Che materia stai cercando?

Introduzione alla metodologia e tecnica della ricerca sociale

Il documento sarà utile a tutti ma soprattutto agli studenti che si sono accostati per la prima volta a questa materia e non ci hanno capito nulla! Lo consiglio, inoltre, come strumento di ripasso. Università degli Studi di Cassino - Unicas. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Metodologia e tecnica della ricerca sociale docente Prof. F. Battisti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

C) ricerca quantitativa e ricerca qualitativa hanno pari dignità: il sociologo scelga tra i due a

seconda di quello che è più conveniente per i suoi scopi.

La struttura della ricerca quantitativa

Per essere scientifica, la ricerca empirica deve essere pubblica, controllabile e ripetibile. A

questo scopo esiste un percorso standard da seguire, basato sulle seguenti fasi:

1) elaborazione di una teoria;

2) formulazione di ipotesi;

3) raccolta dei dati (tramite i processi di operativizzazione, cioè di trasformazione delle ipotesi

in affermazioni empiricamente osservabili) che, a sua volta, permette di formulare il disegno

della ricerca (v. sopra);

4) analisi dei dati (che, però, prima di essere analizzati, vanno organizzati);

5) risultati, a cui si arriva interpretando i dati.

Il ricercatore dovrà poi controllare se i dati confermano la sua teoria.

Il metodo dell'intervista

Un'intervista non impostata correttamente darà risultati scadenti. Il metodo con cui eseguirla

proviene dalle proprie esperienze ma anche dall'atteggiamento – improntato al rispetto – che

dobbiamo avere nei confronti dell'intervistato.

Tipologie di intervista

1) Intervista non diretta (o libera): non ha un argomento specifico: in pratica esso viene scelto

nel corso dell'intervista stessa.

2) Intervista con argomento generico: simile a un'intervista libera.

3) Intervista limitata ad argomento specifico che viene comunicato anticipatamente alla

persona da intervistare.

4) Intervista strutturata: dotata di scaletta.

5) Intervista con questionario: segue linee prefissate sia per le domande che per le risposte.

E' una forma di intervista gestita strettamente dall'intervistatore.

Intervista e osservazione

La differenza tra intervista è osservazione è la seguente:

L'intervista implica un grado di interazione e di confronto tra intervistatore e persona

intervistata. Quindi eseguire un'intervista lunga e approfondita è possibile solo se tra le due

parti si stabilisce un accordo.

L'osservazione, invece, presuppone assenza di interazione tra ricercatore e soggetto di

ricerca.

Intervista con argomento libero (di tipo giornalistico)

Ad esempio, si utilizza nell'incontro con una persona famosa. Questo tipo di intervista verte

in maniera banale su quanto è già noto sulla persona intervistata. Ad esempio, se l'intervistato

è J. J. Abrahams, l'intervista riguarderà i suoi film. Infatti, generalmente le persone intervistate

non gradiscono affatto domande sulla loro vita privata o su altre informazioni riservate.

Solo la persona intervistata dà il permesso, è possibile scattarle una foto da pubblicare sul

giornale o sito internet per il quale si lavora.

L'intervista può essere svolta "a puntate": nel corso di più incontri intervistatore e intervistato

toccheranno molteplici argomenti.

Per il sociologo e per l'assistente sociale questo tipo di intervista presenta alcuni difetti:

 Non permette di raccogliere dati incontrovertibili;

 Non permette una raccolta sistematica dei dati;

 Non costituisce una "prova scientifica":

 Può essere confutata dall'intervistato/a;

 Serve solo come premessa esplorativa di un'indagine che deve essere più

approfondita.

Intervista con argomento libero

E' molto utilizzata dall'assistente sociale:

 Per entrare in contatto con la persona intervistata;

 Per raccogliere notizie sul suo ambiente di vita e di lavoro;

 Per capire se l'utente intervistato è disponibile a rispondere alle domande;

 Per stabilire una relazione tra operatore sociale e utente.

Anche questo tipo di intervista ha degli aspetti critici: dal momento che si tratta pur sempre

di un atto amministrativo, ha tutta l'apparenza di un'"ispezione", di un "esame", per cui

l'utente del servizio sociale affronta il momento dell'intervista con il timore di essere "punito"

per le sue risposte. Ad esempio, nelle situazioni in cui si deve tutelare un minore, il genitore

chiamato in causa può reagire male alle domande che gli vengono poste.

Intervista con argomento che viene comunicato in anticipo

In questo caso, l'utente del servizio sociale deve essere avvisato, per telefono o per posta, che

sarà intervistato. Nella comunicazione gli si deve spiegare anche lo scopo della ricerca e

l'argomento dell'intervista. L'intervistato deve ricevere ogni possibile garanzia di riservatezza

e deve essere informato sull'identità dell'operatore che condurrà l'intervista.

Gli aspetti negativi di questi tipo di intervista:

 L'utente potrebbe avere paura di questa intervista che, in ogni caso, irrompe a

disturbare la sua vita quotidiana;

 L'utente potrebbe sospettare un tentativo di indagini nei suoi confronti;

 L'utente potrebbe addirittura sospettare che l'intervistatore voglia andare a casa sua

per vendergli qualcosa;

 Quando è già seguito dal servizio sociale, si vede costretto a un colloquio che non

vorrebbe fare, perché si stente accusato di qualcosa.

L'operatore deve essere consapevole di tutti questi fattori, quindi deve sforzarsi di rassicurare

l'utente. Mantenere un atteggiamento professionale, anzi insistere sulla propria qualifica

professionale è un modo di rassicurare l'utente. Inoltre, l'intervistatore deve prendere ogni

precauzione per proteggere la privacy dell'utente. L'intervista non deve essere condotta alla

presenza di estranei.

La condotta dell'intervistatore deve essere la seguente:

 Mostrare attenzione e comprensione;

 Non giudicare;

 Guidare l'intervista, ma senza dare all'intervistato la sensazione di non poter

esprimersi liberamente,

 Seguire una scaletta precedentemente concordata (la scaletta è utile all'intervistatore

per non dimenticare nessuno degli argomenti su cui vuole fare domande).

Inchiesta campionaria

Il campionamento è il procedimento con cui il ricercatore sceglie che persone intervistare

all'interno di una popolazione, cioè crea (o spera di farlo) un campione rappresentativo.

Prima di continuare, chiariamo la differenza tra posizione oggettivista e posizione

costruttivista.

Per gli oggettivisti la realtà sociale è esterna all'individuo e pienamente conoscibile.

Per i costruttivisti il dato sociale è generato dall'interazione tra il ricercatore e la persona che

egli esamina/intervista.

Le due posizioni qui illustrate si rapportano in maniera diversa:

 Al rapporto tra intervistato e intervistatore;

 Allo strumento di informazione;

 All'informazione stessa.

Il ricercatore deve scegliere se usare il questionario o l'intervista strutturata (la quale

evidenzia che il soggetto studiato è considerato per la sua unicità).

Molti sociologi hanno dubbi sul fatto che la realtà sociale possa essere compresa attraverso i

resoconti verbali. Infatti, le risposte alle domande degli intervistatori potrebbero essere

inattendibili oppure l'intervistato può provare riluttanza a rivelare certe sue opinioni o

comportamenti, perché vorrebbe dare di sé una buona immagine. (Ad esempio, in una

ipotetica ricerca sul consumo di pornografia, quanti di noi direbbero all'intervistatore: "Sì,

guardo abitualmente film porno?"). Inoltre, a volte l'intervistato non ha un'opinione su un

certo argomento, magari perché non ha mai riflettuto su quella tematica o non possiede

informazioni su di essa (ad esempio, una persona di 90 anni difficilmente saprà cosa dire sul

fenomeno del sexting, perché magari non sa cos'è). In questo caso il rischio è che


PAGINE

9

PESO

339.00 KB

AUTORE

Mitacas

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in sociologia
SSD:
Università: Cassino - Unicas
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Mitacas di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Metodologia e tecnica della ricerca sociale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cassino - Unicas o del prof Battisti Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!