Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Risposta Immunitaria Umorale

Risposta Immunitaria Umorale distruggere i microrganismi extracellulari e

La ha il compito di

loro tossine prevenire la diffusione dei microrganismi intracellulari

(batteri, miceti) e di , come i

virus bloccandoli prima che infettino la cellula ospite evitando la diffusione dell’infezione

, o

attraverso i fluidi extracellulari .

La regola generale della risposta immunitaria specifica è che i linfociti naïve Ag-specifici non

possono essere attivati solo dall’Ag ma richiedono segnali accessori.

L’

attivazione delle cellule B naïve e la loro differenziazione in plasmacellule è indotta dall’Ag e

modulata dalle cellule T effettrici armate CD4 cellule T 2 T 1

viene , specie le e alcune volte le ,

H H

controllano anche lo scambio di isotipo contribuiscono

definite cellule T adiuvanti, che e

all’innesco dell’ipermutazione somatica dei geni della regione variabile dell’Ab .

natura dell’Ag

Risposta Anticorpale

La viene distinta in 2 tipi in base alla : richiede la

 risposta anticorpale T-dipendente Ag proteici

diretta contro per cui

cooperazione da parte dei linfociti T helper (Ag timo-dipendenti). non richiede

 risposta anticorpale T-indipendente Ag non proteici

diretta contro per cui

l’intervento dei linfociti T helper (Ag timo-indipendenti). Ag proteici

La viene indotta da (tossina difterica,

Risposta Anticorpale T-dipendente

cooperazione dei linfociti T adiuvanti T 1 o T 2

emoagglutinina virale…) e richiede la , , per cui gli

H H

Ag proteici sono detti Ag timo-dipendenti (TD).

risposta ai microrganismi non è immediata necessaria l’attivazione dei

In tal caso la perché è

linfociti T naïve da parte del complesso peptide-MHC di classe II presentato dai macrofagi o

, seguita dall’

cellule dendritiche attivazione delle cellule B da parte delle cellule T adiuvanti e

dall’

intervento di altre cellule presenti negli organi linfatici secondari , indispensabili per

, l’

scambio di classe ipermutazione somatica maturazione per affinità

favorire lo e la .

linfociti B che legano l’Ag

In assenza del segnale attivante fornito dalle cellule T adiuvanti i

proteico diventano anergici. linfociti T e linfociti B che esprimono

si ha l’intervento di

Nella risposta anticorpale t-dipendente

recettori TCR e BCR specifici per lo stesso Ag proteico capaci di riconoscere lo stesso Ag epitopi

, o

diversi appartenenti allo stesso Ag , per cui si parla di riconoscimento congiunto che ha due

consente di ottenere un vaccino

importanti conseguenze, cioè una conseguenza positiva perché

contro batteri capsulati Haemophilus influenzae

, come , e una conseguenza negativa perchè

causa reazioni allergiche agli antibiotici penicilline

, come le .

Dobbiamo ricordare che la frequenza di linfociti naïve per qualsiasi Ag è bassa, stimata tra 1/10.000

e 1/100.000, per cui la possibilità di incontro tra un linfocita T e un linfocita B con lo stesso Ag

8 12

specifico dovrebbe essere pari a 1/10 -1/10 .

linfociti T dotati di recettori TCR Ag-specifici sono intrappolati nelle zone T corticali del

I in seguito all’

linfonodo incontro con l’Ag presentato dalle cellule dendritiche .

cellule B dotate di recettori BCR Ag-specifiche sono intrappolate nelle zone T con un

Le

meccanismo simile maggior parte delle cellule B si sposta velocemente dalla zona a cellule

: la

T alla zona a cellule B follicolo primario

, nel .

linfociti T helper CD4 preattivati dal precedente incontro con lo stesso Ag esprimono il

I ,

ligando di CD40 secernono varie citochine subiscono una variazione

(CD40L), (IL-4, 5 e 6) e

< dell’espressione dei recettori

dell’espressione di alcuni recettori di membrana , infatti si ha una

CCR7 > dell’espressione del recettore CXCR5 interagisce con la chemochina CXCL13

e un che

secreta dalle cellule dendritiche follicolari e cellule stromali follicolari che favorisce il

reclutamento dei linfociti T helper dalle aree T verso le zone marginali del follicolo .

Ig di membrana IgM e IgD

linfociti B naïve riconoscono e

Nel frattempo i attraverso le , (BCR),

legano l’Ag internalizzano mediante endocitosi endosomi processano in corti

, lo , poi negli lo

peptidi assemblati alle molecole MHC-II espressi sulla superficie cellulare

che sono ed .


PAGINE

3

PESO

341.61 KB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Immunologia sui seguenti argomenti: risposta immunitaria umorale (Linfociti B antigene specifici), distruzione dei patogeni extracellulari e loro tossine, prevenire la diffusione dei microrganismi intracellulari, risposta anticorpale T-dipendente e T-indipendente, antigeni proteici e non proteici, attivazione dei linfociti B, differenziazione in plasmacellule secernenti Ab specifici.


DETTAGLI
Esame: Immunologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Immunologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Conese Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Immunologia

Immunologia - Inflammosoma
Appunto
Immunologia - trapianti e rigetto
Appunto
Immunologia – HIV
Appunto
Immunologia – attivazione dei linfociti T naive maturi
Appunto