Che materia stai cercando?

Educazione degli adulti – Multieda Appunti scolastici Premium

Appunti di Educazione degli adultiMultieda. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Aureliana Alberici apre il dibattito ricostruendo l’evoluzione che ha subito nel nostro paese l’educazione degli adulti in questo ultimo decennio, indicando come tappe importanti alcuni provvedimenti legislativi, come il Patto... Vedi di più

Esame di Educazione degli adulti docente Prof. P. Orefice

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

“totalità”, dalle molteplici componenti, non definito ma pronto e desideroso di apprendere per cambiare e

progredire. Le varie emergenze educative che stanno delineandosi, come la multiculturalità della società o il

bisogno di acquisire conoscenze riguardo l’ambiente per salvaguardare il proprio benessere, aprono un nuovo

scenario in cui l’adulto può rivedere il proprio percorso formativo sia dal punto di vista relazionale che

cognitivo. L’adulto si trova così “...oggi allo stesso tempo, oggetto e soggetto di un nuovo progetto umano

così come di un ulteriore progetto formativo volto ad esercitare riscoperte, funzioni di cittadinanza.” (p. 122)

La seconda sezione comprende interventi di impostazione per lo più metodologica ed istituzionale. Nel primo

contributo, Federico Batini esamina i percorsi di autoformazione degli adulti in modalità e-learning,

valutandone vantaggi e svantaggi, constatando che il traguardo della realizzazione di una reale società della

conoscenza rimane ancora molto lontano. La formazione a distanza potrebbe contribuire alla

democratizzazione della formazione, ma fino ad oggi le nuove tecnologie dell’informazione non sono state in

grado di garantire una diffusione dell’istruzione a causa del disuguale accesso ed utilizzo da parte dei cittadini

in relazione alla classe sociale o al luogo di residenza. L’autore conclude compiendo una breve analisi sulle

modalità di formazione on-line attualmente proposte, tracciando per ognuna le caratteristiche peculiari e

fornendo alcune valutazioni sulla base dell’esperienze realizzate.

Antonia Cunti concentra il suo intervento sull’evoluzione che ha subito la concezione di lavoro in ambito socio-

educativo e sulle competenze professionali che qualificano l’operatore socio-educativo. Dapprima l’autrice

esplora il concetto di professionalità educativa poi prende in esame l’esercizio del ruolo professionale

all’interno delle organizzazioni considerando le possibili dinamiche che possono instaurarsi. Infine, esamina le

principali competenze che caratterizzano e qualificano la professionalità degli operatori dei servizi d’aiuto alla

persona.

Maria Luisa Iavarone ritiene che la condizione di “benessere”, in una visione ecosistemica della salute, sia da

ritenersi un diritto degli uomini, i quali vanno aiutati a conquistarla. Infatti, secondo l’autrice il benessere può

essere appreso e quindi anche insegnato, da cui la necessità di un’opportuna formazione degli operatori socio-

sanitari. Insegnare ad imparare a star bene significa aiutare gli individui a sviluppare il proprio empowerment,

ad “imparare ad imparare a star bene”. In base al concetto di “salute” inteso nel suo significato

omnicomprensivo di “benessere” socio-psico-fisico, cambia il modo di intendere l’educazione sanitaria: infatti,

è più opportuno parlare di “educazione alla salute”, a sottolineare l’evoluzione da una cultura della “malattia”

verso una della “salute e benessere” dell’individuo e della società. Questa forma di educazione dovrà essere

permanente e finalizzata a favorire lo sviluppo di capacità di tutela autonoma della propria salute e del proprio

territorio. In questo nuovo scenario l’operatore sanitario assumerà anche un ruolo di facilitatore

dell’apprendimento. Giacomo Vaccaro studia i paradossi dell’attuale società della globalizzazione nell’ambito

della salute ed individua come principali distonie le cosiddette “morti evitabili”, cioè quelle le cui cause

potrebbero essere rimosse se le istituzioni intervenissero in modo adeguato.

Le cause principali di questa categoria di decessi sono: incidenti stradali o sul lavoro o casalinghi;

inquinamento dell’aria; fumo di tabacco; errata alimentazione; stress.

Il migliore intervento per evitare tali decessi è la prevenzione di cui l’autore descrive possibili modalità di

attuazione basate sulla concertazione tra enti istituzionali e non. A riguardo porta come esempio il Sistema

integrato di Prevenzione, tracciato dal PSN, all’interno del quale può essere inserita l’educazione degli adulti.

Stefano Beccastrini punta l’attenzione sul ruolo dell’EDA per la realizzazione di uno sviluppo sostenibile. In

questo contesto l’EDA assume come finalità primaria lo sviluppo dell’empowerment sociale per consentire alle

comunità di gestire autonomamente e democraticamente lo sviluppo sostenibile del proprio territorio. L’autore

passa brevemente i rassegna i documenti più significativi redatti sul concetto di sviluppo sostenibile e di EDA.

Si sofferma in particolar modo ad analizzare il Memorandum dell’Unione Europea sul lifelong learning cercando

di interpretarne la valenza dal punto di vista dell’educazione di comunità per lo sviluppo sostenibile. L’autore

propone la costituzione di un sistema articolato di “educazione di comunità per lo sviluppo sostenibile”

costituito, per libera scelta, da vari soggetti tra loro interagenti e impegnati alla progettazione di percorsi di

educazione permanente allo sviluppo sostenibile. Loredana Aurelio Calegato propone alcune riflessioni sul

Memorandum sull’Istruzione e la Formazione Professionale offrendone una lettura di più ampio respiro, che

non si esaurisce sul piano della formazione professionale, ma che è in grado di cogliere quei messaggi

significativi che auspicano e sostengono lo sviluppo di un cittadino che diventa soggetto centrale ed attivo

della società. Per poter realizzare tale obiettivo risulta fondamentale la formazione permanente che dovrà

prevedere l’integrazione di tutte le risorse presenti nel territorio. Secondo l’autrice possono assolvere

efficacemente questo compito i Comuni e riporta, a riguardo,alcuni esempi di esperienze positive.

Ubaldo Radicioni invita a rivolgere l’attenzione sul cambiamento indotto dal concetto di “apprendimento

permanente” nello scenario teorico e politico della formazione, poiché esso fa riferimento ad un processo che

si svolge anche al di fuori delle sedi istituzionali ed è centrato sulla libera scelta del soggetto. I principali

fattori che hanno determinato tale importante cambiamento sono l’affermarsi della “società della conoscenza”

e la “rivoluzione demografica” che hanno messo in discussione il “ciclo fordista” della vita nel quale c’è un’età

per studiare, per lavorare, per andare in pensione. Anche le finalità della formazione cambiano in un’ottica di

lifelong learning, poiché obiettivo primario diventa lo sviluppo delle capacità di apprendere in tutte le sue


PAGINE

4

PESO

31.97 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Educazione degli adultiMultieda. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Aureliana Alberici apre il dibattito ricostruendo l’evoluzione che ha subito nel nostro paese l’educazione degli adulti in questo ultimo decennio, indicando come tappe importanti alcuni provvedimenti legislativi, come il Patto sociale per lo sviluppo e l’occupazione, del 12/98,che forniva indicazioni per la costituzione di un’offerta integrata di istruzione e formazione non solo professionale...


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Educazione degli adulti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Suor Orsola Benincasa - Unisob o del prof Orefice Paolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Educazione degli adulti

Educazione degli adulti – Ricerca azione partecipativa
Appunto
Educazione degli adulti – Pedagogia
Appunto
Educazione degli adulti – Statistica
Appunto
Riassunto esame di Storia della Filosofia, prof. Antonio Gargano, libro consigliato Filosofia moderna, A.Gargano
Appunto