Che materia stai cercando?

Il linguaggio del cinema e movimenti di macchina Appunti scolastici Premium

Appunti di Linguaggi del cinema e della tv sul linguaggio del cinema e movimenti di macchina basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Canova dell’università Libera Università di Lingue e Comunicazione - Iulm, Facoltà di Comunicazione relazioni pubbliche e pubblicità. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Linguaggi del cinema e della Tv docente Prof. G. Canova

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

•CAMPI:

-CAMPO LUNGHISSIMO: lo spazio abbracciato in tutta la sua estensione, non ci sono figure

umane.

-CAMPO LUNGO: è rappresentato ancora nella sua estensione, ma essendo inquadrato da un

punto più ravvicinato, sono ancora distinguibili le figure umane.

-CAMPO MEDIO: la figura umana comincia ad assumere rilievo, ma non arriva ancora a lambire,

con testa e piedi, i margini del quadro. (dà stessa importanza a luogo e personaggi)

•PIANI

-FIGURA INTERA: l’altezza del personaggio occupa l’intera altezza del quadro

-PIANO AMERICANO: taglia la figura umana dalle ginocchia in su, (unico non di derivazione

pittorica o fotografica) es cowboy che impugna la pistola in un western.

-MEZZA FIGURA: la figura umana è tagliata all’altezza della cintola.

-PRIMO PIANO: mostra la figura umana dalla testa fino alle spalle o al busto.

-PRIMISSIMO PIANO: limita l’immagine alla sola testa, con al limite il collo del soggetto ripreso.

-PARTICOLARE: il quadro è riempito dal particolare del corpo umano.

-DETTAGLIO: il quadro è riempito dal dettaglio di un oggetto o di un animale.

→CAMPI E PIANI SONO INFINITI E AD INVENZIONE DEL CINEASTA.

→NON HANNO UN SIGNIFICATO SPECIFICO SE NON QUANDO CONTESTUALIZZATI, MA IN

GENERE:

•i campi hanno funzione descrittiva

•i piani hanno funzione espressiva e di sottolineatura drammatica

•ANGOLAZIONI (sono spesso motivate)

è la posiozione che la m.d.p può assumere rispetto alla realtà inquadrata:

NORMALE: la m.d.p è posta all’altezza dell’occhio umano in posizione frontale, asse parallelo a

quello dell’orizzonte.

OBLIQUA DAL BASSO: la m.d.p è posta ad altezza inferiore a quella dell’occhio umano, il suo

asse ottico è rivolto verso l’alto.

SUPINA: (contre plagèe): la m.d.p è perpendicolare al suolo, con l’asse ottico verso l’alto.

OBLIQUA DALL’ALTO: la m.d.p è posta a un’altezza superiore all’occhio umano.

PLONGE’E: inquadratura dall’alto

(nel quarto potere di orson-welles inquadratura dal pavimento)

•INCLINAZIONI (inquadratura fuori bolla)

quando l’asse ottico non è parallelo all’asse dell’orizzonte viene spesso utilizzata per dare un

senso di instabilità.

•FORMATO SCHERMICO: rapporto tra altezza e larghezza (grandezze del quadro)

•ILLUMINAZIONE: funziona come operatore drammatico essenziale: frammenta lo spazio, lo

rende riconoscibile, artificiale, aggiunge significati simbolici.

•OBBIETTIVI DI RIPRESA: la scelta degli obbiettivi influisce sulla quantità e qualità dello spazio

ripreso.


PAGINE

3

PESO

15.78 KB

AUTORE

Sidies

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Comunicazione, Media e pubblicità
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sidies di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguaggi del cinema e della Tv e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Libera Università di Lingue e Comunicazione - Iulm o del prof Canova Gianbattista.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Linguaggi del cinema e della tv

Hitchcock: analisi di otto film e delle tematiche trattate dal regista
Appunto
Linguaggi del cinema e della tv - lezioni
Appunto
La finestra sul cortile (Hitchcock) analisi film Canova
Appunto
Linguaggi del cinema e della tv - Appunti
Appunto