Che materia stai cercando?

Fisiologia umana - la fisiologia dell'apparato digerente Appunti scolastici Premium

Appunti di Fisiologia umana per l'esame della professoressa Iaquinta sulla fisiologia dell'apparato digerente e sui carboidrati: digestione. L’intestino tenue non può digerire i carboidrati complessi, quindi questi devono essere scomposti in monosaccaridi. La digestione chimica dell’amido o del glicogeno inizia nella bocca attraverso... Vedi di più

Esame di Fisiologia umana docente Prof. T. Iaquinta

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lipidi: assorbimento

Gli acidi grassi entrano nelle cellule epiteliali intestinali per diffusione semplice.

Poi giungono nel reticolo endoplasmatico e infine nell’apparato del Golgi che li ricombatta in

grandi particelle chiamate chilomicroni che appartengono alle lipoproteine.

I chilomicroni entrano nel flusso linfatico perché non in grado di entrare direttamente nel flusso

ematico.

Solo successivamente vengono immessi nel flusso sanguigno per essere utilizzati da molte cellule.

Principi generali della regolazione gastrointestinale

Vie nervose ed endocrine del controllo gastrointestinale

Le funzioni gastrointestinali sono per la maggior parte controllate dal sistema nervoso centrale e

dalla secrezione di cellule endocrine.

La funzione degli organi digerenti è influenzata da alcuni stimoli e le condizioni nel lume, vengono

monitorate da 3 tipi di neuroni: meccanocettori, chemocettori, osmocettori.

Quando le cellule endocrine vengono stimolate, gli ormoni secreti circolano nel flusso sanguigno.

I più importanti sono: la gastrina, la colecistochinina (CCK), la secretina e il peptide insulinotropico

dipendente (GIP). Vie riflesse brevi e lunghe

Il segnale che viaggia dai recettori ai plessi nervosi e poi agli effettori attraversa una via riflessa

breve, mentre il segnale che viaggia dai recettori al SNC, ai plessi nervosi e poi agli effettori

attraversa una via riflessa lunga.

Fasi del controllo gastrointestinale

Il controllo della funzione gastrointestinale ad opera di stimoli che originano dal SNC, è chiamato

controllo della fase cefalica.

Il controllo della funzione gastrointestinale da stimoli provenienti da stomaco e intestino tenue è

chiamato rispettivamente controllo della fase gastrica o della fase intestinale.

Secrezione gastrointestinale e sua regolazione

La secrezione salivare

La secrezione della saliva è controllata da impulsi vegetativi che giungono al centro salivare del

midollo allungato. La secrezione di acido e pepsinogeno nello stomaco

L’acido dello stomaco è secreto dalle cellule parietali e la sua secrezione è stimolata dall’attività

parasimpatica, dalla gastrina e dall’istamina.

Gli stimolano che influenzano la secrezione di acido influenzano anche la secrezione di

pepsinogeno.

Quando il cibo lascia lo stomaco gli stimoli lavorano per ridurre sia la secrezione di acido che

quella di pepsinogeno. Secrezione del succo pancreatico e della bile

La secrezione del succo pancreatico inizia negli acini del pancreas e il succo si unisce a un fluido

ricco di bicarbonato.

La secrezione del succo pancreatico varia in base agli stimoli della fase cefalica, della fase gastrica

e della fase intestinale e soprattutto dalla secretina.

Inoltre questa influenza l’entrata della bile nel duodeno, infatti in risposta ad una aumentata acidità

nel duodeno, la secretina stimola il fegato a secernere della bile. 2


PAGINE

3

PESO

29.50 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Fisiologia umana per l'esame della professoressa Iaquinta sulla fisiologia dell'apparato digerente e sui carboidrati: digestione. L’intestino tenue non può digerire i carboidrati complessi, quindi questi devono essere scomposti in monosaccaridi. La digestione chimica dell’amido o del glicogeno inizia nella bocca attraverso l’azione dell’amilasi salivare che frammenta queste molecole. Tuttavia, l’amilasi non è in grado di scomporre completamente l’amido o il glicogeno in monomeri di glucosio, quindi nell’intestino tenue l’amilasi pancreatica continua la digestione, ma neanche essa è in grado di creare dei monomeri del glucosio.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher wallacekr di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Fisiologia umana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Magna Graecia - Unicz o del prof Iaquinta Tiziana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Fisiologia umana

Fisiologia umana - la fisiologia cellulare
Appunto
Fisiologia umana - fisiologia del muscolo
Appunto
Fisiologia umana - la fisiologia del sistema cardiovascolare
Appunto
Fisiologia umana - Fisiologia del sistema nervoso
Appunto