Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1) Rapporto tra Stato e società civile: c’è netta separazione ma anche

collaborazione, il secondo deve trovare espressone nel primo in ogni

istituto, lo stato è interventista.

2) A chi spetta il potere e come si esercita: la sovranità è del popolo! La

separazione dei poteri è sempre più netta e complessa, si affermano anche

nuovi poteri come quello di indirizzo politico e di governo che fissa le idee

politiche, i fini da perseguire e le azioni. Sostituisce in importanza il potere

legislativo che rimane in mano all’organo rappresentativo

3) Legittimazione del potere: criterio rappresentativo, elezioni. Allargamento

del suffragio.

4) Diritti e libertà: oltre alle libertà negative si riconoscono ai cittadini le libertà

politiche (che sono peculiari di uno stato democratico) e i diritti sociali

(libertà attraverso lo stato)= cioè il diritto ad ottenere delle prestazioni dallo

Stato (si parla infatti di stato sociale)

CLASSIFICAZIONE DELLE FORME DI STATO IN CHIAVE SINCRONICA

IL FEDERALISMO

- CASO AMERICANO E CASO TEDESCO A CONFRONTO

IL REGIONALISMO

- FRANCIA, SPAGNA E GRAN BRETAGNA

FORME DI GOVERNO

Le 5 forme di governo sono:

1. MONARCHIA COSTITUZIONALE

2. MONARCHIA O REPUBBLICA PARLAMENTARE

3. REPUBBLICA PRESIDENZIALE

4. GOVERNO DIRETTORIALE

5. REPUBBLICA SEMIPRESIDENZIALE

Esse si distinguono a seconda di: 7

a) titolarità del potere di indirizzo politico

- Il potere di indirizzo politico spetta al Capo di Stato MONARCHIA

COSTITUZIONALE E SISTEMA PRESIDENZIALE

- Potere deciso nel raccordo Parlamento/Governo SISTEMA PARLAMNTARE

- Potere spetta a un organo collegiale che ha il ruolo sia di capo dello stato che

dell’esecutivo

b) forma di governo dualistica o monistica?

MONISTICHE: legittimazione popolare del Parlamento, il Governo trae la sua

legittimazione dal Parlamento. >Es: sistemi parlamentari o direttoriali

DUALISTICHE: vi sono due distinte legittimazioni dei poteri esecutivo e legislativo.

c) Rapporto tra Governo e Parlamento e ruolo del Capo di Stato

- Si vede l’esistenza di un rapporto fiduciario = cioè se esiste una responsabilità

politica del Governo nei cfr del parlamento.

- Si studia il ruolo: poteri, legittimazione ecc del Capo di Stato

>Es:

monarchia costituzionale no fiducia; sovrano ha poteri di scioglimento nei cfr

del Parlamento e partecipa indirizzo politico perché i ministri hanno

responsabilità nei suoi confronti

governo parlamentare sì fiducia; Capo dello stato debole, non partecipa

all’indirizzo politico

governo presidenziale no fiducia; capo della Stato legittimazione popolare, sì

indirizzo politico

governo semipresidenziale si fiducia; capo stato legittimazione popolare e

partecipa all’ind.polit.

CRITERI GUIDA PER ANALIZZARE UNA FORMA DI GOVERNO

1. caratteristiche del Parlamento: rapporti tra camere…

2. Presenza del rapporto fiduciario: come si instaura e quando si interrompe

3. Ruolo Capo del Governo 8

ESPERIENZA INGLESE:

INGLESE

MONARCHIA COSTITUZIONALE: si afferma dapprima in

(durante lo stato liberale) COSTITUZIONALE

Inghilterra, dopo le due rivoluzioni contro le pretese assolutistiche degli Stuart e

viene sancita nel Bill of Wright (1689) che amplia i poteri del Parlamento e affida il

trono a Guglielmo d’Orange e nell’ Act of Settlment ( 1701) che stabilisce

inamovibilità dei giudici, la resp giuridica dei Ministri firmatari degli atti del

Sovrano.

E’ una forma di Governo dualistica il Monarca ha potere di indirizzo politico,

può sciogliere la camera elettiva qualora non abbia una maggioranza favorevole e

sceglie i Ministri

Il Parlamento può decidere sulle entrate e quindi condizionare le scelte politiche

del Monarca. Ai Parlamentari sono riconosciute le IMMUNITA’ e i loro

provvedimenti/leggi sono insindacabili.

(durante lo stato democratico) MONARCHIA PARLAMENTARE

ARE: Il cabinet si riunisce

PARLAMENT ARE

sotto la presidenza di un ministro che diventa il PRIMO MINISTRO, nel 1782 egli si

dimette perché sfiduciato dalla Camera e il Re nomina un primo ministro che goda

del sostegno della maggioranza parlamentare.

E’ una forma di governo dapprima dualistica, poi monastica quando, nel 1834 il

Re per l’ultima volta revoca i primo ministro che però viene rieletto dal popolo. Il

re deve piegarsi al loro volere e perde così il potere di revoca e scioglimento

camere poteri solo formali

CAPO DELL STATO: Formalmente è parte di tutti i poteri, capo dell’esecutivo, parte

STATO

integrante di quello legislativo, capo delle forze armate e della Chiesa Anglicana

ma in realtà non è così.

Sanzione regia non viene usata dal 1700

Scioglimento camere in concreto è il primo ministro che decide quando

richiederla

Elezione Primo Ministro solo dopo le elezioni

PARLAMENTO:

: Formato da camera dei lords, camera dei comuni e sovrano ma si

PARLAMENTO

riuniscono in seduta comune solo all’apertura sessione parlamentare. 9

Camera dei comuni : 650membri eletti in collegi uninominali con seggi a turno

unico a maggioranza semplice. Mandato di 5 anni. Presidente = speaker

imparziale

Camera del Lords : dapprima solo carica ereditaria ora vi sono molti a carica

vitalizia, law lords, e lords spirituali. Presidente = prima cancelliere dal 2005 altro

membro.

Sul piano legislativo la camera dei comuni è più forte di quella dei Lords, la cui

opposizione è sempre superabile.

Il rapporto fiduciario si insatura con la Camera dei Comuni che approva o no il

Programma del Primo Ministro. Può votare una mozione di sfiducia anche se

molto raramente accade.

GOVERNO:

: I componenti del Governo sono scelti dal Primo ministro con nomina

GOVERNO

del Sovrano, possono anche essere revocati dal Premier che può decidere la

composizione del Governo.

Gabinetto ministeriale è composto dal premier più alcuni ministri dei principali

dicasteri.

Il governo deve godere della fiducia del Parlamento e lo scioglimento è

determinato più che da mozioni di sfiducia, da cambiamenti interni del partito.

OPPOSIZIONE:

: ruolo di rilievo, critica e controllo, può avanzare le proprie proposte

OPPOSIZIONE

politiche e organizzative ha garanzia di spazi di intervento.

ESPERIENZA TEDESCA:

REPUBBLICA DI WEIMAR

Nasce nel 1919 sulla base di un compromesso tra partiti popolari e conservatori

che lo rendono fragile e precario appunto perché inserito in un contesto di

multipartitismo.

La base è quella di un governo Parlamentare ma presenta delle caratteristiche

anomale: ha una impostazione dualistica cioè fondata su due centri di potere: 10

Parlamento e Capo dello stato.

CAPO DELLO STATO eletto dal popolo per 7 anni, a maggioranza assoluta primo

turno, maggioranza qualificata al secondo turno. rieleggibile.

Poteri:

Nomina e revoca ministri

o Scioglimento camera ma solo una volta per lo stesso motivo

o Sottoposizione a referendum popolare di una legge approvata dal reichstag

o Potere di Riserva: nelle situazioni di crisi, può adottare ogni misura

o necessaria.

PARLAMENTO bicameralismo imperfetto:

- Reichstag = camera bassa, rappresenta il popolo. Può revocare il Presidente con

votazione popolare, se la votazione non accoglie la revoca vale come rielezione

del Presidente e scioglimento della Camera.

- Reichsrat = camera alta, rappresentativa dei Laender

GOVERNO Si basa sul rapporto di fiducia tra Presidente e Parlamento. Il Capo

dello Stato nomina il Cancelliere e i ministri ma la fiducia iniziale è presunta!

Questo può dar vita a governi di minoranza.

Ogni ministro è responsabile del proprio dicastero di fronte alla camera bassa.

Negli ultimi anni si è vista una notevole prevalenza del Presidente

GOVERNO FEDERALE TEDESCO

La attuale Costituzione federale tedesca garantisce al Cancelliere una posizione

molto importante.

PARLAMENTO:

: e’ formato da due camere

PARLAMENTO

Bundesrat è la camera alta, rappresentativa degli stati membri che dispongono di

un certo numero di voti uguale al numero di delegati distribuiti sulla base della

popolazione. Voti che possono essere dati solo in blocco dal numero di persone

presenti. (i membri di ogni stato votano uguale o si astengono!)

Si tratta di un bicameralismo imperfetto.

Il rapporto di fiducia del Governo esiste solo con la camera bassa (Bundestag) e il

veto della camera alta può sempre essere superato con un ulteriore votazione

della camera bassa, a meno che la Costituzione non preveda diversamente.

Il Bundesrat, assume un ruolo di maggior rilievo solo in caso di “stato di

emergenza legislativa” in caso di crisi Parlamentare, quando viene meno la

maggioranza, il Presidente federale può decidere se sciogliere il Bundestag e

11

indire nuove elezioni o se ripiegare sulla legislazione di emergenza: situazione

temporanea in cui per approvare le leggi basta il consenso della camera alta!

PRESIDENTE:

: rispetto a Weimer ha un ruolo debole, viene eletto da un collegio ad

PRESIDENTE

hoc costituito da membri della camera bassa e delegati dei Parlamenti nazionali.

Per due scrutini a maggioranza assoluta, al terzo turno a maggioranza semplice.

Mandato rinnovabile una volta.

E’ escluso dalla determinazione dell’indirizzo politico e ha ruolo di garanzia

costituzionale. Gli unici poteri che gli spettano senza controfirma sono:

nomina del Cancelliere (anche se deve rispettare le indicazioni fornite dai partiti)

- scioglimento anticipato della camera, che avviene per mancato raggiungimento

- della maggioranza o per il venir meno di essa.

GOVERNO:

:

GOVERNO

i costituenti nell’elaborare la procedura di formazione del governo avevano come

obiettivo la stabilità!

Si ha l’elezione diretta del Cancelliere da parte della camera bassa:

Il candidato viene scelto dal Presidente e viene poi votato a maggioranza assoluta

dalla camera, se ottiene sufficienti voti viene nominato Cancelliere dal Presidente

altrimenti entro 14gg l’Assemblea dovrà individuare un nuovo candidato eletto

poi dal Bun.tag sempre a maggioranza assoluta. Se nuovamente non si raggiunge

la maggioranza si procederà a una nuova elezione in ci risulta eletto chi ottiene la

maggioranza relativa. In questa situazione il Presidente può decidere di sciogliere

la camera bassa o di nominare Cancelliere l’eletto costituendo però un Governo

debole.

I ministri non vengono votati e rispondono solo al Cancelliere che li nomina e li

revoca, ma l’eventuale sfiducia del Parlamento ha effetti su tutto il corpo

governativo.

SFIDUCIA:

: può avvenire su

SFIDUCIA

iniziativa dell’Assemblea: si chiama sfiducia costruttiva perché può essere

• esercitata solo se l’assemblea federale è in grado di nominare un nuovo

cancelliere con piena maggioranza.

Cancelliere pone la questione di fiducia: chiede un voto di fiducia su una

• particolare questione e deve ottenere la maggioranza assoluta dei membri

camera bassa, se la mozione non ottiene approvazione il Presidente, su

proposta del cancelliere può sciogliere il bndestag salvo che questo entro

21 gg non elegga un nuovo cancelliere.

In alternativa allo scioglimento si può chiedere lo stato di emergenza per un

periodo limitato di 6 mesi. 12

ESPERIENZA FRANCESE:

:

FRANCESE

IV REPUBBLICA FRANCESE

Nasce nel 1946 prevede una forma di governo parlamentare monistica

razionalizzata.

PARLAMENTO

O : bicameralismo imperfetto, le camere sono l’Assemblea Nazionale e

PARLAMENT

il Consiglio della Repubblica che rappresenta le collettività locali e funge da

camera di riflessione.

PRESIDENTE: è eletto dal Parlamento per 7 anni ed è titolare del potere esecutivo

PRESIDENTE

assieme al Governo.

GOVERNO:

: composto da Consiglio dei ministri e Presidente del Consiglio.

GOVERNO

Lobiettivo era dare forza al Governo sul modello britannico.

Il Presidente del Consiglio viene prima designato dal Pres. Della Repubblica e poi

sottoposto a voto di fiducia dell’Assemblea Nazionale a maggioranza assoluta e

nominato insieme ai ministri da lui scelti.

Questione di fiducia può essere respinta dal voto negativo della maggioranza

assoluta dell’Assemblea <nazionale

Mozione di censura a magg. Assoluta, obbliga il governo a dimettersi.

Il problema riguarda la forte frammentazione dell’Assemblea a causa del

multipartitismo estremo. Si tenta di risolvere tramite 2 riforme:

- riforma del sistema elettorale proporzionale mediante la previsione che in ogni

Dipartimento le liste apparentate che ottengono maggioranza assoluta hanno

diritto a tutti i seggi

- Voto di fiducia deve essere dato congiuntamente sia al Consiglio sdi Ministri che

al Presidente.

V REPUBBLICA FRANCESE

Nasce nel 1958 l’Assemblea nazionale da vita a un governo presieduto da De

Gaulle, al quale vengono attribuiti per sei mesi pieni poteri e con legge

costituzionale lo si incarica di predisporre una nuova Costituzione fondata su

questi principi: -derivazione popolare dei poteri, - separazione dei poteri, -

fiducia parlamento governo.

Inizialmente si vuole dare vita a un modello parlamentare con un Capo di Stato

che faccia da arbitro e che assicuri la continuità dello Stato. Fino al 1962 il Pres

della Rep veniva eletto da un collegio di 80000 grandi elettori.

Nel 1962 De Gaulle introduce l’elezione popolare diretta come fa? Non si avvale

della procedura aggravata ma di un potere sancito dall’art11 della Costituzione: il

13

presidente ha la facoltà di sottoporre alcuni progetti (tra cui quelli che concernono

la modifica dei pubblici poteri) direttamente al voto popolare.

Sistema elettorale maggioritario a doppio turno tende a bipolarizzare il sistema

multipartitico.

PRESIDENTE: dura in carica sette anni fino al 2000, poi 5 anni.

PRESIDENTE

I suoi poteri propri sono:

- nomina del Primo Ministro

- ricorso al referendum legislativo: quello dell’art 11

- scioglimento Assemblea Nazionale: si sente il 1°ministro e il Presidente

assemblea. Spesso usato dal Presidente neo-eletto per garantirsi una camera dalla

sua parte.

- assunzione dei poteri di crisi. Devono esserci due requisiti: la minaccia

immediata e grave all’indipendenza e integrità del territorio + irregolare

funzionamento dei poteri pubblici costituzionali.

Il capo dello stato gode dell’irresponsabilità, sancita dall’art 68, la quale prevede

la messa in stato d’accusa solo per alto tradimento.

GOVERNO:

:

GOVERNO

E’ un governo dualistico perché il potere esecutivo appartiene sia al Presidente

della Repubblica che dirige la politica nazionale, sia al Primo Ministro che dirige

l’opera del Governo.

Si ha prevalenza del Capo dello Stato quando L’Assemblea Nazionale è costituita

da membri del suo stesso colore politico. In questo caso egli dirige il Governo

perché nomina un Primo Ministro di sua fiducia che avrà il sostegno

dell’Assemblea. A quest’ultimo spetta la proposta dei ministri nominati poi dal

Presidente.

Si ha prevalenza Parlamentare nei casi di cosiddetta COABITAZIONE, cioè quando

il Presidente non è sostenuto da una maggioranza all’Assemblea Nazionale e

pertanto dovrà nominare in primo ministro che potrà godere della fiducia del

Parlamento, fiducia che inizialmente è sottointesa e che può finire tramite una

mozione di sfiducia.

La direzione effettiva del Governo è quindi nelle mani del primo ministro, tuttavia

rimane al Presidente l’influenza in materia di politica estera e di difesa.

Assemblea può revocare la fiducia con mozione di sfiducia

- Il Presidente può accogliere le dimissioni del Governo

- Il Presidente costringe il primo ministro alle dimissioni = DIMISSIONI REVOCA

- 14

PARLAMENTO: Bicameralismo imperfetto, è costituito da due Camere: l’Assemblea

Assemblea

PARLAMENTO

Nazionale, eletta dal popolo con sistema maggioritario a doppio turno, per 5 anni

Nazionale

e il Senato, rappresentativo delle entità territoriali del Paese eletto dai

Senato

rappresentanti per 9 anni con rinnovo di 1/3 ogni triennio.

Il rapporto di fiducia intercorre solo tra Assemblea Nazionale e Governo, tuttavia

ad entrambe spetta il potere legislativo e di revisione costituzionale.

In caso di disaccordo tra le Camere su un progetto di legge, spetta al Governo

stabilire se cinvocare una commissione paritetica di conciliazione e

successivamente se far votare la sola Assemblea Nazionale, orientando a proprio

favore il sistema bicamerale.

CONSIGLIO COSTITUZIONALE:

COSTITUZIONALE inizialmente è un organo che viene creato come

strumento per controllare che il Parlamento non travalichi i poteri assegnati

toccando le competenze del Governo.

Con gli anni ’70 allarga i suoi parametri inserendo anche i diritti fondamentali.

Costituito da 60 deputati e 60 senatori con estensione della possibilità di ricorso.

ESPERIENZA STATI UNITI:

:

UNITI

L’ordinamento degli Stati Uniti è fondato sulla costituzione di Philadelfia del 1787

con la quale le ex colonie inglesi decidono di diventare una Federazione.

La forma di Governo che si danno è di tipo Presidenziale su modello dualista, cioè

con legittimazione popolare distinta per Parlamento e per il Presidente, capo dello

stato e anche capo del Governo.

A votare il Presidente sono una serie di notabili, ma si può parlare di votazione

diretta in quanto essi sono eletti dal popolo.

FASI DI ELEZIONE:

1) NOMINATION = scelta dei candidati presidente e vice-presidente non

disciplinata in Costituzione.

A) dapprima vengono formate le CONVENZIONI NAZIONALI dei partiti

(repubblicano e democratico), all’interno delle quali vengono designati i

15


PAGINE

22

PESO

165.45 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in cooperazione internazionale e sviluppo
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher trick-master di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto comparato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze Sociali Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in cooperazione internazionale e sviluppo

Dialettica della cultura e della comunicazione, Sociologia della comunicazione
Appunto
Storicità e storia della sociologia, Sociologia della comunicazione
Appunto
Politica economica internazionale - Appunti
Appunto
Storia del pensiero politico dello sviluppo - Lezioni
Appunto