Che materia stai cercando?

Dimensione europea della politica ambientale Appunti scolastici Premium

Appunti di Politica dell'ambiente del prof. Lewanski sulla dimensione europea della politica ambientale: le decisione dell'Unione Europea, fasi della politica ambientale UE, gli strumenti, istituzione Unione Europea, i processi decisionali, i motivi di crescita, attuazione.

Esame di Politica dell'ambiente docente Prof. R. Lewanski

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

FASI DELLA P.A. UE

1) 1957-1972: P.A. assente

Trattato: nessun riferimento a ambiente; art. 36:

salute, natura, beni storico-culturali

Mercato comune: armonizzazione

Fine del periodo prime misure

- 1967: sostanze pericolose

- 1970: rumore veicoli

- agricoltura

2) 1972- metà anni ’80: nascita e sviluppo P.A.

1972: Decisione ufficiale Summit di Parigi (9 paesi)

Motivi:

- Cambiamento clima politico, sviluppi USA

- Conferenza di Stoccolma

- Aumento domanda interna qualità ambientale

- Spinta paesi pro-ambiente (NL, D, DK)

- Inquinamenti transfrontalieri

Base giuridica:

- art. 100: armonizzazione

- art. 235: perseguire obbiettivi Comunità anche in

assenza poteri espliciti

- Sempre unanimità!

Policy outputs:

1 EAP (5 anni circa):

- principi: prevenzione, VIA, PPP

- obbiettivi: migliorare condizioni di vita, ridurre

inquinamenti, evitare inquinamenti transfrontalieri

- priorità

Direttive:

- 1972 emissioni veicolari

- rumore veicoli

- acque (standards uniformi vs. GB)

- rifiuti: Dir. Quadro

NB: Direttiva Madre + Direttive particolareggiate

2 EAP 1976-81 (-83) continuazione 1 EAP

Direttive:

- acque potabili

- aria

- pesticidi

- sostanze chimiche

- protezione natura

3 EAP (1983-86)

- crescita status politico

- ambiente come base e limite per sviluppo socio-

economico

- integrazione in altre politiche settoriali

- > attenzione Mediterraneo (Grecia)

- attuazione

3) 1985-1992: l’ambiente nel Trattato; riconoscimento

giuridico comporta svolta P.A. UE

SEA 1987:

- completamento mercato interno entro 1992;

implicazioni per ambiente (Rapporto Cecchini)

- ‘legalizzazione’ di settori politica UE, fra cui

ambiente: obbiettivo in sé e per sé;

- legittimazione de jure art. 130 r, s, t Titolo VII:

obbiettivo è la protezione ambiente e salute umana;

principi: PPP, prevenzione, alto livello di protezione,

sussidiarietà…

cambiamenti processo decisionale: coinvolgimento

parlamento (environmentally friendly) in risposta a

deficit democratico; alcune decisioni possibili a

maggioranza qualificata (QMV)

4 EAP, 5 priorità: attuazione, prevenzione,

ambiente/occupazione, informazione ed educazione,

nuovi strumenti

Direttive: forte crescita dopo SEA (cfr. grafico): aria,

acque, rifiuti, natura, agricoltura, genetica, nuovi

strumenti, informazione

EEA 1990

Finanziamenti: es. LIFE

TEU Maastricht 1992: ulteriore riconoscimento: pari

dignità P.A. tra obbiettivi UE; art. B Disposizioni

Comuni; vera e propria policy, non solo insieme di

azioni e misure

- azione anche internazionale della UE

- principi: precauzione, integrazione, oltre a PPP,

prevenzione…

- estensione QMV

4) 1992 - …

5 EAP (1992 - 2000)

- ingresso A, S e SF 1995

- Direttive: Ecoaudit, IPPC

Trattato di Amsterdam 1996 (1999) in vista di

- ampliamento Comunità

- unificazione monetaria

- principi: sviluppo sostenibile, integrazione, alto

livello di protezione, estesa co-decisione,

possibilità regole nazionali più ‘forti’, diritto

accesso informazione (Convenzione di Aarhus)

6 EAP (2002 - 2012)

- nuovo approccio: temi - Thematic Strategies

(prospettiva temporale lunga: 2020)

in 7 aree (inquinamento aria, prevenzione e riciclo

rifiuti, protezione ambiente marino, uso

sostenibile di pesticidi, uso sost. Risorse, ambiente

urbano

- monitoraggio progressi compiuti nell’attuazione

- Direttiva: REACH (Wallstrom)

STRUMENTI

• Approccio iniziale: regolativo

• Da anni ’90, per effetto ideologia de-

regolativa: privatizzazioni utilities, ricerca

di maggior efficacia/efficienza

- accordi volontari

(eco-audits)- SGA

- labelling

Ma, in realtà, ri-regolazione?


PAGINE

20

PESO

31.25 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e politiche dell'organizzazione
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Politica dell'ambiente e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Lewanski Rodolfo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Politica dell'ambiente

Politica ambientale italiana
Appunto
Dimensione internazionale della politica ambientale
Appunto
Democrazia deliberativa
Appunto
Processo della politica ambientale
Appunto