Che materia stai cercando?

Brunelleschi

sintesi delle lezioni in aula e della bibliografia consigliata dal professore riguardante Brunelleschi. per affrontare serenamente l'esame e' sufficiente acquistare le altre mie sintesi riguardanti gli altri architetti tema d'esame, come Bramante Raffaello etc..

Esame di Storia dell'architettura moderna docente Prof. M. Bulgarelli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

A​ Firenze​ si​ era​ sviluppato​ uno​ stile​ architettonico​ particolare​ in​ età​ romanica​ in​ cui​ l’organizzazione​ dello

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

spazio​ tendeva​ ad​ esprimesi​ attraverso​ il​ disegno:​ membrature​ apparenti​ costruttivamente​ verosimili​ ma

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

non​ necessariamente​ coincidenti​ con​ le​ portanti​ (es.​ il​ Battistero,​ probabilmente​ tempio​ dedicato​ a marte

​ ​

di​ epoca​ paleocristiana)

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

costruire​ in​ stile​ romanico​ quindi​ era​ una​ maniera​ per​ affermare​ il​ proprio​ prestigio​ nel​ clima​ di​ ripresa

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

economica,​ politica,​ sociale,​ in​ cui​ dominavano​ nuove​ ideologie​ laiche​ ed​ individualistiche.​ Sono​ pittori

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

come​ giotto​ (cappella​ degli​ scrovegni,​ campanile​ s.maria​ fiore)​ e arnolfo​ (progetta​ alcuni​ cibori​ in​ stile

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

romanico)​ a preludere​ e forse​ ispirare​ brunelleschi​ grazie​ alla​ loro​ concezione​ prospettica​ dello​ spazio.Si

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

instaura​ un​ gusto​ per​ volumi​ e spazi​ chiari

​ ​ ​

BRUNELLESCHI​ , Firenze​ 1377-1446

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Iniziatore​ architettura​ umanesimo,​ la​ sua​ opera​ si​ stacca​ dal​ passato​ pur​ attingendo​ ad​ esso,​ Brunelleschi

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

infatti​ va​ in​ viaggio​ a Roma​ a studiare​ l’architettura​ antica​ nel​ 1402​ in​ seguito​ alla​ delusione​ del​ concorso

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

per​ la​ realizzazione​ della​ porta​ del​ battistero​ di​ Firenze.​ Si​ prende​ un​ lungo​ periodo​ di​ meditazione​ e di

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

maturazione.​ Si​ comincia​ anche​ ad​ interessare​ hai​ problemi​ costruttivi​ ea​ quelli​ legati​ alle​ applicazioni​ delle

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

pratiche​ matematiche,​ oggi​ si​ deve​ in​ termini​ scientifici​ invenzione​ della​ prospettiva.

​ ​ ​ ​ Cupola​​ ​ ​

Santa​ Maria​ del​ fiore,​ (1418,​ 1436)

Quello della cupola di Santa Maria del Fiore non era tanto un problema di immagine, sostanzialmente già

stabilita in un modello del 1367 e condizionata dal costruito, quanto un problema di strutture di esecuzione

resa difficile alla grande dimensione (40m diametro) e dalla quasi impossibilità pratica di mettere in opera

un armatura linea massiccia capace di sostenere durante l’esecuzione in paese delle strutture. Filippo

imposta ex novo la soluzione, l'idea di base sembra stata essere quella di aver pensato malgrado l'impianto

ottagonale e all'apparenza gotica di costruire una struttura autoportante ad anelli chiusi sovrapposti come

fosse una cupola circolare. L'impiego di due Calotte indipendenti ma collegate con foto interposto così

come una serie di artificiali espedienti, come quello della muratura a spina di pesce, delle nervature

secondarie e degli Anelli Arquati di mattoni dovevano assicurare l’efficacia statica e facilitare i problemi

della tua azione. Filippo trova spunto in diverse architetture, dalla cupola del Battistero alle cupole

orientali, dalle strutture romane a cupola aperta al vertice come quella del Pantheon fino alla cupola della

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

villa​ di​ Diocleziano​ a spalato​ ( base​ ottagonale,​ mattoni​ disposti​ a corsi​ ad​ Arco​ regolari)

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

In​ cima​ alla​ cupola​ che​ posta​ una​ lanterna​ d

i​ 38​ metri​ di​ altezza​ che​ ha​ la​ funzione​ di​ assicurare

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

staticamente​ la​ cupola.​ Sulla​ sommità​ è presente​ una​ palla​ bronzea​ ed​ una​ croce,​ i simboli​ della

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

cristianizzazione.​ Le​ 8 paraste​ di​ coronamento​ si​ proiettano​ in​ avanti​ come​ fossero​ contrafforti​ su​ cui​ sono

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

presenti​ scala​ nature​ che​ proseguono​ anche​ sui​ registri​ della​ cupola.​ La​ lavorazione​ delle​ membrature​ è

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

grossolana​ perché​ la​ lanterna​ è pensata​ per​ essere​ vista​ in​ lontananza​ e dal​ basso

​ ​ ​

L’ospedale​ degli​ Innocenti​ 1419-1445

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

“la​ prospettiva​ oltre​ che​ strumento​ di​ rappresentazione​ scientifica​ del​ reale,​ si​ fa​ principio​ e mezzo​ di

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

organizzazione​ antropocentrica​ dell’edificio​ e delle​ sue​ parti.​ Brunelleschi​ sostituisce​ le​ strutture​ della

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

tradizione​ gotica​ con​ strutture​ non​ tanto​ Romani​ quanto​ geometricamente​ determinate​ come​ archi

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

semicircolari,​ volte​ a vela​ e volte​ semisferiche.​ Ordine​ e arco,​ inquadrato​ o sostenuto​ dall​ ordine,​ formano

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

un​ sistema​ di​ elementi​ che​ costituisce​ la​ matrice​ di​ moduli​ spaziali​ geometricamente​ e proporzionalmente

determinati”

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Edificio​ pubblico​ commissionato​ dall’arte​ della​ sede​ alla​ quale,​ come​ orafo,​ anche​ Filippo​ e immatricolato

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

per​ accogliere​ i bambini​ abbandonati​ della​ città.​ L’impianto​ di​ insieme​ asimmetrico,​ organizzato​ attorno​ al

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

centrale​ cortile​ quadrato,​ con​ ambienti​ dimensionati​ secondo​ esatte​ relazioni​ numeriche​ e modulari​ tra​ le

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

parti​ e ingegnosamente​ legati​ al​ ritmo​ delle​ 9 arcate​ del​ portico​ di​ facciata.​ Il​ progetto​ però​ subi

​ ​

nell'attuazione​ varie​ alterazioni.

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Ogni​ campata​ a volta​ a vela,​ costituisce​ un​ modulo​ spaziale​ la​ cui​ ripetizione​ costituisce​ per​ chi​ percorre​ il

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

loggiato​ una​ successione​ prospettica​ direttamente​ leggibile​ misurabile,​ scandita,​ al​ centro​ di​ ogni​ tre

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

arcate,​ dalle​ porte​ di​ accesso​ agli​ ambienti​ interni.​ La​ pietra​ serena​ e l’intonaco,​ evidenziano​ la​ chiarezza

​ ​ ​ ​ ​ ​

dell’impianto​ e la​ logica​ del​ disegno.

​ ​ ​ ​

Sagrestia​ vecchia,​ San​ Lorenzo​ 1419-1429

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

I​ lavori​ procedono​ di​ pari​ passo​ con​ la​ ricostruzione​ dell’intera​ chiesa.​ Incaricato​ da​ Giovanni​ Averardo​ de

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Medici.​ Deve​ costruire​ la​ cappella​ funeraria​ per​ la​ famiglia​ medici.​ Donatello​ aiuta​ a decorare.

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

la​ lanterna​ a cipolla​ è un​ richiamo​ al​ sepolcro​ di​ Cristo,​ l’Anastasis

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

L’impianto​ della​ cappella​ è cubico,​ coperto​ superiormente​ da​ una​ cupola​ in​ mattoni​ e pietra,​ tale​ vano

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

quadrato​ si​ apre​ su​ un​ locale​ minore,​ la​ scarsella,​ a sua​ volta​ quadrato​ e coperto​ da​ una​ cupola​ su

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Pennacchi.​ Lo​ schema​ di​ insieme​ è simile​ all’impianto​ del​ battistero​ della​ cattedrale​ di​ Padova,​ città

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

conosciuta​ dal​ Brunelleschi.​ le​ paraste​ in​ pietra​ serena​ messe​ a confronto​ con​ pareti​ bianche​ e lisce

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

rendono​ l’architettura​ della​ cappella​ estremamente​ sobria.​ Solo​ la​ parete​ in​ cui​ vi​ e’​ l’altare​ e’

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

abbondantemente​ decorata.​ La​ sacrestia​ e’​ segnata​ agli​ angoli​ da​ paraste​ piegate​ a libro​ che​ sorreggono

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

una​ trabeazione​ tripartita​ all’antica​ , con​ fregio​ ornato​ da​ cherubuni​ rossi​ e serafini​ blu​ che​ percorre​ tutto​ il

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

perimetro​ anche​ all’interno​ della​ scarsella.​ A sua​ volta​ la​ trabeazione​ sostiene​ gli​ archi​ (piu’​ fini​ in

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

corrispondenza​ delle​ semiparaste​ = sugli​ spigoli;​ piu’​ grossi​ dove​ la​ parasta​ e’​ piena​ = dove​ si​ accede​ alla

​ ​

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

scarsella​ “””presbiterio?””” ).​ Utilizza​ il​ suo​ caratteristico​ capitello​ corinzio​ alterato.​ Un​ gradino​ della

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

scarsella​ gira​ l’angolo​ e diventa​ plinto​ della​ parasta

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Alla​ base​ delle​ scelte​ ci​ sono​ anche​ significati​ simbolici,​ espressi​ attraverso​ la​ distribuzione​ della​ luce,​ dalla

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

sfera​ terrena​ (la​ base​ cubica),​ con​ l’aiuto​ dei​ santi​ protettori​ della​ famiglia​ (rappresentati​ sulla​ parete​ di

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

fondo),​ ed​ illuminati​ dalla​ fede​ tramandata​ dagli​ evangelisti​ (nei​ tondi​ delle​ arcate​ sulle​ pareti),​ si​ può

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

spiritualmente​ rinascere​ in​ un​ crescendo​ di​ luminosità​ che​ culmina​ nella​ cupola​ dove​ si​ è accolti​ dai​ 12

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Evangelisti​ (rappresentati​ dai​ 12​ occhi​ tra​ le​ nervature​ della​ cupola).


PAGINE

7

PESO

1.37 MB

AUTORE

iuav97

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in tecniche e culture del progetto
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher iuav97 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'architettura moderna e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Iuav di Venezia - Iuav o del prof Bulgarelli Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'architettura moderna

Approfondimento Palladio e La Rotonda: Storia dell'architettura moderna
Tesi
Storia dell'architettura moderna dal 1300 al 1700 e il Rinascimento
Appunto
Storia dell'architettura moderna dal 1300 al 1700 e il Rinascimento
Appunto
Teoria del Restauro
Appunto