Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI

Prof.ssa Emanuela C. Del Re

Modulo 3 Definizione di Cultura

(Parte II)

Grande rilievo nella storia dell'idea di cultura ha avuto con la contrapposizione, lungo un altro asse,

tra le concezioni che accentuano l'aspetto evolutivo di contro a quelle che postulano una ciclicità

ricorrente di tutti i fenomeni culturali. Sono peraltro numerose anche le definizioni che, accogliendo

l'equazione che per lungo tempo, dalla seconda metà dell'800 in poi, fu data per scontata-

evoluzione= progresso - si collocano su queste dimensioni e in punti vicini. Progressiva, ma non

evolutiva, è la concezione di Comte (nel corso di filosofia positiva, 1830-1842), il quale ritiene

inarrestabile e irreversibile il cammino dell'umanità dallo stadio inferiore della cultura teologica a

quello intermedio della cultura metafisica, per giungere infine al superiore stadio della cultura

positiva e scientifica; evolutiva, ma non propriamente progressiva è la concezione di spencer (nei

principi di sociologia, 1877-96), dove si analizzano per la prima volta in dettaglio i fenomeni di

differenziazione strutturale e funzionale delle istituzioni vari organi del corpo sociale.

Per contro le definizioni contemporanee, tra le quali pur sopravvive qualche cauto accento

evoluzionistico, sono perlopiù recise nel sottolineare che nessuna cultura, appartenga essa ad una

”società complessa”o a una”società primitiva”può essere considerata come uno stadio più avanzato

di progresso rispetto a qualsiasi altra - donde il virtuale rigetto dell'idea di civiltà. Residuo

incombente della reazione contro le concezioni evoluzionistiche, che ponevano di norma o di fatto

le culture occidentali al culmine di una scala di cui le culture indigene dell'Asia o dell'Oceania o

dell'America erano il primo gradino, la negazione dell'idea di progresso applicata alla cultura è

respinta, quasi unico tra i moderni, dal Kroeber, per il quale è legittimo parlare di progresso della

cultura quando si consideri l'espansione quantitativa del contenuto totale della cultura umana; il

declino o la atrofia delle pratiche e delle credenze magiche fondate su stati psicopatologici dei

soggetti attivi (stregoni, sciamani) o passivi di esse; il declino della "ossessione infantile" per i

caratteri e gli eventi fisiologici della vita umana, quale si esprime nei sacrifici di uomini e animali,

nella segregazione delle donne mestruanti, nei riti della pubertà, ecc.; infine la persistente tendenza

della tecnologia e dalla scienza a crescere in modo cumulativo. A parte il fatto che alcune di queste

tendenze, come il declino delle pratiche e credenze magiche, ed il loro rapporto con stati

psicopatologici, non sono affatto comprovate da un'adeguata evidenza empirica, è peraltro ovvio

1


PAGINE

4

PESO

22.54 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher marilu1610 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Niccolò Cusano - Unicusano o del prof Del Re Emanuela.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia dei processi culturali e comunicativi

Sociologia dei processi culturali - Introduzione
Appunto
Riassunto corso completo per preparazione esame
Appunto
Parsons, Talcott - Teoria del mutamento sociale
Appunto
Identità - Concetto
Appunto