirico­burlesche, interessanti perché forniscono un quadro

rappresentativo della società settecentesca. ‘’Trivia, or the art of walking the streets of London’’ è una poesia urbana che

presenta elementi eroicomici ed è un animata e realistica rappresentazione della vita nelle strade di Londra. La ricostruzione

settecentesca di Londra, in seguito al Great Fire, come metropoli moderna, città dinamica e in ascesa, è mostruosa, seducente

e repellente insieme. Essa è luogo di violenza e perdizione ( la grande prostituta) ma è anche la metropoli esaltante della

finanza e del commercio. Ma l'opera a cui Gay deve la sua fama è The beggar's opera (L'opera del mendicante, 1728) divisa in

3 atti e poi ripresa e sviluppata da Bertolt Brecht con il nome di ‘’L’opera da tre soldi’’. L’opera debuttò per la prima volta al

Lincoln’s Inn Fields Theatre ed ebbe talmente tanto successo che fu denominata l’opera teatrale più famosa del 18esimo

secolo. È una satira nei confronti della politica, dell’ingiustizia, della povertà e della corruzione che caratterizzava tutte le

classi sociali. Essa è uno scoronamento dell’opera pastorale in cui al posto di pastori, pastorelle e scene di pace, appaiono

ladri, delinquenti, prostitute e il malfamato quartiere londinese di Newgate.

Anche Swift (1667­1754) è autore di satire come ad esempio ‘’The batte of the books’’. In quest’opera Swift parla della

battaglia fra antichi e moderni con un registro eroicomico perché la controversia letteraria è presentata come una battaglia di

cui però non si sa l’esito a causa del manoscritto danneggiato. La fama di Swift è legata soprattutto a ‘’Gulliver’s travels’’

pubblicato nel 1726. Il testo è diviso in 4 parti. Nella prima parte il protagonista, Gulliver, a causa di un nubifragio si trova

sull’isola di Lilliput abitata dai lillipuziani. Il mondo dei lillipuziani richiama la vita politica inglese e le controversie tra i

partiti politici. Nella seconda parte Gulliver è lasciato per caso sulla spiaggia di Brobdingnam dove gli abitanti e tutto ciò

che lo circonda è di dimensioni esagerate e anche qui l’Inghilterra è fatta oggetto di satira perché il re di Brobdingnam dopo

essersi informato sugli usi, i costumi e la politica inglese la giudica pessima e disgustosa. Nella terza parte Gulliver visita

l’isola di Laputa e la capitale Lagado e attraverso la loro descrizione attacca i filosofi, i storici e gli scienziati mettendo in

ridicolo i loro esperimenti. Nell’ ultima parte viene presentato il paese degli Houyhnhnms, cavalli dotati di ragione il cui

mondo è ordinato e pulito in contrasto con quello sporco degli Yahoos, esseri in forma di uomini ma in realtà disgustosi

animali nei quali Gulliver riconosce i vizi e le cattiverie dell’umanità tanto che una volta ritornato in Inghilterra non riesce

nemmeno più a vivere con la famiglia.

Il romanzo è il genere con cui il settecento inglese viene maggiormente identificato. Esso si divide in novel che è un racconto

di tema amoroso, con personaggi realistici, situazioni quotidiane e eventi possibili, mentre, il romance è di carattere fantastico

e quindi molto distaccato dalla realtà e dall’esperienza comune. I romanzi sono focalizzati sempre sul problema dell’identità

dell’individuo e nei suoi rapporti con la società che da un lato lo schiaccia e dall’altro lo spinge a migliorarsi in un mondo in

continua trasformazione in cui lui può far valere le sue qualità e i suoi meriti. I romanzi possono essere storici, biografici o

viaggiatori. Il racconto di viaggio è spesso collegato al gran tour che segnava il passaggio alla maturità e infatti esso può

essere picaresco oppure di tipo utopico. Il viaggio, infatti, è il tema centrale di ‘’Robinson Crusoe’’ di Daniel Defoe. Defoe

nacque a Londra e viaggiò moltissimo, forse anche in Italia. Era un autore di grande versatilità, come dimostra la sua grande

produzione che spazia dal giornalismo perché fondò il periodico ‘’The Review’’, alla narrativa di viaggio. La sua fama è

dovuta soprattutto ai suoi sei romanzi, di cui il primo fra tutti, anche cronologicamente, è ‘’Robinson Crusoe’’. Esso è basato

sulla storia vera di Alexander Selkirk che a causa di alcuni disguidi con il capitano della nave su cui si trovava venne lasciato

sull’isola disabitata di Juan Fernandez, da dove venne riportato in patria 5 anni dopo. ‘’Robinson Crusoe’’ è diviso in 3

parti. La prima parte tratta della partenza di Robinson all’ età di 19 anni e che dopo varie avventure arriva in Brasile dove

diventa il proprietario di alcune piantagioni. Un giorno mentre era in viaggio per l’Africa alla ricerca di schiavi per lavorare

le sue piantagioni, naufraga su un’isola deserta dove resta per 28 anni. La seconda parte è una sorta di diario dove Robinson

racconta tutte le sue esperienze sull’isola,del salvataggio di un uomo che lui chiama Friday a cui insegna l’inglese e la sua


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

3

PESO

37.57 KB

PUBBLICATO

9 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue, letterature e culture dell'Europa e delle Americhe
SSD:
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ulisse1234 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura inglese I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli L'Orientale - Unior o del prof Laudando Carmela Maria.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura inglese i

Letteratura Inglese I: metà 700 (autori e opere)
Appunto
Letteratura Inglese I fine 700-inizio 800 (autori e opere)
Appunto
Letteratura Inglese I Età vittoriana (autori e opere)
Appunto
William Shakespeare's Great Tragedies
Dispensa