Che materia stai cercando?

Tessuto connettivo

Appunti di Istologia della prof. Elisabetta Caramelli su: il tessuto connettivo e le sue funzioni, il sistema fondamentale, la matrice extracellulare, GAG, acido ialuronico, proteoglicani, glicoproteine, funzioni delle fibre, fibre collagene..etc.etc.

Esame di Istologia docente Prof. E. Caramelli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Proteoglicani

Quasi tutte le cellule dei tessuti del nostro organismo

sintetizzano proteoglicani in quantità e tipologie variabili.

Li montano sulla membrana plasmatica con funzioni di:

riconoscimento

interazione con l’ambiente circostante.

Le cellule specializzate a sintetizzarli:

• fibroblasti

• condroblasti

• osteoblasti

• odontoblasti

• cellule della cornea

• cellule muscolari lisce delle tonache dei vasi sanguiferi

La biosintesi avviene nelle cisterne dell’apparato di Golgi

“per montaggio” della componente carboidratica sulla catena proteica preformata sui

ribosomi del reticolo endoplasmatico rugoso (RER).

I proteoglicani vengono secreti all’esterno tramite vescicole di esocitosi.

La degradazione avviene nel comparto lisosomiale ad opera di enzimi specifici.

Proteoglicani

Funzioni

- Reti tridimensionali aggrovigliate contenenti acqua.

Occupano un volume molto più elevato dei loro singoli

componenti.

- Stato di gelificazione che costituisce una impalcatura stabile di

mantenimento dell’architettura del tessuto.

- Filtro molecolare:

seleziona le molecole presenti nel liquido interstiziale e ne

influenza la velocità di transito.

- Intervengono nella formazione di fibre collagene ed elastiche.

Glicoproteine

Sono molecole più piccole rispetto ai proteoglicani

dove la componente glucidica è inferiore a quella

proteica (60-90%) e diversa rispetto a quella

presente nei GAG.

Glicoproteine

- Fibronectina

3 forme:

- proteina plasmatica circolante

- proteina che si attacca transitoriamente alla superficie cellulare

- fibrille insolubili che formano parte della matrice extracellulare

- Laminina

Prodotta dalle cellule epiteliali

- Entactina

Si lega alla laminina

Proteina di collegamento tra laminina e collagene IV

- Tenascina

Controllo dell’adesione cellulare nei tessuti embrionali

Molecole di adesione cellulare

- Caderine

Interazione cellula-cellula

- Integrine

Interazione cellula-matrice extracellulare

Posseggono 3 domini:

- citoplasmatico

- transmembrana

- extracellulare Fibre

le FIBRE della matrice extracellulare, formano una impalcatura tridimensionale

e sono composte da: glicoproteine

Funzioni Sostegno

Organizzazione spaziale Tipologie

collagene elastiche

reticolari

Fibre collagene

Famiglia di molecole glicoproteiche.

Sono un terzo delle proteine totali del nostro organismo.

Il monomero proteico TROPOCOLLAGENE è costituito di 3 catene

polipeptidiche alfa con configurazione elicoidale.

Attualmente sono stati identificati oltre 15 differenti tipi di collagene.

Il collagene non è una molecola inerte, ma subisce continui ricambi

anche se con ritmi diversi durante tutta la vita dell’organismo.

Ogni fibra è costituita da fibrille.

Le fibrille sono costituite da microfibrille.

Le microfibrille sono il risultato della polimerizzazione delle molecole di

tropocollagene di tipo I.

Fibre collagene

ORGANIZZAZIONE

-Le molecole di tropocollagene si dispongono in successione e si

associano parallelamente

-Le microfibrille presentano nella loro lunghezza una bandeggiatura

trasversale che si ripete per un periodo di 67nm.

-Il periodo corrisponde ad un quarto della lunghezza totale della

molecola di tropocollagene che è di 280 nm.

PERCHE' LA BANDEGGIATURA:

1. Ogni estremità di 1 unità di tropocollagene non tocca l'estremità della

molecola seguente,ma vi è interposto uno spazio vuoto di 35 nm

2. Ogni unità di tropocollagene di una fila, partendo sfalsata rispetto a

quella della fila parallela di una lunghezza pari al periodo, pesenta una

zona di sovrapposizione di circa 32 nm.

Fibre Reticolari

Sono il prodotto di polimerizzazione di unità di tropocollagene di

tipo III.

Il tropocollagene di tipo III ha un più alto contenuto di glucidi rispetto al

collagene di tipo I.

Le fibrille tendono a decorrere isolate, intrecciandosi tra loro per formare

una delicata trama di fibre reticolari.


PAGINE

19

PESO

1.45 MB

AUTORE

vip22

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Istologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze infermieristiche ed ostetriche
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher vip22 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Caramelli Elisabetta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istologia

Ghiandole Esocrine
Appunto
Organi Emopoietici
Appunto
Tessuto cartilagineo e tessuto adiposo
Appunto
Tessuto muscolare
Appunto