Che materia stai cercando?

Diritto penale - dolo e colpa

Appunti di Diritto penale per l'esame del professor Palazzo sull'elemento soggettivo: dolo e colpa. L’elemento soggettivo indica l’atteggiamento psicologico che il soggetto ha nel fatto obiettivo. Questo atteggiamento può essere duplice: doloso o colposo. Dolo e colpa sono del tutto incompatibili e alternativi.

Esame di Diritto Penale docente Prof. F. Palazzo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Elemento soggettivo: dolo e colpa.

L’elemento soggettivo indica l’atteggiamento psicologico che il soggetto ha nel fatto

obiettivo. Questo atteggiamento può essere duplice: doloso o colposo.

Dolo e colpa sono del tutto incompatibili e alternativi. Il tipo di sanzione, la pena

obbliga a distinguere un fatto doloso da un fatto colposo. Il dolo e la colpa

costituiscono l’elemento soggettivo del fatto tipico. Il dolo e la colpa hanno altresì

stretti rapporti con la colpevolezza.

Qualunque condotta criminosa è pericolosa nell’ipotesi dell’agire doloso, il

soggetto agente deliberatamente orienta la propria condotta verso la realizzazione

del risultato di disvalore, l’autore forgia in sostanza la propria condotta proprio in

modo da imprimerle quella idoneità alla realizzazione del fatto tipico. Nell’agire

colposo invece la condotta è già di per se pericolosa per i beni giuridici e viene

tenuta senza che il soggetto la orienti verso la realizzazione di quel risultato

offensivo insito nella sua pericolosità.

In conclusione: nell’agire doloso la pericolosità della condotta è cercata per la

realizzazione del risultato offensivo, mentre nell’agire colposo la pericolosità della

condotta non viene contenuta dall’osservanza della regola cautelare per la

realizzazione di un risultato indifferente o addirittura socialmente utile, la

pericolosità della condotta dolosa è maggiore in quanto l’autore si adopera per

indirizzare le caratteristiche del suo agire verso il risultato offensivo; mentre è

minore la pericolosità della condotta colposa in quanto l’inosservanza della regola

cautelare è solo uno dei fattori di rischio posti in essere dall’agente allo scopo di

più e meglio avvantaggiarsi dell’idoneità positiva della condotta pericolosa e non

già al fine di realizzare il risultato offensivo.

Nell’agire doloso viene rimproverato al soggetto di essersi deliberatamente posto

contro l’ordinamento, di aver voluto il risultato offensivo del proprio agire.

Nell’agire colposo viene rimproverata al soggetto la sua trascuratezza nei confronti

della pericolosità insita nel compimento di attività che sono peraltro socialmente

utili.

La disciplina legislativa dell’elemento soggettivo.

La disciplina dell’elemento soggettivo è contenuta nell’ art.42 c.p.

il dolo e la colpa sono le due forme di manifestazione dell’elemento soggettivo del

reato.

a) In primo luogo il legislatore può anche ascrivere un fatto addirittura

prescindendo dall’esistenza del dolo o della colpa, e dunque sulla sola e

semplice base della riferibilità fisico-materiale del fatto al soggetto che ha

posto in essere la condotta criminosa. Es. il caso in cui Tizio, che voleva

danneggiare con un sasso la vetrina di un negozio chiuso, fosse chiamato a


PAGINE

4

PESO

124.46 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher ferdinando10 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Penale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Palazzo Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto penale

Riassunto esame Diritto Penale, prof. Mantovani
Appunto
Diritto penale (appunti lezioni)
Appunto
Riassunto esame Diritto Penale, prof. Mantovani
Appunto
Diritto penale - divieto di analogia della legge penale
Appunto