Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

presenta nell’ambiente circostante

traducendola in un quesito (?), e

si attiva adottando delle strategie.

ANALISI = scomposizione in parti del problema al fine

di decifrarlo attraverso i saperi preesistenti

per confermare i propri schemi conoscitivi

o elaborarne dei nuovi più funzionali

IPOTESI = procedere per tentativi ed errori.

VERIFICA= Questa fase di verifica, prevede una

valutazione sulla base della convenienza per il soggetto

il quale sceglierà la soluzione che ritiene essere più

vantaggiosa; per tanto la verifica deve dimostrare che il

segno a cui è stato dato un significato, trova la sua

collocazione nello schema mentale preesistente del

soggetto modificandolo e rispetto alla collocazione del

segno anche l’uomo troverà una sua collocazione

soddisfacente nella realtà .Più sarà alto il gradiente di

soddisfazione per la soluzione scelta e più questa

inciderà sul modo di pensare e di sentire del soggetto.

2. Partecipazione : è condizione del conoscere. La dimensione partecipativa è regolata per lo più

dalla logica del piacere in base alla quale l’individuo viene attratto dal segno che ha un

determinato gradiente di piacere il quale si attiva tramite il desiderio: segno piacere

positivo o negativo desiderio di avvicinamento e di allontanamento

L’apice del processo partecipativo è il coinvolgimento emozionale

In tal modo il soggetto diventa partecipe, empatico, si muove verso il segno non più estraneo.

 Nella dinamica dell’avvicinamento il soggetto è preso dal segno oggetto del desiderio che

appare come un bene e i due diventano parte integrante l’uno dell’altro e così l’oggetto entra

nella sfera dell’io individuale mentre se l’oggetto è indifferente allora rimane nella sfera

dell’io collettivo .

 Nella dinamica dell’allontanamento il soggetto tende a prendere le distanze dal segno

oggetto del desiderio che appare come una minaccia, un male da evitare.

Nel I° caso si attiva il meccanismo psichico della fusione, nel II° caso quello della rimozione.

La dimensione partecipativa che è regolata dalla sfera sensoriale ed emozionale, non prescinde

dalla componente razionale .

Quando il processo partecipativo giunge all’apice, si sperimentano nuove emozioni e sensazioni

delle quali quelle valide vengono inserite nella struttura mentale pregressa che quindi viene

modificata. Quando invece nel processo partecipativo si sperimentano emozioni negative, vi è

un affievolimento del coinvlgimento emozionale e subentra uno stato di insoddisfazione che

porta a prendere le distanze dall’esperienza vissuta fino a rimuoverla dagli chemi mentali

3. Agire : L’agire è atto costitutivo dei viventi ed è il frutto della connessione tra i 3 tipi di domini

conoscitivi (sensoriale emozionale e razionale). Esso è basato sulla decisione e mira a concretizzare

il risultato della stessa

Il processo dell’agire parte e termina con uno stato di quiete e può essere definito come

l’alterazione temporanea di una condizione di stasi. L’assenza di attività è espressione della

potenzialità di agire del soggetto. Questi momenti di inoperatività, stasi, portano il soggetto alla fase

di ricerca che lo spinge ad intraprendere ulteriori attività. 2

CONOSCENZA E’ DATA DA:

Emozioni + Sensazioni +Percezioni + Ragione = Sentimenti

Forme pensare stabili e sentite del pensare

Forme stabili e consapevoli del sentire

Capitolo 2

L’emergere della ricerca azione partecipativa sul piano internazionale del secondo 900

La teoria e la pratica della ricerca azione partecipativa si sono andate sviluppando negli anni 50 e 60

quando è stato messo in risalto il concetto di People as experts inteso come l’enfatizzazione del

protagonismo di chi è portavoce del “problema” da risolvere. La realizzazione di tale protagonismo

esige lo svolgimento di una specifica e adeguata azione formativa ed è in questo senso che il

metodo RAP è stato assunto come base di molti programmi di educazione degli adulti in diverse

parti del mondo in quegli anni. A riguardo si tenne nel 1980 un Forum Internazionale sulla Ricerca

Partecipativa a Lubiana nel quale occupava un posto in primo piano l’azione del Consiglio

Internazionale di Educazione degli Adulti. La Ricerca Partecipativa presentata nel dibattito viene

descritta come un processo integrato che riunisce indagine sociale,attività formativa e azione

educativa. La ricerca partecipativa trova applicazione in quelle società più povere e svantaggiate. In

questi casi è più facile che le popolazioni non riescano a trovare una via d’uscita dalla situazione

emarginante in cui vengono a trovarsi; a questo punto diventa necessario sostituire ad una politica e

ad una cultura che hanno generato condizioni di sottosviluppo e di emarginazione una politica e una

cultura dello sviluppo che abbiano come obiettivo il ribaltamento di quelle condizioni. Urge dunque

l’intervento di una politica avanzata che metta a disposizione della comunità i suoi strumenti di

lavoro affinchè le scelte prese tengano conto dei bisogni della comunità e anche del contesto in cui

essa vive.

La RAP in Europa

Il consiglio internazionale di Educazione degli Adulti, riguardo l’Europa proponeva la formazione

di due gruppi di lavoro: uno per il Nord Europa e l’altro per il Sud Europa riconoscendo l’efficacia

della RAP nel Sud dell’Europa sottosviluppato rispetto al Nord. Il gruppo Sud europeo si è posto

l’obbiettivo di unificare la cultura europea tenendo conto delle differenze tecniche e culturali dei

vari stati. Date le diversità, la RAP nel Sud Europa si è rivelata essere per niente neutrale dovendosi

adattare alle condizioni di ogni singolo paese tanto che nei vari paesi europei essa è stata ritenuta

dai ricercatori una metodologia diversa da quella applicata nel Nord e scarsamente

scientifica.Tuttavia l’esperienza del sud dell’Europa insegna che la RAP pur in presenza di 3

differenze nazionali notevoli è stata considerata una teoria socio educativa e una metodologia

d’intervento all’avanguardia per il riscatto delle popolazioni più svantaggiate, divenendo

l’interprete di più vasti movimenti di emancipazione popolari presenti e attivi in ciascun paese.

La RAP in Italia

In Italia anche se in scala, la RAP si è imbattuta nella stessa tipologia di problema che si stava

avendo allo stesso tempo in Europa, ovvero anche nel nostro paese si è riscontrata una differenza tra

il nord più evoluto e il sud sottosviluppato; ed è stata quindi utilizzata una diversa metodologia a

seconda dell’area interessata. Dal dopoguerra in poi, la RAP ha avuto una notevole evoluzione

passando dal recupero dell’alfabetizzazione scolastica alla promozione delle attività di

autoeducazione e di autosviluppo culturale tanto che oggi l’EDA in Italia si configura sempre più

come un comparto all’interno del concetto di Lifelong Learning (apprendimento durante tutto l’arco

della vita)

I quattro capisaldi della RAP:

I° connotazione: La RAP = ricerca operativa

Influenza reciproca Perseguimento di

Rapporto tra teoria e pratica un approccio

paritario tra per trovare olistico che

soggetti soluzioni diverse consideri sia le

Non in grado di scienze

diversificazione adattarsi alle dell’uomo che

tra sogg e ogg situazioni della natura

insieme

II°connotazione RAP = pedagogia della ricerca

Attiva processi di ricerca

APPROCCIO APPROCCIO

RAZIONALE INTUITIVO

ANALITICO NON

ANALITICO

III° connotazione: RAP = pedagogia dell’azione 4


ACQUISTATO

6 volte

PAGINE

7

PESO

57.86 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Educazione degli adulti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Suor Orsola Benincasa - Unisob o del prof Orefice Paolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Educazione degli adulti

Educazione degli adulti – Pedagogia
Appunto
Educazione degli adulti – Statistica
Appunto
Educazione degli adulti – Multieda
Appunto
Riassunto esame Antropologia Culturale, prof. Moro, libro consigliato Rovine e Macerie, Augè
Appunto