Che materia stai cercando?

Capital Budgeting

Dispensa sulle decisioni di capital budgeting, con descrizione della stima dei costi e ricavi, quindi dell'utile incrementale (con considerazione degli effetti indiretti da considerare e cosa non considerare).
Approfondimento sull'equity value e sull'enterprise value, determinazione del flusso di cassa e calcolo del VAN.
Criteri di selezione di investimenti alternativi: VAN, TIR, Indice di... Vedi di più

Esame di Finanza aziendale docente Prof. L. Gubitosi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Tuttavia spesso si devono confrontare decisioni alternative che si escludono a vicenda,

quindi si dovrà calcolare il flusso di cassa di ogni alternativa, e poi scegliere quella con il VAN

più elevato.

Nell’es HomeNet, supponiamo che l’impresa possa produrre il prodotto in proprio a un Cu di

$95 se spendesse 5 mln $ anticipati per riorganizzare il reparto di assemblaggio (mentre nel

caso della outsourcing il Cu sarebbe $110). La produzione in proprio richiede anche un

investimento aggiuntivo in scorte di magazzino pari a un mese di produzione.

Outsourcing: Costo unitario = $110; Debiti commerciali = 15% costo del venduto;

 Costo del venduto = 100.000 unità × $110 = 11 mln di $, Debiti commerciali = 15% ×

11 mln $ = 1,65 mln $

ΔCCN = –1,65 milioni di $ nell’anno 1 e crescerà di 1,65 milioni di $ nell’anno 5

In proprio: Costo unitario = $95; Costi anticipati di 5 mln di $; Debiti commerciali=15%

 costo del venduto

Costo del venduto = 100.000 unità × $95 = 9,5 mln di $; Debiti commerciali = 15% ×

9,5 mln di $ = 1,425 mln $

Investimento in scorte di magazzino = 9,5 milioni di $ / 12 = 0,792 milioni di $

ΔCCN nell’anno 1 = 0,792 mln $ – 1,425 mln $ = –0,633 mln $

ll CCN diminuirà di 0,633 milioni di $ nell’anno 1 e aumenterà di 0,633 milioni di $

nell’anno 5

Confrontando i flussi di cassa delle due alternative scopriamo che l’outsourcing è la meno

costosa

Consideriamo ulteriori aggiustamenti del flusso di cassa :

Valore di liquidazione o di recupero: le risorse non più necessarie spesso hanno un valore

di rivendita se le parti sono vendute come rottami. In alcuni casi il valore di recupero potrebbe

anche essere negativo.

Nel calcolo del Flusso di cassa dobbiamo includere tale valore (la plusvalenza viene tassata

come reddito):

plusvalenza = prezzo di vendita – valore contabile netto prezzo di vendita – (τ x

 Flusso di cassa dopo le imposte derivate dalla vendita del bene = c

plusvalenza)

Valore terminale o all’orizzonte: è il valore di mkt del flusso di cassa del progetto per tutti

gli anni successivi.

Il metodo di calcolo più comune è: calcolare analiticamente i flussi di cassa entro un breve

orizzonte temporale e poi assumere che il flusso di cassa cresca ad un tasso costante oltre

l’orizzonte temporale.

Imposte riportate a nuovo: quando un’impresa riporta indietro le perdite, riceve un rimborso

delle imposte passate nell’anno in corso. Quindi quando sono significative il loro riporto a

esercizi successivi evita il pagamento delle imposte sui redditi imponibili futuri, fin quando la

perdita non si esaurirà.

Tale ritardo riduce il valore attuale delle imposte dovute.

Come già detto, per calcolare il Van occorre stimare i flussi di cassa incrementali e scegliere un

tasso di attualizzazione La parte complessa sta nella decisione su come stimarli, e spesso tali

stime sono soggette ad incertezza. Analisi del punto di pareggio:

Quando c’è questa incertezza è utile fare l’

VAN = 0

Il break-even è il valore per cui:

 dell’investimento

Oltre al livello di pareggio rispetto al VAN, se ne possono considerare altre accezioni, si può

considerare anche il: EBIT = 0

 Punto di pareggio rispetto all’EBIT: livello delle vendite per cui del progetto

Analisi di sensibilità: mostra le variazioni del VAN al variare di una delle ipotesi, mantenendo

costanti le altre.

Analisi per scenari: mostra le variazioni del VAN, derivanti dalla modifica contemporanea di

più parametri.

CRITERI PER LA SELEZIONE DEGLI INVESTIMENTI :

1) VAN:

Come visto finora, il Valore Attuale Netto o Net Present Value, è un criterio di scelta di una

iniziativa finanziaria, che si basa sulla somma dei flussi di cassa attualizzati dell’iniziativa

stessa. valore assoluto,

Fornisce come risultato un che può essere anche negativo in caso di progetti

non vantaggiosi:

bisogna investire in progetti con NPV positivo e tra 2 progetti scegliere quello con NPV

 maggiore

Per il calcolo del VAN le variabili sono:

Flussi di cassa previsti dal progetto

 Costo opportunità del capitale

Il NPV di 2 progetti congiunti coincide con la somma algebrica dei NPV dei 2 progetti valutati

individualmente.

Benchè Il criterio del VAN è quello più accurato e affidabile, si possono applicare altri metodo,

anche in tandem.

2) TIR: Il Tasso Interno di Rendimento o

Internal Rate of Return (IRR), è il

tasso di attualizzazione che

restituisce un VAN=0

Fornisce un valore percentuale, basandosi su tale concetto: va realizzato qualsiasi investimento

in cui il TIR supera il costo del capitale.

E’ un utile indicatore: misura il rendimento medio dell’investimento, e la sensibilità del

Van all’errore di stima del costo del capitale, ma ha degli svantaggi: il criterio del TIR

fornisce la stessa risposta del criterio del VAN in molte, ma non in tutte le situazioni.

In generale tale criterio funziona per un progetto indipendente, se tutti i flussi di cassa negativi

del progetto precedono quelli positivi.

In altri casi infatti può dare risposte contrarie a quello de VAN e quindi un risultato errato, come

nei casi di:

Investimenti ritardati: (supponete di esservi appena dimesso da a.d. e un editore vi

 offre 1 mln $ anticipati per scrivere un libro. Stimate che vi serviranno 3 anni per

scriverlo, e tale tempo vi farà perdere redditi per $500.000 l’anno. Stimate che il costo

del capitale di questa opportunità sia pari al 10%. Il Tir è maggiore del costo del

capitale, perciò il criterio indica che si dovrebbe accettare, ma il Van è negativo).

TIR multipli: (supponete che Star abbia informato l’editore che dovrà migliorare la sua

 proposta perchè egli sia disposto ad accettarla. L’editore offre di corrispondere un

anticipo di $550.000 e $1.000.000 tra 4 anni, dopo la pubblicazione e la vendita del

libro, calcolando ci sono 2 TIR: il criterio non si può usare).

Tir inesistente: potrebbe non esserci un tasso di sconto che renda il VAN = 0

Ricapitolando, nella Scelta tra progetti di investimento:

criterio del VAN: scelgo il progetto con il VAN più elevato

 criterio del TIR: scegliere il progetto con il TIR più elevato può condurre ad errori

 Se la dimensione di un progetto raddoppia, raddoppia anche il suo VAN

o Se la dimensione di un progetto raddoppia, il TIR non raddoppia, perciò non lo si può usare per

o confrontare progetti di scala diversi

3) Payback period:

Il tempo di recupero è il tempo necessario per recuperare l’investimento iniziale; si ottiene

calcolando il numero di anni necessari affinchè i flussi di cassa cumulati previsti eguaglino

l’investimento iniziale.

 

Se P.P < tempo fissato a priori accetto il progetto ; viceversa respingerò il progetto

Cioè accetto il progetto solo se i suoi flussi di cassa mi permettono di recuperare l’investimento

iniziale


PAGINE

5

PESO

207.34 KB

AUTORE

18luca

PUBBLICATO

4 mesi fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Dispensa sulle decisioni di capital budgeting, con descrizione della stima dei costi e ricavi, quindi dell'utile incrementale (con considerazione degli effetti indiretti da considerare e cosa non considerare).
Approfondimento sull'equity value e sull'enterprise value, determinazione del flusso di cassa e calcolo del VAN.
Criteri di selezione di investimenti alternativi: VAN, TIR, Indice di Redditività e payback period.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in gestione d'impresa
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher 18luca di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Finanza aziendale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Guido Carli - Luiss o del prof Gubitosi Luigi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Finanza aziendale

Appunti e riassunti di finanza aziendale, prof. Bozzi
Appunto
Analisi di bilancio e finanziaria
Appunto
Finanza Aziendale
Appunto
Tipologie di società
Appunto