Che materia stai cercando?

Diritto Pubblico - Lo Stato Appunti scolastici Premium

Appunti completi integrati con appunti presi in classe riguardo lo Stato basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Ferrari dell’università Bocconi - Unibocconi, Facoltà di Economia, Corso di laurea in economia aziendale e management. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Diritto pubblico docente Prof. G. Ferrari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LO STATO

IL POTERE POLITICO

Si definisce potere sociale la capacità di influenzare il comportamento degli altri individui. Di potere sociale ne

esistono 3 diversi tipi e questi si distinguono per il mezzo attraverso cui il potere è esercitato:

1) Potere economico: si avvale del possesso di certi beni con caratteristiche tali da indurre quelli che non li

posseggono a compiere determinate azioni (es. il proprietario di una fabbrica esercita potere economico sul

lavoratore);

2) Potere ideologico: si avvale di determinate forme di sapere, di conoscenze, di dottrine etc… per esercitare

un’azione di influenza sui membri di un gruppo;

3) Potere politico: quello che, per imporre la propria volontà, può ricorrere anche alla forza, alla coercizione.

Inizialmente questi tre poteri si comunavano in capo ai medesimi soggetti ma poi, con l’inizio dell’età moderna, si

realizza un processo di affermazione dell’autonomia del potere politico, così da impedire che soggetti privati utilizzino

una combinazione degli altri due potere per prevalere sugli altri.

Lo Stato incarna la figura tipica di potere politico, per fare rispettare le sue leggi può ricorrere ai suoi apparati

repressivi (es. può imporre l’esecuzione di un’ordinanza di sgombre di un edificio con la forza).

Ciò che è importante per qualificare il potere politico non è solo l’uso della forza ma anche che questa si legittimata, la

legittimazione è un principio di giustificazione dello stesso.

Al fine di legittimare il potere politico lo si è dovuto “imbrigliare” attraverso il costituzionalismo, in modo tale da

legare il potere politico al diritto.

Con l’avvento delle strutture democratiche non è stato più sufficiente che il potere sia sottoposto ad una regola ma è

stato necessario legittimarlo tramite il consenso popolare espresso tramite le elezioni e altri strumenti attraverso cui il

popolo può esercitare la sua sovranità.

LO STATO

Stato è il nome dato ad una particolare forma storica di organizzazione del potere politico, che esercita il monopolio

della forza legittima in un determinato territorio e si avvale di un apparato amministrativo.

Lo Stato nasce tra il XV e il XVII secolo per la contemporanea presenza di 2 caratteristiche:

1) Potere politico legittimo su un determinato territorio concentrato in capo ad un’unica autorità;

2) Presenza di un’organizzazione amministrativa in cui opera una burocrazia professionale;

Questo accadde come reazione alla dispersione del potere tipica del sistema feudale.

Lo Stato moderno è un apparato centralizzato stabile che ha il monopolio della forza legittima in un determinato

territorio. Si possono individuare quindi 3 elementi costitutivi dello Stato moderno:

Sovranità

La sovranità ha due aspetti:

Interna: lo stato è tanto forte sul proprio territorio che non riconosce nessuno al di sopra di sé.

Ø Esterna: indipendenza rispetto ai terzi. Ci consente di intrattenere rapporti con Stati esteri. Si tratta di

Ø indipendenza giuridica, ossia che non rilevano le limitazioni imposte dal diritto internazionale o i rapporti di

dipendenza “di fatto”.

Dopo l’affermazione dello Stato moderno, si sono contese 3 principali teorie su chi esercitasse realmente il potere

sovrano interno in uno Stato:

1) Stato dottrina tedesca di fine ‘800;

à

2) Nazione dottrina francese della rivoluzione;

à

3) Popolo costituzionalismo del ‘900.

à

Negli ultimi tempi si sta superando il concetto tradizionale di sovranità sia sul piano esterno, sia sul piano interno:

Possibili limitazioni sul piano esterno derivanti dai rapporti con istituzioni internazionali e sovranazionali;

Ø Possibili limitazioni sul piano interno derivanti dal rapporto tra sovranità e diritto.

Ø

Territorio

La sovranità è esercitata dallo Stato su un determinato territorio in modo indipendente da qualsiasi altro Stato. Pertanto

è essenziale una precisa delimitazione del territorio al fine di garantire allo Stato l’esercizio della sovranità e per

assicurare agli Stati indipendenza reciproca.


PAGINE

3

PESO

62.22 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia aziendale e management
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher NiccoloMP di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto pubblico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bocconi - Unibocconi o del prof Ferrari Giuseppe Franco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto pubblico

Diritto Pubblico 2
Appunto
Diritto pubblico
Appunto
Riassunto di Diritto Pubblico
Appunto
Diritto pubblico
Appunto