Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

In quest’opera viene evidenziato come l’evoluzione dei costumi culinari si sia modificata nel tempo,in relazione ai

travagli politici e come,quindi,il regime comunista sia riuscito ad invadere la sfera privata dei

cittadini,condizionandone perfino il rapporto con la cucina.

capitolo 4 - Il ritorno dell’influsso occidentale.

Diciamo che l’evoluzione letteraria avvenuta dopo la morte di Mao Zedong prende avvio all’inizio degli anni ’80 ,

quando , grazie all’allentamento della pressione politica e alla facilità con cui si potevano rintracciare traduzioni di

opere occidentali , i cinesi iniziarono a studiare le forme letterarie utilizzate in Occidente,al fine di rinnovare una

letteratura attaccata ad una tradizione di stampo social-comunista,sulla scia di quella presente nei paesi sovietici e

comunisti.

Guo Xingjian,famoso drammaturgo,scrittore e traduttore nel 1981 pubblica Xiandai xiaoshuo jiqiao chutan o Primo

saggio sull’arte del romanzo moderno. L’opera ricevette critiche positive da Wang Meng (divenuto poi Ministro della

Cultura nel 1985),tuttavia arrivarono anche quelle negative dopo l’evento di Piazza Tian’anmen nel 1989. Dal 1981

al 1983 la vita letteraria cinese è agitata dalla questione del “modernismo”.Questa nuova questione fornisce

l’occasione per far conoscere le maggiori correnti occidentali “moderne” e scrittori e filosofi di tutto il mondo.Tale

movimento riesce a sopravvivere anche a quello contro la “contaminazione spirituale”del 1964 che era nato,per

l’appunto,per frenare questa tendenza. Guo Xingjian sosteneva infatti che questo movimento fosse incentrato solo

sulla questione letteraria e che eludeva qualsiasi altro tipo di implicazione politica,religiosa,morale.

Ovviamente le tecniche di scrittura modernista non vennero usate solo nella produzione romanzesca ma anche

all’interno della produzione teatrale. Il teatro parlato (in opposizione a quello cantato dell’Opera di Pechino) ebbe i

suoi esordi negli anni ’20,sotto l’influsso di quello occidentale,e successivamente subì l’influenza sovietica e del

realismo socialista. Nel 1983 Gao Xingjian portò in scena Fermata d’autobus che fu subito vietato,ma che divenne

la prima opera teatrale sperimentale ad essere rappresentata nella Cina continentale. Esso metteva in scena otto

personaggi che rappresentavano la società cinese ,in attesa di autobus che non arriva mai.

IL FLUSSO DI COSCIENZA

Si è soliti citare Wang Meng come uno dei prima autori “modernisti”. Egli dal 1976 è uno degli scrittori cinesi più

prolifici;scrive articoli di critica letteraria,novelle,romanzi,reportage…. Si potrebbe dire che Wang Meng abbia

introdotto il “flusso di coscienza”nella letteratura cinese (anche se Bei Dao utilizzò lo stesso procedimento in

Onde). Nelle sue opere La farfalla e Il saluto bolscevico nonostante i personaggi siano ritratti in modo molto

realistico,così come le situazioni, il loro profilo interiore e psicologico viene delineato attraverso il monologo

interiore e il flusso di coscienza.

ALTRI SCRITTORI MODERNISTI

Xu Xing e “Variazioni senza tema”. Lo scrittore all’interno di questo romanzo si diverte a combinare i punti di

vista e l’ordine cronologico e spaziale del racconto. Viene narrato lo smarrimento del narratore rispetto all’arte.

Gao Xingjian e “La montagna dell’anima” (premio Nobel 2000); e “Una canna da pesca per mio nonno”.

All’interno di quest’ultimo,il narratore sperimenta un nuovo utilizzo dei pronomi personali,ciò gli consente di

cambiare il punto di vista del narratore,così da riuscire a passare da una personalità all’altra all’interno di una

stessa frase(confondendo il lettore). Gao Xingjian rinuncia all’intreccio per privilegiare la narrazione mescolando

sogni,racconti d’infanzia e realtà. Nella postfazione del libro ci tiene a sottolineare alcuni punti per chiarire il suo

stile compositivo (voluta mancanza di intreccio,mancanza della descrizione dell’aspetto dei personaggi,mancanza

di descrizioni oggettive e semplici dell’abiente).

In ogni caso il modernismo è una fase importante per la letteratura cinese,come dice lo stesso Li Tuo “se non ci

fosse stata la forte influenza del modernismo,la letteratura contemporanea della Cina settentrionale non avrebbe

mai potuto sperimentare ulteriori trasformazioni e non avrebbe potuto prodursi il cambiamento del 1985.”

Capitolo 5 - La questione della tradizione.

Manifesto del genere Xungen wenxue è l’articolo pubblicato da Han Shaogong sulla rivista Zhongguo

zuojia,intitolato “Le radici della letteratura”. Al suo interno veniva ripreso il dibattito sul tema della tradizione , dal

momento che molti autori cercavano di occidentalizzarsi,scrivendo sistematicamente alla maniera occidentale. Han

Shaogong non ritiene un problema il loro interessamento ad altre letterature,ma il fatto che essi non riescano a

renderla propria e sintetizzarla. Il discorso portato avanti all’interno del manifesto sostiene un genere di letteratura

cinese costruita scavando in profondità nella cultura nazionale,cercando di fargli ritrovare l’identità che aveva ormai

perso a causa delle varie influenze.

Ispiratore di questo movimento di “ricerca delle radici” è Wang Zengqi che,descrisse i paesaggi e i costumi della

sua regione natale attraverso una prosa poetica ricca di ricordi e osservazioni. D’ora in poi,questo sarà l’intento

della letteratura delle radici;ogni autore si “specializza” in una data regione,spesso quella da cui proviene o quella

in cui fu inviato a vivere per parte della sua vita,descrive così i suoi ricordi dando un resoconto di ciò che ha visto.

Grazie a questi autori la letteratura cinese ritrova il suo posto all’interno del panorama mondiale.

E’ certo che questo nuovo modo di fare letteratura non fosse esente da critiche. Esso veniva attaccato poiché visto

come un pericoloso ritorno all’antica tradizione cinese.

Hu Shaogong,figura emblematica del movimento,partecipa al movimento delle Guardie Rosse prima di

essere mandato in rieducazione in campagna alla fine del 1968. Questo avvenimento ha indubbiamente segnato

l’autore,i cui testi vengono premiati nei concorsi nazionali di narrativa.

La storia narra di Bingzai,personaggio principale,abbandonato dal padre;lui stesso si considera un aborto.Dietro la

storia di questo aborto e del suo villaggio si cela l’immagine della Cina degli anni ’70 che non conosce più la sua

storia e ha perduto il suo linguaggio. Il successo riscosso in cina dall’opera dimostra che l’autore è stato in grado di

affrontare questioni fondamentali con le quali la cina doveva confrontarsi.

A Cheng ,anche lui viene mandato in campagna dove trascorre dieci anni della sua vita. Famoso per i suoi

racconti che coinvolgono tre diversi “Re”,narra le storie di uomini capaci di andare avanti e seguire i propri obiettivi

senza farsi ostacolare da ciò che li circonda; ad esempio ne “Il re degli scacchi” il personaggio principale,giocatore

di scacchi,è capace di giocare in ogni luigo/circostanza;ne “Il re dei bambini”un giovane istruito insegna a dei

bambini seguendo i suoi metodi e non facendosi condizionare da quelli convenzionali;ne “Il re degli

alberi”,invece,un vecchio soldato in congedo preferisce morire piuttosto che far abbattere un albero. Scrive altri

testi pubblicati su riviste,ed ispirati a situazioni tratte dalla vita quotidiana. La sua intenzione è quella di ridare

posto alla quotidianità e mettere in risalto ciò che la rende affascinante o,al contrario mostruosa evitando effetti di

stile. Mo Yan è uno scrittore di origine contadina,a differenza degli altri non proviene da origini nobili e ha avuto

una formazione di stampo militare e poco legata all’ambito classico della letteratura. Egli si dedica a descrivere le

campagne della sua provincia natale,da un punto di vista storico (Sorgo Rosso) e politico (La ballata dell’aglio

paradisiaco). All’interno delle sue opere è sempre presente la componente autobiografica. In “Sorgo Rosso” il

bambino protagonista che racconta la storia della sua famiglia,è lo stesso autore che,con una scrittura molto

ra,

realista evoca la pau il furore,il sangue da lui vissuti paragonati al rosso intenso dei campi di sorgo in fiore.Nelle

opere comunque presta molta attenzione alla forma. Ne “ Il paese dell’alcol” finzione e realtà si mescolano nella

storia di un ispettore inviato ad indagare su alcuni alti funzionari,accusati di aver mangiato bambini durante dei

banchetti. Il tutto si svolge a Jiuguo (città dell’alcol). L’opera è stata scritta per denunciare la corruzione presente a

quel tempo in Cina ed ha vinto il premio Laure Bataillon per la migliore opera di letteratura straniera tradotta.

Zhang Chengzi non appartiene alla stirpe Han,ma alla minoranza Hui,di religione musulmana. Fu ben

presto mandato in campagna nella Mongolia interna come pastore. Il corpus delle sue opere letterarie è composto

da romanzi e racconti che esaltano la bellezza del paesaggio del N-O della Cina e delle steppe della Mongolia,che

inducono ad una profonda riflessione filosofica.

capitolo 6 - La scrittura “sperimentale” degli avanguardisti.

Chang Qie nell’articolo “Una spiegazione del romanzo d’avanguardia” enumera i vari appellativi dei romanzi di

questo periodo;secondo lui,i romanzi d’avanguardia,si caratterizzano ,innanzitutto,per la rottura con la tradizione

letteraria del Movimento del 4 Maggio 1919(che dava alla letteratura una missione non solo educativa,ma anche e

soprattutto sovversiva,che non esitava a prendere spunto dalla letteratura occidentale). Il romanzo d’avanguardia

in Cina,nasce intorno agli anni ’50-’60 e sono apparsi sulla scena letteraria intorno alla metà deglik anni ’80.

Personalità di spicco di questo nuovo genere sono. Liu Sola,Ma Yuan,Ge Fei,Yu Hua e Sun Ganlu.

Ma Yuan è considerato il pioniere del romanzo d’avanguardia. E’stato sia operaio che giornalista

(mestiere che poi continua ad esercitare in Tibet),è autore di “Vecchia canzone himalayana” che racconta la vita di

un cacciatore del Tibet attraverso sogni,ricordi e realtà…la storia termina con il suo corpo fatto in pezzi e condotto

in cielo dagli avvoltoi.

Yu Hua prima dentista e poi scrittore,utilizza un modo di scrivere inquietante e minaccioso. Ne “le cose del

mondo sono fumo”i racconti si presentano come inchieste poliziesche dove si mescolano

allucinazioni,malattia,follia e sogni bizzarri. L’autore cerca sempre di sviare il lettore

Sun Ganlu è considerato come l’avanguardista modello. La sua figura è riconducibile a quella di un dandy

dalle caotiche relazioni amorose colpito da un male di vivere esistenziale. Questo è il tema centrale del suo

romanzo “Respiurare” .

Gli scrittori avanguardisti si ispirano a scrittori occidentali,quali Marquez,Sollers,Borges,e sembravo voler rifiutare la

tradizione cinese;essi si preoccupano di più di “come scrivere” piuttosto che “cosa scrivere”,ciò rende spesso le

opere una semplice imitazione di quelle che le hanno ispirate.

CAPITOLO 7 - RITORNO DEL REALISMO o NEOREALISMO

il critico cinese Yang Jianlong ha definito il romanzo neorealista (xin xieshi xiaoshuo)

- contenuto: accento sulla vita quotidiana, descrivere tutto con fedeltà per far emergere la via in tutti i suoi aspetti

senza escludere nulla e senza abbellimenti o ruolo educativo.

- struttura: è un processo di descrizione e consiste nel seguire le tracce dei personaggio nel costruire l’opera con lo

scorrere del tempo della vita reale.

- linguaggio: semplice e grezzo, senza evitare le volgarità e il chiacchiericcio  registro informale

- stile: descrive fedelmente tutti i fatti che si contrano ogni giorno, cosa che gli conferisce naturalezza e tristezza

involontaria.

La moda del romanzo neorealista riprese nell’autunno del 1989 (dopo piazza Tian’anmnen) anche se il termine

veniva usato nel 1980.

Esponenti di questo stile sono:

LIU HENG con il suo racconto “Cereali di merda” che viene premiato come miglior racconto dell’anno 1985-

86 e lo consacra come nascente del genere. Temi sono la vita, la morte, la sessualità, la violenza dei rapporti

umani che incorniciano il mondo contadino. Nel romanzo la vita è descritta in tutta la sua banalità e trivialità senza

omettere la rozzezza del linguaggio. Fu sceneggiatore del film di Zhang Yimou, che si riallaccia al genere

neorealista.

LIU XINGLONG i suoi racconti descrivono senza pietà la società cinese contemporanea in tutte le sue

contraddizioni:le distanze enormi che si sono andate formando tra poveri e ricchi, contadini e cittadini, la forte

predilezione per la provincia che si oppone alla città.

YU HUA pubblicò “Vivere” portato sullo schermo da Zhang Yimou e “Cronache di un venditore di sangue”, in

cui entrambi ricoprono un arco temporale di 40 anni e la forma è originale perché presenta capitoli brevi con

dialoghi, dando importanza alla parola.

NUOVO ROMANZO STORICO

SU TONG ama situare i suoi racconti in un passato che non ha evidentemente conosciuto ed eccelle

nell’abbozzare ritratti di donne. In “mogli e concubine” racconta la vita di 4 concubine in una grande dimora all’inizio

del secolo. Ha conosciuto un immenso successo in Cina e anche all’estero soprattutto con il film di Zhang Yimou.

“Cipria” evoca la vita delle giovani prostitute condotte nei campi di lavoro per la rieducazione dopo il 1949 mentre

“Riso” narra l’arrivo in una città di un povero profugo fuggito dal suo villaggio per una inondazione (che è l’unico

elemento che evoca il tempo) è costretto a confrontarsi con umiliazione fino a che non impara ad odiare. Lavora in

un negozio di riso, ma il suo sogno è di ritornare al paese natale. È assente da qualsiasi tipo di morale e al suo

interno si mescolano violenza, passione amorosa, sangue e morte. Su Tong si serve del realismo e

dell’iperrealismo per tracciare il ritratto di un uomo per cui il pubblico non prova nessuna simpatia. Egli fonde il

dialogo alla narrazione, senza dividerli con segni di punteggiatura.

A questi autori, come Yu Hua e Su Tong è stata spesso rimproverata la freddezza e l’indifferenza, che

impediscono ai sentimenti dell’autore di apparire nell’opera. L’autore si para dietro i suoi personaggi e il romanzo

non ha più quindi la facoltà di esprimere i sentimenti.

ROMANZO SCANDALO

JIA PINGWA era conosciuto per le descrizioni della vita quotidiana dei contadini nella sua provincia natale.

Tuttavia nel 1993 scrisse “La capitale decaduta” che verrà vietato perché accusato di pornografia dalle autorità ma

continuerà a circolare. Si tratta al pari dei romanzi del XVII e XVIII come “Il sogno della camera rossa” o “il Jin Ping

Mei” e viene considerato come il nuovo romanzo erotico cinese che descrive una società in decadenza. Il romanzo

affronta tabù molto forti nella società cinese cioè LA SESSUALITA’ e LA VITA POLITICA della città di Xi’an e

TESTIMONIA LO SPOSTAMENTO DI UNO SCRITTORE RURALE VERSO L’AMBIENTE URBANO. L’eroe del

libro Zhuang Zhidie (letteralmente la farfalla di Zhuangzi) è uno scrittore 40enne, seduce tutte le giovani attraenti

della città, solamente grazie al suo talento letterario. Il testo funziona come un romanzo classico, (nessun vero

intreccio, ma una successione di scene) come un romanzo pornografico (con scene che descrivono atti sessuali

che a volte sono autocensurati ) in cui i sentimenti sono assenti o stereotipati, i bisogni fisici sono descritti fin nei

minimi dettagli.

WANG SHUO – il fenomeno. È un autore di sceneggiati televisivi, egli però non mette il suo talento al

servizio del potere, della politica e emmeno della riflessione critica, ma al servizio del piacere, dell’intrattenimento,

dello svago. Scrisse “Metà fuoco e metà acqua” e “Sono il tuo papà”. Resterà noto come il primo scrittore che ha

ritrovato il contatto con il grande pubblico. Avendo fatto fortuna grazie ai suoi romanzi che raggiungessero delle

vendite ineguagliate ha smesso di scrivere per un certo periodo per dedicarsi agli affari.

WANG XIAOBO – l’inclassificabile. Frequentò un master di letteratura negli USA. Acquista una grande

notorietà con il racconto “L’età d’oro” . il successo che Wang Xiaobo ha ottenuto con questo testo è in stretta

relazione con la sua epoca: agli inizi degli anni Novanta, una certa nostalgia della Rivoluzione culturale e della vita

che allora avevano condotto i “giovani istruiti” si era impadronita di molti intellettuali e descrive liberamente la vita

sessuale dei suoi personaggi. Prima di morire scriverà diversi romanzi che lasciano spazio alla fantascienza e alla

fantapolitica, due generi poco frequenti.

LI RUI la sua opera è incentrata sulla vita dei campagnoli incontrati all’epoca della rivoluzione culturale.

Scrive “una unione funebre” e può essere iscritto nella corrente neorealista, mentre “Albero senza vento” si

distingue per lo stile e la costruzione originale. I numerosi personaggi si esprimono in prima persona, senza

elementi che interrompono o distinguono il discorso diretto dalla voce narrante. Sessualità, violenza, mistero,

musicalità percorrono questo romanzo poetico e affascinante che costituisce una descrizione piena di forza di una

società al tempo stesso primitiva e sottomessa ai grandi principi della Rivoluzione culturale.

ZHANG WEI pubblica numerosi romanzi e racconti. Se i primi sono caratterizzati da una ricerca storica, i

secondi sono scritti in prosa poetica piena di nostalgia.

CAPITOLO 8 - LETTERATURA AL FEMMINILE

uno dei fenomeni + sorprendenti della nuova letteratura cinese della fine del XX secolo è l’apparire di una

letteratura femminile ricca, prolifica e audace.

ZHANG KANGKANG – PESSIMISMO CRITICO ha partecipato con convinzione agli inizi della Rivoluzione

culturale, poi ha volontariamente deciso di trasferirsi in campagna. Dopo aver pubblicato in “linea con la politica del

partito” pubblica dei racconti dove evoca con una modalità meno idealistica i drammi umani generati dalle

turbolenze che la Cina ha attraversato, grazie all’analisi psicologica dei personaggi. Il pessimismo critico di cui da

prova Zhang invita ad avere fiducia in una certa intramontabili dei valori morali ed è senza dubbio questo che

l’autrice stessa dichiara in un’intervista. il romanzo “il compagno nascosto” rivela l’influenza della psicanalisi sulla

sua opera.

WANG ANYI – ROMANZO PSICOLOGICO il suo romanzo “Il piccolo borgo dei Bao” viene inserito nella

corrente della “RICERCA DELLE RADICI” e descrive una comunità paesana che crede ancora al valore del

sostegno e del rispetto reciproco, in un’epoca in cui la Rivoluzione culturale insidia e distrugge le fondamenta della

società.

CHI LI – PITTRICE DELLA REALTA’ SOCIALE si ricollega decisamente alla letteratura realista osservando

da vicino i suoi contemporanei. “Triste vita” descrive la vita quotidiana di una coppia di operai e i suoi mille

grattacapi. Scrisse poi “uno squarcio tra le nuvole” è una storia che racconta la storia di una coppia che sembrano

perfettamente felici, ma sotto l’apparenza c’è un dramma. “chi ti credi di essere” la capacità narrativa di Chi Li si

rivela nella descrizione e nell’analisi delle trasformazioni senza precedenti subite dalla società cinese.

CAN XUE – ASSURDO E L’ORRORE è un’autodidatta i cui primi testi saranno poi raggruppati in una

raccolta intitolata “Dialoghi del cielo”, fortemente influenzata dall’opera di Kafka, e crea nei suoi scritti un mondo

irreale e mutevole, un mondo di sogno e di incubo, che costituisce una sorpresa o meglio uno shock, nel panorama

letterario dell’epoca. L’assurdo, il morboso, lo scatologico vi si mescolano come all’inizio del racconto del “Il

Lucernaio”. Nella lettura delle opere di Can Xue si intravede una sorta di visione in negativo della vita e senza


ACQUISTATO

7 volte

PAGINE

7

PESO

93.40 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Letteratura Cinese 2, basato su appunti personali e studio autonomo del testo Leggere la Cina: Piccolo Vademecum di Letteratura Cinese Contemporanea di Dutrait consigliato dal docente Ceresa. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la letteratura clandestina e la “poesia oscura”, dalla letteratura come strumento della politica all’annientamento della letteratura da parte del potere.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea triennale in Lingue, culture e società dell’Asia e dell’Africa mediterranea
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher manu.moroni di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura cinese 2 e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Ceresa Marco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura cinese 2

Letteratura cinese 2 - giorni nostri
Appunto
Letteratura 2
Appunto
Poesie e dinastie cinesi: Appunti di Letteratura cinese 2
Appunto
Storia della Cina 1
Appunto