Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

2 maggio 2013

La gestione delle crisi degli intermediari bancari e finanziari

Anna Maria Carrero – Amministrazione Centrale BdI Roma

1. Il quadro normativo di riferimento;

2. La gestione operativa delle crisi degli intermediari nel contesto della crisi;

3. La tutela dei depositanti nelle crisi degli intermediari;

4. La proposta di Direttiva in materia di crisi bancarie.

Regime amministrativo/speciale. Procedure amministrative che si svolgono sotto la supervisione e

coordinamento della BdI.

Il ruolo della BdI è molto intenso, decide nel corso dell'attività di vigilanza quando la situazione è

diventata talmente critica da adottare procedure di rigore.

Regime tendenzialmente omogeneo applicabile a tutte le tipologie di intermediari. È stato ripropo-

sto nell'ambito dei servizi di investimento e gestione collettiva del risparmio.

Disciplinata anche la crisi del gruppo bancario.

stakeholders:

managers, dipendenti e azionisti;

• depositanti (soprattutto piccoli);

• investitori (c'è un fondo che tutela gli investitori);

• debitori;

• creditori;

• altri intermediari;

• autorità inquirenti e giudiziaria (sussistenza di gravi irregolarità, spesso di rilevanza penale);

• vigilanza;

• sistemi di garanzia;

• enti pubblici locali.

Esclusa l'applicabilità di altre procedure concorsuali. Accordo di ristrutturazione dei debiti? In alcu-

ni casi può esserci eccezione.

Escluso l'articolo 2409.

Norme di coordinamento con le norme in materia delle responsabilità degli enti. Coordinare le deci-

sioni della magistratura con le autorità di vigilanza.

Il ruolo della BdI:

Prevenzione: accertare per tempo la sussistenza dei presupposti per la sottoposizione di una banca

ad una misura anti crisi. Vigilanza ordinaria. Il momento di passaggio ad una procedura è accertato

con la massima tempestività. Le misure preventive servono per intervenire prima che le condizioni

di irregolarità diventino irrecuperabili. Restituire al mercato la banca.

Gestione: evitare di intervenire solo e soltanto se si verificano situazioni di gravi perdite di patrimo-

nio, basta solo il presupposto di gravi irregolarità normative o amministrative.

Obiettivo: minimizzazione degli oneri.

C'è una separatezza di tipo organizzativo, chi svolge l'attività di vigilanza nel continuo deve essere

diverso da chi svolge attività di risoluzione delle crisi. Deve però esserci uno scambio continuo di

informazioni. A livello internazionale vigilanza e resolution spesso sono separate anche come ente.

Chi fa vigilanza non deve cedere alla tentazione di preservare il suo potere.

Il valore aggiunto consiste nel fatto che queste due entità dialogano in continuazione e l'una benefi-

cia del corredo informativo dell'altra.

Valutazione collegiale prima di disporre l'amministrazione straordinaria. Scambio di informazioni

nel continuo.

Attivazione e direzione di procedure speciali: la BdI fa una proposta al Ministro dell'Economia e

delle Finanze. Nella proposta ci sono le motivazioni del provvedimento e le cause che hanno portato

alla procedura.

La procedura viene attivata dalla BdI dopo il decreto, che emana gli organi straordinari.

Coordinamento con i sistemi di garanzia dei depositanti.

Gradualità nelle forme di intervento:

misure preventive: (lettere di intervento; convocazioni organi) sollecita l'intermediario, ci si

• affida all'autonomia realizzativa;

misure correttive: misure prudenziali individuali ad hoc (coefficiente patrimoniale); inter-

• venti sostitutivi (convocare gli organi e imporre l'ordine del giorno); sanzioni (violazioni

specifiche);

misure straordinarie: (la crisi comincia qua), limitazioni operative; chiusura di succursali; ar-

• ticolo 78;

Gestione provvisoria: (amministrazione straordinaria di breve durata);

• amministrazione straordinaria;

• liquidazione coatta amministrativa.

Amministrazione straordinaria: crisi potenzialmente reversibili, 1 anno più eventualmente 6 mesi.

Possibile proroga tecnica di 2 mesi. Comporta scioglimento degli organi amministrativi e di control-

lo e sospensione dell'assemblea.

Liquidazione coatta amministrativa: crisi irreversibile, procedura concorsuale e speciale. Sotto su-

pervisione della BdI. Durata non determinata dalla legge.

La BdI nomina gli organi straordinari e i liquidatori. Per i primi si tende a privilegiare la figura di

un gestore, che possa risanare l'azienda.

L.C.A. Determina l'espulsione dal mercato. Eccezionale gravità dei medesimi presupposti della AS.

3 compiti dei commissari straordinari in AS:

1. rimuovere le irregolarità, regolarizzazione dell'azienda;

2. accertamento della situazione aziendale (il commissario verifica tutta la situazione del passi-

vo e può accertare una situazione più grave di quella segnalata dall'ispezione);

3. tutela dei depositanti.

Cosa fa il liquidatore?

Accerta il passivo, manda una comunicazione a tutti i creditori per capire se gli atti aziendali

• sono regolarmente tenuti;

Realizzo dell'attivo, cerca di recuperare il più possibile;

• Distribuzione ai creditori, restituisce qualcosa ai creditori.

Iniziative di recupero, azioni di responsabilità se la crisi è dovuta a mala gestione, deve esserci nes-

so di causalità. Ausilio di legali.

Cessione in blocco: quinta essenza degli interventi. Per evitare che ci siano situazioni traumatiche

per gli stakeholders si cerca di costruire il passaggio dell'azienda ad un'altra banca.

Si deve colmare lo sbilancio tra passività e attività, chi lo colma? I sistemi di garanzia dei deposi-


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

6

PESO

35.17 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in economia e finanza
SSD:
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Pietro Paolo Piccoli di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Legislazione bancaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Urbani Alberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Legislazione bancaria

Legislazione bancaria 1 - Appunti parte II
Appunto
Legislazione bancaria 2 - Appunti parte II
Appunto
Legislazione bancaria 2 - Appunti parte I
Appunto
Legislazione bancaria 1 - Appunti parte III
Appunto