Che materia stai cercando?

Diritto pubblico, dell’informazione e della comunicazione - i diritti politici Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto pubblico, dell'informazione e della comunicazione per l'esame della professoressa Maria Romana Allegri sui seguenti argomenti: i diritti politici, l'elettorato attivo e passivo, la disciplina delle elezioni, definizione di sistema elettorale, come si vota (per camera, senato, regionali, comunali, provinciali, Parlamento... Vedi di più

Esame di Diritto pubblico, dell'informazione e della comunicazione docente Prof. M. Allegri

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

8 La sovranità popolare

LA DISCIPLINA DELLE ELEZIONI: SISTEMA ELETTORALE E

LEGISLAZIONE ELETTORALE DI CONTORNO (2/2)

...

• come sono conteggiati i voti espressi (scrutinio)

• come sono trasformati i voti in seggi (formula elettorale)

• come sono risolte le contestazioni eventuali avverso il

procedimento

• come sono sostituiti coloro che, proclamati eletti, cessino per

qualsiasi causa dalla carica

8 La sovranità popolare

DEFINIZIONE DI SISTEMA ELETTORALE

«Un sistema elettorale consiste in un meccanismo per trasformare in

seggi i voti che il corpo elettorale esprime»

• Formule maggioritarie: chi prende più voti conquista il seggio in

palio (obiettivo: governabilità)

- sistema plurality in collegi uninominali

- sistema majority in collegi uninominali e doppio turno

• Formule proporzionali: i seggi sono ripartiti in rapporto

tendenzialmente percentuale ai voti (obiettivo: rappresentatività)

- con soglia di sbarramento

- applicata ad ambiti territoriali con pochi seggi

• Formule miste: conciliano meccanismi maggioritari e meccanismi

proporzionali (obiettivi: capacità rappresentativa e governabilità)

- proporzionale con l’attribuzione di un premio di maggioranza

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER LA CAMERA E IL SENATO

Camera e Senato

75% 25%

quota maggioritaria quota proporzionale

uninominale

(formula plurality a

turno unico)

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER LA CAMERA

• base territoriale: 26 circoscrizioni

• candidati nei collegi uninominali (maggioritario) e liste di candidati

(proporzionale)

• doppio voto su due schede (uno per il candidato uninominale e uno

per la lista proporzionale)

• obbligo di collegamento dei candidati uninominali a una o più liste

proporzionali

• attribuzione dei seggi proporzionali su base nazionale

• soglia di sbarramento del 4%

• scorporo dai voti di lista di un certo numero di voti uninominali

• formula del quoziente naturale e più alti resti

• liste bloccate

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER IL SENATO

• base territoriale: 20 regioni

• candidati nei collegi uninominali (maggioritario e proporzionale)

• voto unico (per il maggioritario e per il proporzionale)

• gruppi di candidati collegati fra loro e candidati individuali non

collegati

• attribuzione dei seggi proporzionali su base regionale

• soglia di fatto

• recupero dei voti non utilizzati nei collegi uninominali

• formula del divisore d’Hondt senza resti

• candidati non eletti nei collegi

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER LE REGIONALI 1/2

• elezione diretta del presidente della regione

• turno unico

• 4/5 dei seggi del consiglio regionale attribuiti con sistema

proporzionale (liste provinciali)

• 1/5 dei seggi del consiglio regionale attribuito con sistema

maggioritario (liste regionali)

• obbligo di collegamento dei candidati presidente (e della propria

lista regionale) a una o più liste provinciali segue...

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER LE REGIONALI 2/2

• doppio voto su unica scheda (uno per il candidato presidente e uno

per la lista provinciale)

• soglia di sbarramento del 3% o del 5% (liste provinciali)

• formula del quoziente corretto +1 e recupero dei resti nel collegio

unico regionale (liste provinciali)

• premio in seggi (lista regionale) e maggioranza garantita al

presidente eletto (55% o 60%)

• voto unico di preferenza (liste provinciali) e lista bloccata (liste

regionali)

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER LE COMUNALI (1/2)

Comuni oltre i 15.000 abitanti

• elezione diretta del sindaco

• doppio turno con ballottaggio

• obbligo di collegamento dei candidati sindaci a una o più liste

per il consiglio

• voto disgiunto

• soglia di sbarramento del 3% (liste o gruppi di liste)

• 60% dei seggi del consiglio attribuiti alla lista o alle liste

collegate al sindaco eletto

• 40% dei seggi del consiglio attribuiti alle altre liste

• formula d’Hondt

• voto unico di preferenza (liste)

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER LE COMUNALI (2/2)

Comuni fino a 15.000 abitanti

• elezione diretta del sindaco

• turno unico

• obbligo di collegamento dei candidati sindaco a una lista per

il consiglio

• voto unico

• 2/3 dei seggi del consiglio attribuiti alla lista collegata al

sindaco eletto

• 1/3 dei seggi del consiglio attribuiti alle altre liste

• formula d’Hondt

• voto unico di preferenza (liste)

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER LE PROVINCIALI

• elezione diretta del presidente della provincia

• doppio turno con ballottaggio

• collegi uninominali per l’elezione del consiglio

• obbligo di collegamenti dei candidati presidenti a uno o più

gruppi di candidati per il consiglio

• voto unico

• soglia di sbarramento del 3% (gruppi o coalizioni di gruppi)

• 60% dei seggi del consiglio attribuiti al gruppo o ai gruppi

collegati al presidente eletto

• 40% dei seggi del consiglio attribuiti agli altri gruppi

• formula d’Hondt

• candidati nei collegi secondo l’ordine delle cifre individuali

8 La sovranità popolare

COME SI VOTA PER IL PARLAMENTO EUROPEO

• base territoriale: 5 circoscrizioni (Nord-Ovest, Nord-Est,

Centro, Sud, Isole)

• liste di candidati

• assegnazione dei seggi su base nazionale

• nessuna soglia di sbarramento

• formula del quoziente naturale e più alti resti

• voto plurimo di preferenza


PAGINE

25

PESO

52.72 KB

AUTORE

Fulvio93

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto pubblico, dell'informazione e della comunicazione per l'esame della professoressa Maria Romana Allegri sui seguenti argomenti: i diritti politici, l'elettorato attivo e passivo, la disciplina delle elezioni, definizione di sistema elettorale, come si vota (per camera, senato, regionali, comunali, provinciali, Parlamento Europeo), il referendum (costituzionale, abrogativo, territoriale), il finanziamento pubblico dei partiti.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione pubblica e d'impresa
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Fulvio93 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto pubblico, dell'informazione e della comunicazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Allegri Maria Romana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto pubblico, dell'informazione e della comunicazione

Riassunto esame Diritto, prof. Allegri, libro consigliato Corso di diritto pubblico, Barbera, Fusaro
Appunto
Diritto pubblico, dell’informazione e della comunicazione - l'organizzazione e l'esercizio del potere politico
Dispensa
Diritto pubblico, dell'informazione e della comunicazione - Dispensa
Dispensa
Diritto pubblico, dell’informazione e della comunicazione
Dispensa