Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LA SALIVA

INDIPENSABILE PER LA SALUTE ED IL BENESSERE DEL CAVO ORALE

Prodotta in gran parte dalle ghiandole parotidi

Produzione regolata dal sistema vegetativo

Fino a 1,5l al giorno - 99% composta di acqua

Si riduce drasticamente con la disidratazione

Fondamentale per mantenere

Ha un ruolo fondamentale l’igiene del

nella masticazione, cavo orale

deglutizione, Contiene sostanze protettive (es. lisozima)

articolazione della parola e immunoglobuline

Diluisce e rimuove i microrganismi

La sua riduzione favorisce la

colonizzazione batterica

MODIFICAZIONI DELLA STRUTTURA DEL CAVO

ORALE CON L’INVECCHIAMENTO

E. Ferrari, P .Salvioli, C. Mussi, Il cavo orale, G. GERONTOL:2007;55:21-38

GHIANDOLE XEROSTOMIA (secchezza delle bocca)

SALIVARI iposcialia (riduzione del flusso salivare)

per ipotrofia – farmaci - disidratazione

Oltre a causare estremo disagio, riduce

sensibilità gustativa, provoca difficoltà nella

masticazione e deglutizione, facilita

l’insorgenza di infezioni.

SCIALORREA (salivazione eccessiva)

spesso associata a malattie neurologiche, farmaci,

macroglossia, difetti di occlusione

MODIFICAZIONI DELLA STRUTTURA DEL CAVO

ORALE CON L’INVECCHIAMENTO

E. Ferrari, P .Salvioli, C. Mussi, Il cavo orale, G. GERONTOL:2007;55:21-38

MUCOSA ORALE si assottiglia, diminuisce la sua cheratinizzazione

fragilità

modificazioni sensibilità gustativa

GENGIVE recessione gengivale, patologia infiammatoria

favorita dalla polifarmacoterapia

Malattia pararadontale: 80% a 60 anni

DENTI processi cariosi favoriti dalla recessione

gengivale

formazione di sacche ed esposizione delle

superfici radicolari dei denti

mobilità dei denti – edentulismo

SISTEMA riduzione forza masticatoria – mixing dei cibi

MUCOLO - modificazioni della deglutizione, articolazione

ARTICOLARE della parola

E. Ferrari, P .Salvioli, C. Mussi, Il cavo orale, G.GERONTOL:2007;55:21-38

20 DENTI PERMETTONO DI MASTICARE QUALSIASI COSA !

La perdita dei denti può comportare da un lato riduzione della capacità masticatoria,

con mutamento delle abitudini alimentari, disfagia e difficoltà digestive,

dall’altro un isolamento auto-imposto per riluttanza a parlare, sorridere e mangiare

batteri presenti nel cavo orale rappresentano una complessa comunità che si

I automantiene dopo aver aderito e colonizzato alla superficie dei denti,

mucosa, gengive ed eventuali protesi

Blacca batterica – tartaro processo flogistico

• Più di 300 specie batteriche che si coaggregano con interazioni complessi

• Una componente predominante è lo Streptococco mutans che si

riproduce nel biofilm della superficie del dente (placca) trasformando i

carboidrati in acido lattico. È capace di erodere lo smalto.

CATTIVA IGIENE ORALE

Passaggio in circolo

Rischio di aspirazione di microrganismi

di microrganismi che colonizzano

nelle vie aeree il cavo orale

Maggior rischio di Rischio di SEPSI

INFEZIONI POLMONARI

Un buon livello di igiene del cavo orale riduce l’incidenza di infezioni delle vie

respiratorie e la mortalità per polmonite

Yoneyama T.et al., Oral care reduces pneumonia in older patients in nursing homes, JAGS 2002;50:430-3

INFEZIONE DA CANDIDA ALBICANS

• Le infezioni della mucosa orale e della lingua conseguono spesso a

situazioni di riduzione delle difese immunitarie, malnutrizione,

prolungata terapia antibiotica.

• Molto frequente è l’infezione sostenuta da un micete la Candida Albicans.

• Questo micete, normalmente commensale privo di invasività,

nel soggetto defedato può causare infezioni difficilmente controllabili

come la sepsi.

• Quando si manifesta una candidosi orale, è presente anche un’alterazione

della flora batterica intestinale.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

14

PESO

261.78 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Quarta lezione Elisabetta Cianfanelli - Infermieristica Clinica - Cura del Cavo Orale - Firenze. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Igiene del cavo orale, Identificare le più frequenti alterazioni delle strutture e delle funzioni del cavo orale, Descrivere le conseguenze di una cattiva igiene orale, ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (BORGO SAN LORENZO, EMPOLI, FIGLINE VALDARNO, FIRENZE, PISTOIA, PRATO)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Infermieristica Clinica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Cianfanelli Elisabetta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Infermieristica clinica

Infermieristica Clinica I – Bilancio idrico – Slides
Dispensa
Infermieristica Clinica - Appunti Completi
Appunto
Infermieristica Clinica
Appunto
Infermieristica Clinica I – Eliminazione intestinale
Appunto