Che materia stai cercando?

Cardiologia: Aritmie

Appunti schematici in formato power point sulle aritmie basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Mela dell’università degli Studi di Cagliari - Unica, Facoltà di Medicina e chirurgia, Corso di laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Medicina interna docente Prof. Q. Mela

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

• Arresto\pausa sinusale:

Alterazione genesi dell’impulso assenza p-qrs a intervalli variabili

• Malattia del nodo del seno: da processi ischemici – infiamm. - degenerativi

Alterata formazione e/o conduzione dell’impulso che porta a:

BRADICARDIA sinusale marcata ritmi di scappamento

Blocchi seno-atriali

Pause sinusali

+ episodi di tachiaritmia = sindrome bradicardica tachicardica

Ciò porta a riduzione della portata:

Se prolungata: scosse tonico cloniche, cianosi, incontinenza sfinterica (sindrome di morgagni adam stokes)

Oltre 30 secondi: lesioni ischemiche cerebrali - morte

• Blocchi atrio-ventricolari: congeniti/acquisiti (processi infettivi-ischemici-da farmaci)

Anomalia di conduzione atrio ventricolare

• Primo grado: rallentamento allungamento p-r (asintomatico)

• Secondo grado: 1 o + impulsi non raggiungono i ventricoli (sintomatico)

Mobitz 1: allungamento del p-r sino a blocco e assenza qrs (condizione progressiva sino a che la condizione a-v si blocca:

● periodismo di luciani-wekenbeck)

Mobitz 2: alcune volte l’impulso non giunge onde P non seguite dal qrs (anche con cadenza regolare)

• Terzo grado: nessun impulso viene condotto ai ventricoli onde P senza QRS. atri e ventricoli hanno 2

ritmi indipendenti. (sintomatico: sincope – scompenso)

• È importante valutare la sede dei blocchi:

• Soprahissiani pacemaker nodo av e his: 40-60bpm (qrs stretto)

• Sottohissiani ritmi ventricolari: 25-30 bpm (qrs slargati e atipici) peggiore

 

• Blocchi di branca

Alterazione della conduzione attraverso il fascio di his

Completi blocco

Incompleti rallentamento

Il fascio di his è composto da una branca destra e da una branca sinistra. Quest’ultima a sua volta si divide in due fascicoli

(anteriore e posteriore). In diversi casi solo uno dei due fascicoli viene interessato dal blocco e si parlerà di blocco

fascicolare.

Quindi possiamo avere le seguenti situazioni:

1 branca bloccata impulso prosegue sulla branca indenne (attivazione ventricolare prolungata)

Blocco bifascicolare blocco a-v completo

Blocco trifascicolare alterazioni dia della branca destra che della branca sinistra (in toto)

• Terapia:

• Atropina aumenta fq – migliora conduzione av

• Beta-stimolanti

• Stimolazione elettrica cardiaca

• Pacemaker definitivo tachiaritmie

1. Accentuazione battito cardiaco: cellule pacemaker di altri cenrti (focus

ectopico)

2. Rientro: meccanismo caratterizzato dalla presenza di un ostacolo (es.

cicatrice post infarto) e due vie di conduzione

le due vie di conduzione sono caratterizzate da un periodo refrattario e da una

velocità di conduzione diversi

3. Triggered activity: oscillazioni del potenziale di membrana a causa di

correnti che generano depolarizzazioni precoci o tardive

• Extrasistolia:

Battito di origine diversa dal nodo del seno

Sede: atriale – giunzionale – ventricolare

Isolata/ripetitiva: bigemine, trigemine…

Morfologia: stesso centro ectopico – polimorfe (polifocali)

Extrasistolia atriale:

• soggetti sani che assumono sostanze eccitanti

• Soggetti con patologie cardiopatie valvolari, scompenso, cardiopatia ischemica

• Ecg: onda p ectopica e intervallo p-p inferiore

La refrattarietà del Nodo a-v condiziona la conduzione dell’impulso (es. onda p ectopica non seguita da qrs)

Extrasistolia giunzionale: l’impulso origina dal nodo av o dal fascio di his

• La diffusione dell’impulso può procedere verso gli atri o verso i ventricoli

• Il qrs dipenderà dalla precocità dell’impulso e dalle condizioni di refrattarietà

Extrasistolia ventricolare: la forma più fq rischio scompenso

Sia nel soggetto sano che nel soggetto con patologie cardiache (se ima aritmie mortali)

• Qrs prematuri e larghi non preceduti da onde p impulso bloccato da nodo av e l’onda p sinusale non si propaga ai

ventricoli (quindi si avrà una pausa dopo l’extrasistole). L’extrasistole non influenza il ciclo sinusale ma aumenta

l’intervallo p-p interrotto da questa

• A volte extrasistole interpolata quando impulso dal nodo del seno passa ai ventricoli

• Può associarsi a extrasistolia atriale onda p anomala nell’extrasistole in st

• Rilevanza clinica: fq elevata, ripetitive, precoci, polifocali

Parasistolia: centro ectopico protetto da un blocco in entrata

• Ventricolare: ecg fq di scarico non influenzata dal ritmo sinusale – intervalli

multipli di un comune denominatore – battiti di fusione ventricolare

• In genere non ha alcun significato clinico


PAGINE

20

PESO

589.48 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria (ordinamento U.E. - 5 anni)
SSD:
Università: Cagliari - Unica
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher claudiac90 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Medicina interna e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Mela Quirico.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Medicina interna

Cardiomiopatie
Appunto
Cardiopatie congenite
Appunto
Cardiopatia ischemica
Appunto
Endocarditi
Appunto