Che materia stai cercando?

Introduzione al Corto Appunti scolastici Premium

Appunti di Semiotica della prof.ssa Pezzini sull'introduzione al Corto: gli intrecci, cinema breve delle origini, fra sperimentazione e documentario, un intervento autorevole, le sale cinematografiche, il cortometraggio e il nuovo cinema, dagli anni 90.

Esame di Semiotica docente Prof. I. Pezzini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

• Sul piano del contenuto:

• Esplorazione della dimensione onirica, irrazionale,

della memoria, della percezione

• Per quanto riguarda il filone documentario, invece,

lo sguardo sulla città, “simbolo e sintesi della

modernizzazione coetanea al cinema – sulle sue

forme e il suo dinamismo, ma anche sulle sue

differenze sociali e contraddizioni aperte.

• Infine, sperimentazioni a tutto campo. 11

Nelle sale cinematografiche

• A partire dagli anni 40 fino agli anni 50, il corto è presente

nelle sale cinematografiche, generalmente prima dello

spettacolo principale, nelle forme del

• Documentario

• Animazione

• Fiction

• Corto sperimentale

• Si stabilizza l’industria-mercato, il cinema diviene

un’istituzione come medium audiovisivo di massa, con la

fiction come oggetto centrale, luogo essenziale di

conoscenza e formazione di comportamenti individuali e

collettivi 12

• Anche il corto si istituzionalizza (cinema nazionale; scuole

etc.: cfr. attività dell’Istituto Luce) ma si assiste anche ad

effetti paradossali, come il rifiuto da parte del pubblico

• L’età d’oro del corto, prima della rinascita attuale, è negli

anni 40 e 50. Sviluppa forme e tematiche minoritarie,

come il comico, lo sketch folgorante, il ritmo, la fisicità

tipiche delle brevi comiche; mantiene vivo il rapporto con

la poesia e le arti visive, si sviluppa nel campo

dell’animazione (cfr. Disney).

• D’altra parte, nel filone documentario, esalta la natura del

cinema come fotografia, indagine e discorso critico sul

reale e le sue manifestazioni, assume il carattere di

Testimonianza 13

• Dal punto di vista degli autori, diventa il

luogo di sperimentazione e di definizione di

uno stile e di una poetica individuali

• Da ricordare anche i “film a episodi”, che

sono in realtà microraccolte di corti di

fiction, come I mostri di Dino Risi (1963);

• Ro.Go.Pa.G. (Rossellini-Godard-Pasolini-

Gregoretti) o ancora La ricotta di Pasolini. 14

Il cortometraggio e il nuovo cinema

(anni50/60)

• Italia–neorealismo vs Francia-nouvelle vague

• In generale, se i corti spariscono progressivamente

dalle sale, contemporaneamente si sviluppano

circuiti ad essi dedicati (festival ecc.). I corti,

dunque,

• - non si presentano più come completamento dello

spettacolo cinematografico normale. Fra l’altro,

dilaga, ad es. nel cinema americano anni 60, la

pratica dei “formati ridotti”: 16; 8 mm; super8

• -questo favorisce scelte tematiche e esperienze più

radicali 15

Seconda metà anni 60

• Fervore creativo nel cinema sperimentale

• Dissacrazione, happening, cut-up, founf footage

• ANNI 70 e 80

• Aumentano le distanze tra cinema industriale e

cortometraggio

• Cambiano aspetti e contesti con le nuove

tecnologie (nastro, videocamere), che arrivano a

mettere in discussione lo stesso cinema inteso

tradizionalmente 16

• L’accessibilità economica favorisce la

produzione individuale eo politica

• Nascono nuove forme specifiche, come il

VIDEOCLIP, che oltre ad essere un mezzo

promozionale per le star musicali,

sperimentano tendenze che poi si

riverberano nel cinema 17

Dagli anni 90

• Si apre una nuova fortunata stagione per i corti:

• Esplosione, ad ese., del “corto di fiction”, in pellicola e

con professionalità e valori molto vicini al cinema ufficiale

• E anche del genere “fantastico”: si usano colori e

inquadrature eccessivi, si afferma il gusto per il grottesco,

il surreale, il macabro, il kitch

• Si moltiplicano i festival, i canali televisivi, le connessioni

con il WEB, che si afferma come laboratorio per nuove

forme di produzione/circolazione/fruizione di immagini e

suoni

• La FICTION rimane la via privilegiata. 18


PAGINE

19

PESO

75.60 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Semiotica
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecnologie della comunicazione (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Semiotica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Pezzini Isabella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Semiotica

Analisi videoclip “Let Forever Be”
Appunto
Spot Nissan Micra e Nescafè
Appunto
Livello discorsivo
Esercitazione
Psicologia sociale e della comunicazione - percezione, conoscenza, memoria e presentazione di sé
Dispensa