Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

devono rispettare dei criteri quantitativi. Deve esserci almeno una banca e avere una componente di

rilevanza determinante.

Cos'è una società finanziaria? Società che acquista partecipazioni, il controllo di cui si parla non è

lo stesso dell'articolo 23.

Nel vecchio Tub lettera b 60 persisteva il requisito di bancarietà della capogruppo. Il 61 considera

anche finanziarie e strumentali.

È cambiata la norma primaria ma non le istruzioni di vigilanza, che restano legate alla bancarietà.

L'attività bancaria e connesse deve essere almeno del 15% del patrimonio. Avere almeno l'1% di

quote di mercato sugli impieghi nazionali.

Requisito di finanziarietà: le attività bancarie, finanziarie e ausiliari devono superare il 15%.

Requisito di bancarietà: o 1% dei depositi o degli impieghi a livello nazionale o con riferimento al-

l'attivo che deve rappresentare almeno il 50% dell'attivo totale di gruppo.

Articolo 61. capogruppo.

La capogruppo è vigilata dalla BdI in quanto tale, sia se banca sia se società finanziaria. Accerta-

menti allo statuto, che non contrasti la sana e prudente gestione.

Le norme risalgono alla legge Amato. Le prime norme in Italia riguardanti i gruppi bancari.

Non è necessaria la partecipazione ma è sufficiente la direzione e coordinamento.

Emana disposizioni alle componenti del gruppo (non c'è nel diritto comune). La capogruppo è la in-

terlocutrice a livello di gruppo con la BdI. Quando la BdI deve dialogare con le società del gruppo

parla con la capogruppo. Istruzioni riferite alla stabilità del gruppo.

Gli amministratori delle società del gruppo sono tenuti a fornire ogni dato e informazione per l'ema-

nazione delle disposizioni e la necessaria collaborazione per il rispetto delle norme sulla vigilanza

consolidata. Consente agli amministratori delle società appartenenti al gruppo di dialogare con la

capogruppo affinché la stessa possa adempiere ai compiti di vigilanza. Collabora con la BdI.

62 professionalità, onorabilità e indipendenza. 63 partecipazioni.

Istruzioni di vigilanza: Sotto un profilo di vigilanza, la struttura organizzativa adottata è quindi quella del gruppo

"integrato" o "strategico", che si caratterizza per il comune disegno imprenditoriale, per la forte coesione al proprio

interno e per la sottoposizione a direzione unitaria.

Il gruppo bancario deve essere espressamente riconoscibile come tale. Una società appartenente al

gruppo deve indicarne l'appartenenza.

Iscrizione all'albo dei gruppi bancari.

Vigilanza su base consolidata

Si considera anche la persona fisica.

La vigilanza su base consolidata non è sostitutiva ma aggiuntiva. Restano valide tutte le norme di

vigilanza individuale. La banca dovrà rispettare sia le norme di vigilanza individuale sia quelle su

base consolidata.

Il modello di vigilanza tripartita è stato riprodotto negli articoli 66, 67, 68.

Articolo 66: vigilanza informativa. Come il 51 ma finalità di vigilanza su base consolidata.

Articolo 67: vigilanza regolamentare.

Articolo 68: vigilanza ispettiva.

Titoli VI capitolo 2 istruzioni di vigilanza. Anche i dati di vigilanza consolidata vanno in matrice.

DISCIPLINA DELLE CRISI

Legislazione speciale per le crisi bancarie, perché si ripercuotono sui clienti (soprattutto quando si

impone la sospensione dei pagamenti).

Norme contenute anche nella vecchia legge bancaria, le differenze sono poche. Una ragione essen-

ziale: le direttive bancarie, in particolare la II, non si sono mai occupate di crisi bancarie. Quindi il

Tub ha ripreso le norme della vecchia lb.

Nel 2001 si arriva all'armonizzazione con una direttiva che si occupa di risanamento e liquidazione

delle banche. d.lgs 2004.

Si applica ancora l'articolo 5 nelle crisi bancarie? L'obiettivo è sana e prudente gestione? No perché

ormai è già in liquidazione.

Il contesto oggi è di mercato, una banca che non funziona deve uscire dal mercato.

Strumenti: amministrazione straordinaria articolo 70; liquidazione coatta amministrativa articolo 80.

Altri strumenti: articolo 58 cessione di rapporti giuridici; fusioni articolo 57; articoli 31 e 36.

Fondi di tutela dei depositi.

Decreto Sindona: 1974 crisi banco ambrosiano. Venne varato questo decreto 21 settembre '74 che

prevedeva che quando una banca si fosse trovata in difficoltà avrebbe potuto chiedere aiuto alle al-

tre banche. Se le banche che intervengono si trovano in difficoltà verranno aiutate dalla BdI che le

presterà denaro ad un tasso agevolato, 1%. Non è un aiuto di stato.

Legge sulle cartolarizzazioni, può aiutare una banca ripulendo i conti dalle sofferenze.

Legge di trasparenza amministrativa derogata parzialmente, la BdI non può comunicare ad una ban-

ca che la sta per mettere in amministrazione controllata.

Si possono applicare procedimenti civilistici quando gli esponenti aziendali si comportano in modo

scorretto? Esclusa l'applicabilità dell'articolo 2409 del codice civile.

Non è detto che si possano usare tutti gli strumenti perché ci sono problemi di compatibilità con il

diritto europeo, in modo particolare gli aiuti di Stato.

È vietato che uno stato aiuti un'impresa. Sanzioni molto gravi.

Alitalia? Era in difficoltà e partecipata dallo stato attraverso l'IRI. Lo Stato decise di ricapitalizzarla,

l'UE lo considerò aiuto di Stato. L'UE sanzionò pesantemente, vietandole di aumentare il parco ae-

rei e vietando di vendere i biglietti ad un prezzo più competitivo. Il tutto per 10 anni. L'Italia impu-

gnò e alla fine del provvedimento quello non fu considerato aiuto di Stato. Misura compensativa?

Malpensa.

In Italia in crisi le prime tre banche del meridione tutte insieme. Sicilcassa, Caripuglia, Banco di

Napoli.

Caripuglia era la più piccola e fu risolta con lo strumento della fusione.

Sicilcassa finì con la liquidazione coatta amministrativa, ma se ne salvò l'azienda cedendo parte del-

l'attività al banco di Roma (poi Unicredit).

Banco di Napoli. L'Italia gestì quel caso in maniera egregia, fa da scuola. Si usarono

Il caso del

molti strumenti insieme.

Era una ex banca pubblica, privatizzata con la legge Amato. Per anni si è continuata a gestire con

criteri clientelari propri della banca pubblica.

Non la si può aiutare, vietato l'aiuto di Stato. Come salvarla?

Privatizzato dal punto di vista formale ma siamo in una fase in cui ancora l'azionista principale è il

Tesoro. Chi volete che compri le azioni di una banca che è in crisi così? Vogliamo essere posti nella

condizione di realizzare un obiettivo chiesto dall'UE, cioè privatizzare il banco di Napoli. Mi devi

concedere la possibilità di risanarlo.

1) Il BdN aveva subito perdite. Si chiede all'UE l'autorizzazione a sottoscrivere la ricapitalizza-

zione? È un aiuto di Stato a fin di bene perché contestualmente si assume l'impegno a ven-

dere le azioni sul mercato e quindi privatizzarlo definitivamente.

Ripulire i conti, eliminare le sofferenze. Cartolarizzazione delle partite anomale del BdN.

2) Incorporati in titoli di credito i crediti in sofferenza e venduti ad un soggetto apposito, una

bad bank (banca spazzatura). SGA Spa, bad bank del BdN. Con che soldi li compra? Si deve

finanziare, emette obbligazioni. La SGA non è italiana perché a Londra una società per azio-

ni può emettere obbligazioni senza vincoli di capitale. Chi diventa obbligazionista? Le ban-

che, ma se sono in difficoltà? Entra in funzione il decreto Sindona. L'affare SGA è stato un

successo per le banche, la SGA è in attivo. Perché? Aveva assoldato un gruppo di persone

che ha preso in mano le pratiche crediti una per una, riuscendo a recuperare notevolissime

percentuali dei crediti che sembravano spazzatura.

Il risultato finale è quello di essere riusciti a privatizzare il Banco di Napoli. Non esiste più è stato

assorbito. amministrazioni straordinarie.

Disciplina delle

Non trova corrispondenza nella legge fallimentare, è tipica del Tub.

L'organo amministrativo e l'organo di controllo vengono sciolti.

L'assemblea viene sospesa.

Gli organi sciolti sono sostituiti da nuovi organi nominati dalla BdI. Sono uno o più commissari

straordinari e un comitato di sorveglianza composto da 3 o 5 membri.

Nei confronti di chi può essere adottato questo provvedimento?

L'articolo 70 usa una parola chiave: delle banche. Quindi solo imprese autorizzate, non banche di

fatto.

Solo banche italiane e extracomunitarie. 24 aprile 2013

Dott. Stefano Francescon direttore vigilanza Sede di Venezia.

Ruoli della BdI:

politica monetaria;

• vigilanza;

• sistema dei pagamenti;

• produzione di banconote;

• consulenza al Governo e al Parlamento;

• altre attività: prevenzione e contrasto al riciclaggio e finanziamento al terrorismo – UIF –

• Supporto al sistema di risoluzione stragiudiziale.

Modello italiano di Vigilanza (abbastanza intrusivo):

regole e controlli on site (con ispezioni generali o mirate) e off site (vigilanza cartolare, in-

• formazioni che gli intermediari sono obbligati a mandare, documentazioni richieste ad hoc);

vigilanza strutturale (sempre meno e di tipo tecnico, non discrezionale) e prudenziale (sem-

• pre più);

analisi macro (sistema) e microprudenziale (una volta solo micro);

• tutela del consumatore.

Vigilanza su: banche e gruppi bancari; SIM; SGR; finanziarie.

Area Vigilanza bancaria e finanziaria:

servizio normativo e politiche di vigilanza;

• servizio rapporti esterni e affari generali;

• servizio di supervisione gruppi bancari;

• servizio di supervisione intermediari specializzati;

• ispettorato vigilanza (fa solo ispezioni);

• segreteria del C.I.C.R. Proponente per le delibere del comitato.

SREP: analisi esposizione ai rischi;


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

8

PESO

58.20 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in economia e finanza
SSD:
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Pietro Paolo Piccoli di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Legislazione bancaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Urbani Alberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Legislazione bancaria

Legislazione bancaria 1 - Appunti parte II
Appunto
Legislazione bancaria 2 - Appunti parte I
Appunto
Legislazione bancaria 2 - Appunti parte III
Appunto
Legislazione bancaria 1 - Appunti parte III
Appunto