Che materia stai cercando?

Biologia cellulare - Classi e strutture di RNA Appunti scolastici Premium

Appunti di Biologia cellulare con la descrizione degli RNA ribosomiali, transfer e messaggero, con le relative strutture. Tra gli argomenti trattati vi sono i seguenti: l'RNA transfer, il ribosomiale, il messaggero, il ribosoma, la struttura a quadrifoglio.

Esame di Biologia cellulare docente Prof. N. Zoppi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL  RIBOSOMA   una  struttura  che  è  quella  tipica  del  gene  eucariotico,  

cioè   non   sono   formati   da   una   regione   regolatrice   che  

Il   ribosoma   è   un   apparato   cellulare   costituito   da   due   precede   la   sequenza   che   viene   letta   e   trascritta,   ma  

parti,   che   si   chiamano   sub-­‐unità:   esiste   una   sub-­‐unità   hanno   una   sequenza   regolatrice   che   è   interna  

maggiore   del   ribosoma,   e   una   minore.   Queste   due   all’informazione   che   viene   letta   e   trascritta:   quindi   si  

sub-­‐unità   si   formano   a   livello   del   nucleolo   come   sub-­‐ parla   proprio   di   promotore   interno   al   gene.   Questi  

unità   distinte   l’una   dall’altra,   mettendo   insieme   gli   geni   vengono   quindi   letti   e   trascritti   in   maniera  

RNA   ribosomiali   e   le   proteine   ribosomiali.   Le   singole   differente  rispetto  alle  modalità  con  cui  vengono  letti  

sub-­‐unità,  una  volta  formate,  fuoriescono  attraverso  il   e  trascritti  i  geni  per  gli  mRNA  e  gli  rRNA.  Questo  vuol  

poro   nucleare   e   arrivano   nel   citoplasma.   Nel   dire   che   negli   eucarioti   esistono   enzimi   che   fanno   la  

citoplasma   queste   due   sub-­‐unità   rimangono   staccate   trascrizione   diversi,   che   riconoscono   le   sequenze  

l’una  dall’altra,  fintanto  che  non  si  creano  le  condizioni   regolatrici   posizionate   in   modo   diverso.   Esisterà   una  

ideali   per   cui   queste   due   sub-­‐unità   si   assemblino,   e   RNA   polimerasi   che   fa   trascrizione   dei   geni   canonici  

allora  si  forma  il  ribosoma  completo.  Quindi  se  in  una   che   hanno   la   regione   regolatrice   posta   davanti,   ed  

cellula  non  c’è  esigenza  di  sintesi  proteica,  le  due  sub-­‐ esisterà   una   RNA   polimerasi   che   riconoscerà   questi  

unità   ribosomiali   rimangono   staccate   tra   di   loro   e   promotori   interni.   Anche   i   geni   per   gli   RNA   transfer  

libere  nel  citoplasma.     sono   geni   ripetuti   in   tandem,   e   precisamente   ogni  

gene  per  ogni  tRNA  è  ripetuto  fino  a  1300  volte,  anche  

Nella  sub-­‐unità  maggiore  del  ribosoma  convoglia  l’RNA   qui   per   l’esigenza   di   avere   tanti   tRNA   che   cooperano  

ribosomiale   28S,   5.8S   e   il   5S,   che   si   assemblano   con   nella  sintesi  delle  proteine.    

una   cinquantina   di   proteine   ribosomiali,   che   si  

indicano  con  L  (large)  seguita  da  un  numero;  il  tutto  è   Abbiamo   detto   finora   che   gli   RNA   sono   molecole   a  

definito   un   complesso   ribonucleoproteico,   perché   singolo   filamento.   Gli   RNA   sono   delle   molecole   che  

formato  da  RNA  e  proteine.   all’interno   della   cellula   appaiono   estremamente  

sensibili   ed   estremamente   instabili;   nel   nucleo  

Al   contrario,   la   sub-­‐unità   minore   è   costituita   dall’RNA   possono   essere   degradati   facilmente   da   una   serie   di  

18S   e   da   una   trentina   di   proteine   ribosomiali   che   enzimi   che   si   chiamano   ribonucleasi,   e   quindi   in  

vengono  indicate  dalla  S  (small)  seguita  da  un  numero;   qualche   modo   devono   essere,   dopo   che   sono   stati  

quindi   anche   la   sub-­‐unità   minore   è   un   complesso   sintetizzati,   rimaneggiati   e   protetti   dall’azione   di  

ribonucleoproteico.     questi  enzimi.  Ma  allo  stesso  modo  quando  escono  nel  

citoplasma   sono   anche   li   facilmente   attaccabili.  

Dentro   a   queste   due   sub-­‐unità,   molte   di   queste   Succede   dunque   che   gli   RNA,   per   diventare   meno  

proteine   ribosomiali   sono   delle   proteine   strutturali,   e   instabili,   assumono   strutture   secondarie   e   strutture  

quindi   formano   la   struttura   del   ribosoma.   La   vera   e   terziarie.    

propria   funzione   del   ribosoma   è   determinata   dagli  

rRNA   e   da   una   parte   di   proteine   che   li   aiutano   a   Le   strutture   secondarie   sfruttando   il   fatto   che  

funzionare.  I  ribosomi  delle  cellule  procariotiche  sono   all’interno   degli   RNA   ci   possono   essere   delle   regioni  

fatti  allo  stesso  modo,  solo  che  sono  un  po’  più  piccoli,   cosiddette   di   complementarietà   interna;   questo   vuol  

e  quindi  hanno  una  velocità  di  sedimentazione  un  po’   dire  che  dentro  ad  una  stringa  di  RNA  può  esserci  una  

diversa;  sono  formati  anche  loro  da  rRNA,  con  l’unica   regione   di   5   nucleotidi   che   trova   altri   5   nucleotidi  

differenza   che   nelle   cellule   procariotiche   non   ci   sono   complementari  a  questi  in  una  regione  più  a  valle  o  a  

quattro  rRNA,  ma  ce  ne  sono  solo  tre:  quindi  nella  sub-­‐ monte.   E   allora   succede   che   questi   5   nucleotidi  

unità   maggiore   si   distribuiscono   due   rRNA   con   30   complementari   si   riconoscono   e   allora   la   molecole   di  

proteine,   e   nella   minore   un   unico   rRNA   con   una   RNA   si   ripiega   e   si   formano   tra   i   nucleoidi  

ventina  di  proteine.  Però,  sostanzialmente,  la  struttura   complementari  dei  legami  idrogeno.  Quindi  si  formano  

del   ribosoma   è   stata   mantenuta   negli   eucarioti   in   delle   regioni   che   apparentemente   sono   a   doppio  

maniera  molto  simile  a  quella  dei  procarioti.     filamento,   ma   che   non   lo   sono,   perché   sono  

semplicemente   delle   regioni   ripiegate   e   tenute  

STRUTTURA  DEGLI  RNA  TRANSFER   insieme   da   legami   idrogeno.   A   queste   strutture  

I   geni   per   i   tRNA,   come   anche   il   gene   per   l’rRNA   5S,   secondarie   si   può   poi   aggiungere   una   struttura  

hanno   una   peculiarità:   sono   dei   geni   che   non   hanno   terziaria  quando  la  struttura  secondaria  si  lega  a  delle  


PAGINE

4

PESO

96.84 KB

AUTORE

saio93

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (6 anni)
SSD:
Università: Brescia - Unibs
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher saio93 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Biologia cellulare e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Brescia - Unibs o del prof Zoppi Nicoletta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Biologia cellulare

Biologia cellulare
Appunto
Biologia cellulare - il dogma centrale della biologia e la struttura del DNA
Appunto
Biologia cellulare
Appunto
Nuclei della base
Appunto