Che materia stai cercando?

Diritto civile - azione surrogatoria Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto civile sull'azione surrogatoria. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: gli elementi costitutivi della fattispecie e gli effetti, presupposti, sequestro conservativo, elementi costitutivi della fattispecie.

Esame di Diritto civile docente Prof. M. Nuzzo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Facoltà di Giurisprudenza

anno acc. 2007/2008

Diritto civile (progredito) – Prof. Mario Nuzzo

*****

presupposti Cass. civ., Sez. III, 21/10/1998, n.10428

Presupposto essenziale per l'esercizio dell'azione surrogatoria è la qualità di

creditore e, quindi, la sussistenza di un credito certo, pur se sottoposto a termine o

condizione. Conseguentemente non è legittimato ad agire in surrogatoria chi vanta

un credito non certo nella sua esistenza perchè oggetto di accertamento giudiziale.

Cass. civ., Sez. I, 10/09/1992, n.10353

Ai fini della legittimazione all'azione surrogatoria basta che il credito del surrogante

esista, mentre non è necessaria la sua liquidità, atteso che questa non è richiesta

dalla legge (art. 2900 c. c.), né è desumibile dalla funzione dell'azione, tendente alla

conservazione della garanzia.

Cass. civ., Sez. II, 04/08/1997, n.7187

Il presupposto per l'esperibilità dell'azione surrogatoria è l'inerzia del debitore;

pertanto, un qualsivoglia comportamento positivo posto in essere del debitore,

ancorchè lesivo delle aspettative del creditore, in quanto atto di amministrazione

del proprio patrimonio spettante unicamente al debitore stesso, esclude "ab

origine", la possibilità d'interferenza da parte del creditore con l'azione

surrogatoria.

La possibilità di esperire l'azione surrogatoria è esclusa in presenza di un

qualsivoglia comportamento positivo posto in essere dal debitore ancorchè lesivo

delle aspettative del creditore, tale comportamento costituendo una manifestazione

di volontà di gestione e non un indice di trascuratezza nell'esercizio del proprio

diritto. Nell'ambito di tali comportamenti positivi rientra non solo l'espresso

riconoscimento della pretesa di un terzo da parte del debitore ma altresì la scelta

processuale di questi di non opporsi all'azione del terzo volta ad ottenere il

riconoscimento della pretesa stessa.

limiti Cass. civ., Sez. I, 12/07/2002, n.10144

L'esercizio del potere surrogatorio è escluso per i diritti connessi con una qualità

del loro titolare; ne consegue che il diritto di recesso da una società per azioni,

essendo strettamente personale al socio, non può essere esercitato in via surrogatoria,

ex art. 2900 c.c., dal creditore particolare di lui.

Facoltà di Giurisprudenza

anno acc. 2007/2008

Diritto civile (progredito) – Prof. Mario Nuzzo

Sequestro conservativo

(artt. 2901 ss. c.c. e 671 ss. c.p.c.)

a) elementi costitutivi della fattispecie

2905. Sequestro nei confronti del debitore o del terzo. — 1. Il creditore può

chiedere il sequestro conservativo (c. 2693)

dei beni del debitore, secondo le regole stabilite dal codice di procedura civile.

2. Il sequestro può essere chiesto

anche nei confronti del terzo acquirente dei beni del debitore, qualora sia stata

proposta l'azione per far dichiarare l'inefficacia dell'alienazione (c. 2901 ss.).

671 c.p.c.. Sequestro conservativo. — Il giudice,

su istanza del creditore che ha fondato timore di perdere la garanzia del proprio

credito, periculum in mora e fumus boni iuris

può autorizzare il sequestro conservativo (c. 1463 , 27647 , 2769, 2793) di beni

mobili o immobili del debitore o delle somme e cose a lui dovute (c. 2905 s.), nei

limiti in cui la legge ne permette il pignoramento (p.c. 513 ss., 545, 558).

*****

Trib. (Ord.) Ivrea, 11/01/2007. E' ammissibile la richiesta di sequestro conservativo a tutela di un

credito attuale pur se non esigibile, come nel caso di credito a termine o sotto condizione

sospensiva ex art. 1356 c.c., ma è invece inammissibile la richiesta di sequestro conservativo da

parte di chi vanta un credito non ancora attuale, in quanto ipotetico ed eventuale.

Cass. civ., Sez. I, 15/03/2005, n.5579. Il requisito del periculum in mora occorrente per

l'autorizzazione e la successiva convalida del sequestro conservativo, può essere desunto sia da

elementi oggettivi, concernenti la capacità patrimoniale del debitore in rapporto all'entità del

credito, sia da elementi soggettivi, rappresentati dal comportamento del debitore, il quale lasci

fondamentalmente presumere che, al fine di sottrarsi all'adempimento, egli si accinga a porre in

essere atti dispositivi idonei a provocare l'eventuale depauperamento del suo patrimonio.

Trib. (Ord.) S. Maria Capua Vetere, 22/02/2003. È sufficiente, in funzione del fumus bonis iuris,

requisito indispensabile per ottenere il sequestro conservativo, che venga accertata tramite

un'indagine sbrigativa, l'eventuale sussistenza del credito, riservando al giudice del merito un

accertamento più approfondito per verificarne la reale esistenza e il relativo ammontare; non

necessita, invece, che il credito sia ben definito nel suo importo e nemmeno sia vincolato a

termine o condizione; basta, infatti, che sussista al momento presente e che non sia

semplicemente probabile ed eventuale.


PAGINE

6

PESO

55.03 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Docente: Nuzzo Mario
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Guido Carli - Luiss o del prof Nuzzo Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto civile

Diritto civile - pubblicità e trascrizione
Appunto
Diritto civile - contratto
Appunto
Diritto civile - pegno e ipoteca
Appunto
Diritto civile - responsabilità patrimoniale
Appunto