Che materia stai cercando?

Diritto privato - la rappresentanza

Appunti di Diritto privato contenenti uno schema tratto dal libro "Diritto Privato" di Roppo V. per l'esame della professoressa G. Marzo. Gli argomenti che vengono trattati sono i seguenti: la rappresentanza, gli effetti giuridico-economici, la figura del rappresentato.

Esame di Diritto privato docente Prof. G. Marzo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

revoca del rappresentato

-Interessi in gioco nella disciplina della rappresentanza: conflitto di interessi e contratto con se

stesso

3 soggetti nella rappresentanza: rappresentante, rappresentato e terzo

Ci sono casi in cui si crea contrasto tra interesse del rappresentato e del terzo rappresentante è

tenuto a agire nell’interesse del rappresentato. Se agisce in modo da svantaggiare rappresentato

avantaggiando se stesso o il terzo si crea CONFLITO DI INTERESSI con rappresentato.

Criterio per scegliere a quale dare la preferenza è CONOSCENZA o CONOSCIBILITA’ del

CONFLITTO DI INTERESSI da parte del terzo:

a) se terzo conosceva esistenza conflitto o avrebbe potuto conoscerlo prevale

rappresentato contratto è annullabile

b) se terzo non sapeva e non era in grado di sapere del conflitto si sacrifica posizione

rappresentato per proteggere l’AFFIDAMENTO del terzo contratto resta valido

ipotesi estrema di conflitto di interessi tra rappresentante e rappresentato è CONTRATTO CON

SE’ STESSO: nel contratto concluso da rappresentato, la controparte è il rappresentante.

Contratto si può annullare su richiesta rappresentato se:

a) rappresentato aveva specificatamente autorizzato rappresentante a contrarre con se stesso

b) si era escluso nel contratto il conflitto di interessi

Revoca: rappresentato è libero di cancellare o ridurre i poteri di rappresentanza (no x procura

irrevocabile). Ha onere di comunicare a terzi la nuova situazione. Se non lo fa e il rappresentata

conclude lo stesso contratto con un terzo, c. è efficace e vincola rappresentato.

Per respingere da sé effetti contratto, rappresentato deve provare che terzo è in mala fede

-Rappresentanza senza potere e contratto del falso rappresentante

DIFETTO DI RAPPRESENTANZA o RAPPRESENTANZA SENZA POTERE: un falso rappresentante fa,

in nome del rappresentato, contratto che non è mai stato autorizzato a fare.

Situazione è disciplinata da 4 regole:

1) INEFFICACIA del CONTRATTO: c. non produce effetti verso preteso rappresentato e

neppure verso falso rappresentante ( 2 deroghe: falso rappresentante resta vincolato in

caso di Assicurazione e sottoscrizione di Cambiali)

2) Possibilità di RATIFICA del contratto: rappresentato potrebbe xo avere interesse a

compiere l’affare. Legge gli permette di ratificare contratto.

RATIFICA= atto unilaterale con cui il preteso rappresentato rende efficace contratto fatto a

suo nome dal falso rappresentante.

Serve stessa forma contratto.

È atto ricettizio cioè produce effetti quando giunge al terzo.

Effetti contratto ratificato si considerano retrodatati al momento del contratto (retroattività)

3) Contratto del falso rappresentante crea SITUAZIONE DI INCERTEZZA.

2 rimedi x evitarla:

A) possibilità che falso rappresentante e terzo sciolgano consensualmente contratto

B) terzo contraente può dare termine al rappresentato entro cui decidere se ratificare o no

contratto

4) RESPONSABILITA’ del FALSO RAPPRESENTANTE VERSO TERZO CONTRAENTE: se c’è

ratifica,terzo contraente non ha problemi.

Se non c’è ratifica: terzo è danneggiato. tutelato con possibilità di pretendere dal falso

rappresentante il risarcimento del danno da lui sofferto per aver confidato senza sua colpa nella

validità dell’atto (art.1398)

-Rappresentante Apparente

Preteso rappresentato è vincolato al contratto col terzo a 3 condizioni:

1) Apparenza di poteri rappresentativi: impressione che falso rappresentante sia dotato di di

poteri rappresentativi

2) Imputabilità

3) Affidamento incolpevole del terzo contraente

-Contratto per persona da nominare

= un contraente si riserva di comunicare successivamente a controparte il nome della diversa

persona che acquisterà i diritti e assumerà gli obblighi del contratto (art.1401)

Se contraente da DICHIARAZIONE DI NOMINA, effetti del contratto si producono verso nominato,

retroattivamente. Solo se:

Nomina interessato sia tempestiva e fatta entro termine previsto da parti (3 giorni)

 Nomina è unita a accettazione nominato o da procura anteriore a contratto

 Nomina e accettazione o procura abbiano stessa forma contratto

Se nomina non è fatta, effetti si producono tra contraenti originari

≠ CONTRATTO PER CONTO DI CHI SPETTA: chi fa contratto non è vero interessato che si

determinerà in seguito.


PAGINE

5

PESO

114.60 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Gaiangiurisprudenzato di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Marzo Giovanna.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato

Diritto privato - lezioni
Appunto
Diritto privato - gli elementi del contratto
Appunto
Diritto privato - i rimedi contrattuali
Appunto
Lezioni: Appunti di Diritto privato
Appunto