Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’ottimizzazione: ciò che il consumatore sceglie

• Il consumatore potrebbe andare in B ma non gli conviene, vorrebbe andare in A ma non può

• Il massimo livello di soddisfazione che il consumatore può raggiungere è rappresentato dalla

curva di indifferenza che tocca il vincolo di bilancio in un solo punto (ottimo)

• Nell’ottimo la pendenza del vincolo è uguale a quella della curva di indifferenza

• il consumatore, quindi, sceglie quella composizione di beni per la quale il TMS (tasso per il

quale il consumatore è disposto a scambiare un bene per un altro) è uguale al prezzo relativo

(tasso al quale il mercato è disposto a scambiare un bene per un altro)

L’effetto delle variazioni di prezzo sulle scelte del consumatore (vedere grafico)

Il prezzo della birra scende da 2 a 1 €

Effetto di reddito ed effetto di sostituzione

• L’effetto della variazione del prezzo di un bene sul consumo può essere scomposto in due:

• effetto di reddito

• effetto di sostituzione

• Per definire meglio i due effetti, consideriamo la reazione del consumatore quando il prezzo

della birra diminuisce. Egli potrebbe seguire due ragionamenti:

• Poiché il prezzo della birra è diminuito, è come se il mio reddito fosse maggiore per cui posso

acquistare più birra, ma anche più pizza (effetto di reddito)

• Poiché il prezzo della birra è diminuito, posso ottenere più lattine di birra per ogni pizza alla

quale rinuncio. Poiché la pizza è più costosa in termini relativi, dovrei acquistare meno pizza e

più birra (effetto di sostituzione)

… Qual è il risultato della combinazione dei due effetti? (vedere grafico)

…Graficamente

• possiamo descrivere graficamente l’effetto di reddito e l’effetto di sostituzione per mezzo di

curve di indifferenza:

• l’effetto di reddito è la variazione di consumo che risulta dal passaggio a una curva di

indifferenza più elevata

• l’effetto di sostituzione è la variazione di consumo indotta dal passaggio in un punto della

medesima curva di indifferenza con un tasso marginale di sostituzione diverso

…Graficamente (vedere grafico)

Estrapolare la curva di domanda

• Abbiamo visto come le variazioni di prezzo modifichino il vincolo di bilancio del consumatore

e, perciò, le quantità acquistate dei due beni

• La curva di domanda di ogni bene, riflette tali decisioni di consumo

Un’applicazione pratica

1. Tutte le curve di domanda hanno pendenza negativa?

2. Normalmente, se un bene aumenta di prezzo, se ne acquista una quantità minore (legge della

domanda)

3. Teoricamente, però, le curve di domanda possono anche avere pendenza positiva (evenienza

estremamente rara in economia). In altre parole un consumatore può violare la legge della

domanda e acquistare una maggiore quantità di bene al crescere del suo prezzo (bene di Giffen)

I beni di Giffen (vedere grafico)

Le frontiere della microeconomia

Come tutti gli scienziati, anche gli economisti sono sempre alla ricerca di nuove aree di studio e

1. di nuovi fenomeni da analizzare

Varie tematiche di frontiera rivelano come gli economisti stiano tentando di espandere la

2. propria comprensione del comportamento umano e della società

L’informazione asimmetrica

3. Una differenza nell’accesso a conoscenze rilevanti è detta asimmetria dell’informazione

4. Esempi:

5. un lavoratore sa meglio del proprio datore di lavoro quanto impegno profonde nello svolgere la

6. mansione che gli è stata affidata;

chi vende un auto usata conosce meglio di chi l’acquista le sue condizioni meccaniche

7.

Le azioni nascoste, principali, agenti e rischio morale

Il rischio morale è il problema che sorge quando un individuo, detto agente, esegue un

1. compito per conto di un altro, detto principale

Se il principale non può controllare perfettamente il comportamento dell’agente, questi tende ad

2. impegnarsi meno di quanto il principale ritenga adeguato

La definizione di “rischio morale” si riferisce al comportamento “immorale”, da parte

3. dell’agente

Il rapporto di lavoro subordinato è un esempio classico (il datore di lavoro è il principale e il

4. lavoratore dipendente è l’agente)

Come può essere affrontato il problema?

Il datore di lavoro, in questo caso, può rispondere al problema in tre modi diversi:

o Migliori controlli

o Salari elevati: essi dovrebbero incentivare comportamenti responsabili perché, i

o lavoratori saprebbero che, se venissero licenziati, non riuscirebbero a trovare un impiego

altrettanto ben remunerato

Remunerazione differita: le imprese possono differire nel tempo parte della

o remunerazione in modo tale che il lavoratore che non soddisfa le aspettative aziendali

sia particolarmente penalizzato in caso di licenziamento (es. gratifica di fine anno)

Le caratteristiche nascoste: la selezione avversa e il problema del “bidone”

La selezione avversa è un problema che sorge in tutti i mercati in cui il venditore può conoscere

1. meglio dell’acquirente le caratteristiche del bene che offre

In conseguenza di ciò, l’acquirente corre il rischio di acquistare un bene di qualità inadeguata

2. In altre parole, la selezione del bene venduto potrebbe essere avversa dal punto di vista di un

3. acquirente non informato

Un esempio classico

un esempio classico di selezione avversa è il mercato delle automobili usate

1.

Il mercato delle automobili usate

• Il potenziale acquirente teme il “bidone” perché un auto usata in pessime

condizioni ha maggiori probabilità di essere venduta di un auto usata in buone

condizioni

• Due conseguenze sono:

• Molti rifiutano a priori il mercato delle auto usate

• Il prezzo delle auto usate è molto più basso rispetto a quello delle auto nuove

Cosa accade quindi in caso di selezione avversa?

• Chi ha una buona auto usata può decidere di non venderla

Come reagisce il mercato?

• I mercati possono reagire al problema dell’informazione asimmetrica in vari modi. Due di

questi sono:

• Il signaling: cioè un’azione intrapresa dalla parte informata in modo da rilevare informazioni

private a parti non informate

• Lo screening: un fenomeno in presenza del quale è la parte meno informata ad intraprendere

un’azione volontaria al fine di indurre la parte informata a rivelare le notizie in suo possesso

Il signaling per fornire informazioni private

- Il signaling è un’azione intrapresa dalla parte informata in modo da rilevare informazioni

private a parti non informate

• Esempio:

• Le imprese investono nella pubblicità al fine di segnalare l’elevata qualità dei propri prodotti ai

potenziali acquirenti

• In pratica la parte informata (l’impresa) ricorre ad un segnale per convincere la parte non

informata (il cliente) che quel che offre è di qualità elevata

Lo screening per indurre la rilevazione delle informazioni

- La parte meno informata intraprende un’azione volontaria al fine di indurre la parte

informata a rivelare le notizie in suo possesso

- Esempio: chi acquista un’automobile usata può chiedere al venditore di far controllare la

vettura da un meccanico

L’ECONOMIA POLITICA

Misurare il reddito di una nazione

La microeconomia e la macroeconomia

- La microeconomia è lo studio dei processi decisionali dei singoli (imprese ed individui) e della

loro interazione in singoli mercati

- La macroeconomia è lo studio dei fenomeni che riguardano il sistema economico nel suo

complesso (inflazione, disoccupazione, crescita economica …)

- L’economia nel suo complesso è la sommatoria di una moltitudine di imprese e di individui che

interagiscono in una moltitudine di mercati. Quindi microeconomia e macroeconomia sono

strettamente collegate

- N.B. È necessario capire i problemi microeconomici prima di affrontare un’analisi

macroeconomica

L’obiettivo della macroeconomia

- L’obiettivo della macroeconomia è dare una spiegazione ai cambiamenti economici che

condizionano simultaneamente famiglie, imprese, mercati

- Essa tenta di spiegare perché il reddito medio procapite varia nei differenti Paesi; perché i

prezzi in alcuni periodi crescono mentre in altri sono relativamente stabili, perché la produzione

e l’occupazione in alcuni periodi si espandono e in altri si contraggono e così via

Il reddito e la spesa del sistema economico

- Per stabilire qual è il livello di benessere di una nazione si considera la sommatoria dei redditi

guadagnati da tutti i componenti di una società, cioè il PIL (Prodotto Interno Lordo)

- Il PIL misura due cose contemporaneamente:

- Il reddito totale dei componenti della società

- La spesa totale per ciò che nella società è prodotto e venduto.

- Il PIL misura le due cose contemporaneamente perché in un sistema economico, il reddito deve

eguagliare la spesa

- In altri termini ogni transazione coinvolge un compratore ed un venditore per cui ogni euro

speso da un compratore è un euro incassato da un venditore

Il diagramma del flusso circolare

- L’uguaglianza tra il reddito e la spesa si può dimostrare anche con un diagramma del flusso

circolare

- Gli individui acquistano beni e servizi dalle imprese (mercato di beni e servizi)

- Le imprese utilizzano il denaro ricevuto per remunerare il lavoro, il capitale e la terra (mercato

dei fattori di produzione)

Come si calcola il PIL?

- In questo sistema economico il PIL può essere calcolato in due modi:

- Sommando la spesa totale dei singoli individui

- Sommando i redditi totali (salari, profitti, rendite) pagati dalle imprese

- N.B. poiché ogni spesa è il reddito di qualcuno il PIL non cambia variando le modalità di

calcolo

Un sistema economico reale è più complesso

- Gli individui non spendono tutto il loro reddito:

- una parte viene destinata allo Stato (imposte)

- una parte viene risparmiata per consumi futuri e viene investita in strumenti di risparmio

- Gli individui non acquistano tutti i beni e i servizi prodotti dall’economia:

- una parte viene acquistata dallo Stato

- una parte viene acquistata da imprese che li utilizzano per la produzione

- A livello di sistema economico, comunque, il reddito e la spesa sono sempre uguale

La definizione di PIL

- Il Prodotto Interno Lordo (PIL) è il valore di mercato di tutti i beni e sevizi finali prodotti in

un Paese in un dato periodo di tempo

Il PIL è il valore di mercato…

- Il valore dell’attività economica viene calcolato sommando i prezzi di mercato dei beni e dei

servizi poiché essi riflettono il valore di tali beni

- Questo vuol dire che se, ad esempio, il prezzo di un bene è doppio rispetto a quello di un altro,

il suo contributo alla formazione del PIL è doppio

…di tutti…

- Il PIL deve essere onnicomprensivo, cioè deve includere:

- tutti i beni prodotti dall’economia e venduti legalmente

- il valore dei servizi forniti dal patrimonio immobiliare dell’economia

- per gli immobili dati in affitto, tale valore corrisponde al canone di locazione

- per le case abitate dal proprietario, viene stimato il valore di mercato dell’immobile e calcolato

un ipotetico canone d’affitto che il proprietario paga a se stesso e che entra a far parte sia delle

sue spese sia del suo reddito

- vengono esclusi dal calcolo del PIL a causa delle difficoltà di stimarne il valore:

- prodotti venduti e prodotti illecitamente (es. stupefacenti)

- beni prodotti per l’autoconsumo che non entrano mai a far parte di un mercato

….i beni e i servizi finali…

- … i beni e i servizi… : Il PIL include sia i beni tangibili che i servizi intangibili

- … finali … : vengono inclusi solo “beni finali”e non i “beni intermedi”

- es. La carta che viene utilizzata per produrre dei cartoncini d’auguri non viene inclusa nel

computo del PIL per non duplicare la rilevazione

Nel caso in cui il bene intermedio viene messo in magazzino per essere utilizzato o rivenduto

successivamente, il suo valore costituisce un investimento in scorte e viene computato nel PIL. Quando

tali scorte vengono utilizzate, il PIL del periodo relativo diminuisce del valore corrispondente

…prodotti in un Paese…

- … prodotti … : Il PIL comprende i beni e i servizi prodotti attualmente e non quelli prodotti

nel passato. Se viene prodotta una nuova automobile, il suo valore entra nel PIL ma se viene

venduta un auto usata il suo valore non rientra nel calcolo

- … in un Paese … : Il PIL misura il valore di una produzione nell’ambito dei confini geografici

di un Paese. In pratica vengono inclusi nel PIL i beni e i servizi prodotti all’interno dei confini

di un Paese, indipendentemente dalla nazionalità del produttore

Se un lavoratore svizzero lavora temporaneamente in Italia, quello che produce viene sommato nel

PIL italiano. Se un italiano ha una fabbrica in svizzera quello che produce non viene incluso nel PIL

… in un dato periodo …

- Il PIL misura il valore della produzione che si realizza in uno specifico intervallo temporale. In

genere l’intervallo di tempo corrisponde all’anno solare oppure al trimestre

- Il PIL misura i flussi di reddito e di spesa che si verificano nell’intervallo considerato

Le componenti del PIL

- Il PIL (che chiameremo sinteticamente Y) può essere scomposto in quattro elementi:

- Consumi (C)

- Investimenti (I)


PAGINE

12

PESO

67.34 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia politica per l'esame della professoressa Pronzato. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la teoria delle scelte del consumatore, il vincolo di bilancio, la pendenza del vincolo di bilancio, il tasso marginale di sostituzione (TMS), le quattro proprietà delle curve di indifferenza, l’ottimizzazione: ciò che il consumatore sceglie.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'amministrazione e consulenza del lavoro (CUNEO - TORINO)
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Pronzato Chiara Daniela.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze dell'amministrazione e consulenza del lavoro (cuneo - torino)

Lezioni, Scienze delle finanze
Appunto
Economia Industriale - Appunti
Appunto