Che materia stai cercando?

Estetica - Freud

Appunti di Estetica con un breve approfondimento su Sigmund Freud, i concetti da lui sviluppati e i testi principali pubblicati. Ottima base di partenza per uno studio di estetica e psicologia, spiega brevemente i punti chiave toccati nei vari testi pubblicati e i concetti fondamentali.

Esame di Estetica docente Prof. F. Salza

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

APPROFONDIMENTO SU SIGMUND FREUD (1856-1939)

Inizialmente si dedica allo studio dell'ipnosi e dei suoi effetti nella cura di pazienti psicolabili, influenzato dagli

studi di sull'isteria, in particolare dal caso (ossia Bertha Pappenheim, futura fondatrice dei

Josef Breuer Anna O.

movimenti di assistenza sociale e di emancipazione femminile). Dalle difficoltà incontrate da Breuer nel caso,

Freud costruisce progressivamente alcuni principi basilari della psicoanalisi relativi alle relazioni medico-paziente:

l'obiettivo della terapia psicoanalitica, è di portare allo stato cosciente i pensieri repressi/rimossi, rafforzando così

il proprio ego. Il metodo classico prevede delle sedute in cui il paziente è invitato ad effettuare delle associazioni

e Un altro elemento importante della psicoanalisi è l'assunzione, da parte dell'analista,

libere descrivere i sogni.

di un atteggiamento distaccato durante l'analisi, che permette al paziente di proiettare i pensieri e le sensazioni

sull'analista (transfert) e di riesumare e risolvere i conflitti rimossi (quelli infantili e quelli con i genitori).

Per Freud l’impulso e le sue relazioni con l'inconscio sono alla base dei processi interpretativi. Molti

sessuale

dissensi, e quindi indirizzi di pensiero alternativi (Adler, Jung …) nascono dalla contestazione del ruolo, ritenuto

eccessivo, riconosciuto alla sessualità.

Il contributo forse più significativo di Freud al pensiero moderno è la concezione di Nel 1800 domina

inconscio.

nel pensiero occidentale il che crede nella capacità degli individui di poter controllare la conoscenza

positivismo,

reale di se stessi e del mondo esterno ed esercitare un controllo razionale su entrambi. Freud invece suggerisce

che questo controllo sia un’illusione; che persino ciò che pensiamo sfugge al totale controllo/comprensione e le

ragioni dei nostri comportamenti spesso non hanno niente a che fare con i nostri pensieri coscienti. Il concetto di

inconscio sostiene che la consapevolezza è allocata nei vari strati di cui è composta la mente e che ci sono pensieri

non immediatamente disponibili in quanto "sotto la superficie" (livello cosciente).

I sogni sono gli indizi migliori per la comprensione della nostra vita inconscia. Il viene descritto come

preconscio

uno strato a cui si può accedere con meno sforzo, in quanto interposto tra il conscio e l'inconscio (il termine

subcosciente, benché usato popolarmente, è una parola derivante dalla traduzione anglosassone e non fa parte

della terminologia psicoanalitica).

Elemento cruciale del funzionamento dell'inconscio è la Secondo Freud, spesso i pensieri e le

rimozione.

esperienze sono così dolorosi che la gente non può sopportarli, allora sono banditi dalla mente, ma potrebbero

essere banditi anche dalla coscienza, costituendo l'inconscio. Il processo di rimozione è un atto non-cosciente

(cioè non si presenta con pensieri o sensazioni dipendenti dalla volontà) ed ha supposto che ciò che viene rimosso

è in parte determinato dall'inconscio. L'inconscio, per Freud, è sia causa sia effetto della rimozione.

Freud ha cercato di spiegare come l'inconscio opera e ne ha proposto una particolare struttura :

o processo di identificazione–soddisfazione dei bisogni di tipo primitivo (impulsi inconsci della libido)

Id Es

o si frappone tra Id e Superego sia per bilanciare le istanze di soddisfazione dei bisogni primitivi, sia

Ego Io le spinte contrarie derivanti dalle nostre opinioni morali ed etiche (adattamento alla realtà)

o rappresenta la coscienza e si oppone all'Id con la morale e l'etica (coscienza morale)

Superego Super-Io

Un Ego ben strutturato garantisce la capacità di adattarsi alla realtà e di interagire con il mondo esterno,

soddisfacendo le istanze dell'Id e del Superego. Freud è particolarmente interessato al rapporto dinamico tra

queste parti della mente, argomentando che la dinamica sia governata da desideri innati, ma ha anche asserito

che il rapporto dinamico muta col cambiare del contesto dei rapporti sociali.

Freud ha sviluppato il concetto di per evidenziare le molteplici cause che sottendono alla

sovradeterminazione

interpretazione dei sogni: crede che gli esseri umani siano guidati da due pulsioni basilari: la (Eros,

libido

comprende la creatività e gli istinti) e la (Thanatos, un desiderio innato finalizzato alla creazione

pulsione di morte

di una condizione di calma o non-esistenza).

Secondo Freud gli esseri umani si sono sviluppati in differenti stadi di sviluppo identificati nella (piacere

fase orale

del neonato nell'allattamento), nella (esemplificato dal piacere del bambino nel controllo della

fase anale

defecazione) e nella che a sua volta comprende la fase fallica. Freud conclude che i bambini

fase genitale,

passano a uno stadio nel quale si identificano sul genitore di sesso opposto, mentre il genitore dello stesso sesso

viene visto come un rivale. Ogni stadio è una progressione della maturità sessuale, caratterizzata da un ego più

forte e dalla capacità di ritardare la soddisfazione dei bisogni (principio e

di piacere principio di realtà).

Freud cerca di dimostrare che il suo modello, basato soprattutto sulle osservazioni della borghesia viennese, sia

universalmente valido. Ha per questo orientato i suoi studi verso la mitologia antica e l'etnografia per trovare

materiale comparativo. Ha utilizzato la tragedia greca di Sofocle per precisare che, soprattutto negli

Edipo Re

adolescenti, è presente il desiderio dell'incesto e contemporaneamente la necessità di reprimere quel desiderio. Il

è descritto come una condizione dello sviluppo e della consapevolezza psicosessuale. Ha

complesso di Edipo

inoltre orientato i suoi studi sull'antropologia e sul totemismo, sostenendo che lo stesso riflette la codificazione di

un complesso di Edipo relativo alla tribù (si veda Totem e Tabù).

L’interpretazione dei sogni (1900) 1

Approfondimento


PAGINE

4

PESO

105.37 KB

AUTORE

moondrop

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Estetica
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in filologia e letteratura dell'antichità
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher moondrop di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Estetica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Salza Fulvio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!