Che materia stai cercando?

Riassunto esame Igiene, Elementi di metodologia epidemiologica, Signorelli, prof. Lemma

Sunto per l'esame di Igiene mentale, basato su rielaborazione di appunti personali e studio del testo consigliato dalla docente Lemma, Elementi di metodologia epidemiologica, Signorelli. Gli argomenti trattati sono: Definizione di epidemiologia, Storia naturale delle malattie.

Esame di Igiene mentale docente Prof. F. Lemma

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

caso/controllo (selezione di soggetti malattie in cui è valutata l’esposizione ai fattori di

rischio), coorte (selezione di soggetti sani esposti e non, seguiti nel tempo x valutare

l’incidenza o mortalità di una o + malattie)

Sperimentali:

 lo sperimentatore compie interventi diretti, manipola le condizioni di ricerca

applicando strategie terapeutiche e preventive; scarsa applicazione in campo x motivi etici.

Si distinguono in: sperimentazioni cliniche (valutazione di un intervento terapeutico in uno o

+ gruppi di pazienti affetti da una patologia), sul campo (valutazione interventi preventivi

rivolti a uno o + gruppi di soggetti sani, opere s. vaccini), sulla comunità (valutazione

interventi preventivi basati su approcci collettivi (per es. campagne di educazione sanitaria)

ecologici trasversali caso/controllo coorte sperimentali sperimentazi

descrizio comprende la effettuati x indagini molte limitazioni oni cliniche

ne tutte le popolazione è indagare il rischio finalizzate a x problemi etici controllate:

ricerche in esaminata in eziopatogenetico prevedere (intervento diretto

cui i dati un preciso di eventuali fattori l’osservazion dello ricerche

non istante x di rischio, e di un sperimentatore). eseguite su

riguardano determinare ricostruiscono la gruppo x un comprendono persone

singoli lo stato di storia clinica dei determinato sperimentazioni generalmente

individui malattia e pazienti periodo di cliniche e malate x

ma intere l’esposizione tempo preventive (sul valutare

popolazioni a fattori di (include la campo/comunitari l’efficacia di

rischio variabile o) 2 o + specifici

(fotografia) tempo: la trattamenti

sorveglianza nell’arrestare

longitudinale

è il modello o rallentare il

naturale di processo

studio) morboso (per

obiettivi analizzare descrivere la valutare il ruolo di calcolare tassi paragonare es.

dati prevalenza di uno o + fattori di di incidenza e l’efficacia di 2 o + trattamenti

aggregati, un fenomeno, rischio e loro mortalità, trattamenti, antitumorali

illustrare il ottenere eventuale relazione analisi valutare con che mio,

quadro della informazioni differenziate l’efficacia di un sperimentazi

distribuzion su x livello e intervento oni che

e delle atteggiamenti durata riguardano

malattie in della dell’esposizio nuovi farmaci

relazione al popolazione ne da immettere

tempo, verso servizi in

spazio e sanitari, uso

caratteri di strutture, commercio);

individuali, analizzare importanza

calcolare associazioni delle regole

tassi di tra fattori di etiche:

mortalità, rischio e devono

ipotizzare malattie esserci buone

associazioni ragioni

tra malattie scientifiche x

e fattori di ritenere che il

rischio nuovo

vantaggi bassi costi, libera scelta semplice, rapido, valutazione è il + corretto dal trattamento

rapidità, dati della poco costoso, contemporane punto di vista sia + efficace,

già raccolti popolazione utilizzabile anche a metodologico il paziente

e facilmente da sui x malattie rare, dell’incidenza anche x la deve essere

accessibili, selezionare il consente di di + malattie, distribuzione

l’uso di campione e indagare calcolo casuale dei fattori informato e

classificazio dei metodi di contemporaneame diretto dei non noti lasciare il

ni standard rilevazione e nte su + fattori di tassi di interferenti

facilita i criteri rischio incidenza nei consenso, se

confronti a diagnostici, gruppi esposti emerge che

livello durata breve, e non un altro

internaziona poco costoso, trattamento è

le se migliore deve

campionamen essere subito

to affidabile interrotto

risultati

generalizzabil

i

svantaggi dati scarsa non permette di lunga durata, problemi etici,

individuali applicazione calcolare incidenza organizzazion impossibilità di

poco x malattie e prevalenza ma e difficile e esporre i soggetti

disponibili, rare o brevi + solo stima dei costosa, a fattori di rischio,

i dati relativi rischi diffide lunghi e costosi

a esposizioni mantenere

pregresse costanti nel

possono tempo le

essere poco modalità di

attendibili rilevazione

distorsion sottostima conclusioni selezione non perdite al perdite al follw­

i + de fenomeni errate x accurata di casi e follow­up, up, rifiuto di

comuni x omissioni campionamen controlli cambiamento partecipazione

nella to scorretto, nel tempo di

segnalazion interpretazion tecniche di

e, e errata del rilevazione

attendibilità fattore

dubbia di causale

alcuni dati e

impossibilit

à di

verifiche

varianti analisi x censimento, studi a sperimentazioni

coorti test di coorte cliniche

screening storica controllate

C. 7 DISEGNO DELLO STUDIO EPIDEMIOLOGICO

Obiettivi della ricerca

Uno studio prevede diverse fasi sequenziali. X una buona riuscita è necessario un corretto

disegno strutturale e panificazione di tutte le situazioni che si possono incontrare x raggiungere

gli obiettivi (definita protocollo d’indagine). Fasi:

 Fase preliminare: formulazione degli specifici obiettivi di ricerca e ipotesi di partenza; esame

attento della letteratura esistente, discussione di gruppo tra tutti i partecipanti, identificazione

delle variabili da analizzare e mezzi x ottenerle

 Metodologia di studio: scelta del tipo di studio + adatto, del metodo di raccolta di informazioni,

identificazione risorse, verifica dell’accessibilità dei dati, valutazione dei tempi di esecuzione

 Popolazione e campionamento: definizione della popolazione x cui trarre le deduzioni finali,

scelta del campione + adatto al contesto, verifica dell’accessibilità e cooperatività

 Sistema di raccolta dei dati (questionari): scelta delle informazioni realmente necessarie x le

finalità preposte, preparazione questionario, definizione dei criteri x la raccolta delle

informazioni, predisposizione delle codifiche


PAGINE

6

PESO

425.73 KB

AUTORE

Ankh79

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione (SAVIGLIANO - TORINO)
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2003-2004

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ankh79 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Igiene mentale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Lemma Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Igiene mentale

Riassunto esame igiene, prof. Lemma, libro consigliato Le strategie della medicina preventiva, Rose
Appunto
Lezioni, Educazione sanitaria ed epidemiologia
Appunto
Riassunto esame Igiene, prof. Marocco, libro consigliato Igiene mentale, Rossi, Cartelli, Bucca
Appunto
Riassunto esame Psichiatria, prof. Mutini, libro consigliato Disagio adolescenziale e scuola, Muttini
Appunto