Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

8) Minor revision

9) Accettazione

10) Proof

11) Pubblicazione online

RILEVANZA POSIZIONE NOMI NELLE PUBBLICAZIONI

1) Primo nome

2) Ultimo nome

3) Secondo nome

4) Significato del Corresponding Author

PSICOLOGIA GENERALE

Sinapsi: passaggio dell’informazione tra neuroni.

Parti principali del sistema nervoso centrale:

1) Midollo spinale

2) Romboencefalo (mielencefalo + metencefalo)

3) Mesencefalo

4) Proencefalo (diencefalo + telencefalo)

Midollo spinale: tessuto nervoso dentro la porzione più caudale del sistema nervoso centrale. E’

protetto dalla spina dorsale. Collega sistema nervoso centrale con sistema nervoso periferico

tramite i nervi.

Contiene i meccanismi di riflesso. Il passaggio delle informazioni avviene in questo modo:

Neurone afferenteInterneuroneNeurone efferente.

Romboencefalo: cresce durante la vita, come tutto il sistema nervoso centrale. E’ formato da

mielencefalo e metencefalo. Dietro il ponte è presente il cervelletto, in cui è presente la memoria

procedurale e la memoria per la coordinazione. Ci sono casi in cui uno non ha il cervelletto.

Mesencefalo: forma la parte superiore del tronco encefalico. Porta i germi sulla superficie dorsale e

i peduncoli cerebrali sulla superficie ventale dell’acquedotto cerebrale.

Proencefalo: cervello composto da diencefalo e telencefalo. Il primo contiene talamo, ipotalamo,

ghiandola pituitaria e pineale. Il talamo consente il passaggio e l’elaborazione di informazioni.

Talamo: Materia grigia rivestita da sostanza bianca sulla superficie superiore. E’ un centro

intercalato sulle vie della sensibilità somatica (incastrato nel mezzo tra informazioni ricevute e

mandate). Regola la componente motoria e attiva la corteccia encefalica. Ha una funzione

associativa tra aree corticali diverse.

E’ connesso al sistema limbico, cioè quello delle emozioni.

Diencefalo: ippocampo (nome dato da una curva che gli somiglia). E’ localizzato nella zona

mediale del lobo temporale. Fa parte della formazione dell’ippocampo, inserito nel sistema limbico

e svolge un ruolo importante nella memoria a lungo termine. Ce n’è uno per ogni emisfero e se

viene distrutto l’individuo ha una grave amnesia e non riesce più a elaborare nuove informazioni.

Telencefalo: posizionato nella scatola cranica e separato dal tessuto osseo attraverso le meningi.

All’interno di queste membrane c’è del liquido cerebro spinale (tipo airbag). La superficie inferiore è

piatta.

LA corteccia è detta anche “pallum” del telencefalo.

ESISTONO 2 TIPI DI DIFFERENZE, ANATOMICHE E FUNZIONALI.

5 Diverse scissure:

1) scissura centrale (di Rolando)

2) scissura laterale (di Silvio)

3) scissura pariettocipitale

4) scissura calcarina

5) scissura limbica

6 Diversi lobi:

1) frontale

2) parietale

3) temporaleposizionato sotto la scissura di Silvio ed è coinvolto nella funzione uditiva

contenendo, di fatto, la corteccia uditiva primaria che processa per prima le informazioni uditive.

Perdendo entrambi i nodi temporali si diventa sordi.

4) occipitaleè il centro del processo visivo e contiene la corteccia visiva primaria.

5) limbicoregione a forma di arco. Contiene il foro paraterminale, l’area sotto collare. L’ippocampo.

E’ la porzione collegata alle emozioni.

6) dell’insulalocalizzata nella scissura laterale di Silvio per cui è possibile vederla solamente dopo

la rottura dei margini laterali della scissura stessa.

STORIA DELLA PSICOLOGIA

5000 A.C. i problemi psichici erano causati da spiriti maligni (trapanavano il cranio per farlo uscire

– alcuni sono anche sopravvissuti).

Antico Egitto il papiro Edwin Smith contiene una descrizione del cervello e alcune speculazioni

sulla sua funzione. Al contrario di vari documenti, solamente 2 problemi del cervello erano

considerati dovuti a spiriti maligni, quindi era molto attuale.

Grecia e Roma Antica in Grecia sono nati i termini psicologici e sono state elaborate importanti

teorie che hanno affrontato in modo elaborato tempi centrali della psicologia. Platone, Pitagora e

Aristotele tre personaggi più influenti dell’antichità. Galileo più influente personaggio romano.

La tradizione giudaico-cristiana Secondo Freeman, il Temismo è il sistema filosofico che spiega la

cognizione che è più compatibile con le moderne tecniche di neurodinamica.

Cina Nel sesto secolo D.C. Lui Xie chiese ad un gruppo di persone di disegnare un quadrato con

una mano e un cerchio con l’altra per testare il livello di distraibilità del soggetto. Per alcuni questo

è il primo esperimento di psicologia e quindi la nascita della psicologia sperimentale.

India in India c’è un elaborato teoria del sé negli scritti filosofici, la quale riguarda la realizzazione

del sé attraverso il quale comprendere l’ultima natura della realtà.

Tradizione islamica nel medioevo una serie di filosofi islamici hanno affrontato temi che poi

saranno cari alla psicologia. Alhazen fu il primo a studiare il contrasto simultaneo e studiò la

percezione di chiarezza e del colore.

In sostanza la psicologia ha origine da due discipline principali: filosofia e neurofisiologia.

WUNDT E LO STRUTTURALISMO

L’inizio formale come scienza è fissato al 1849, quando Wundt fondò a Lipsia il primo laboratorio

sperimentale dedicato ai fenomeni psicologici, da lui chiamato laboratorio di psicologia fisiologica.

“Anche nel dominio delle scienze naturali l’utilizzo del metodo sperimentale diviene indispensabile

quando il problema sotto studio è un fenomeno transiente e non permanente e non una vera

osservazione di un oggetto statico e relativamente costante” – Wundt.

Wundt fonda lo strutturalismo, denominato in questo modo dal suo allievo Titchener, che

continuerà la tradizione del modello divenendo docente della Cornell University in USA. Secondo

Wundt l’oggetto della psicologia era lo studio dell’esperienza immediata, ossia il contenuto di

coscienza che il soggetto aveva durante la sua attività mentale consciametodo dell’introspezione.

Secondo Titchener, la psicologia deve analizzare la struttura della mente, che sarebbe formata da

tanti elementi che la compongono, come un mosaico di sensazione, emozioni, concetti: il lavoro

dello strutturalista è quindi di analizzare questo puzzle. Principi dello strutturalismo: elementarismo

(la concezione della psiche come strutturazione di elementi semplici di base) e l’introspezione

come metodo, ovvero l’analisi della struttura psichica attraverso l’auto-osservazione rigorosa dei

propri processi interni da parte di ricercatori appositamente addestrati secondo specifici protocolli.

Sebbene Titchener abbia diffuso le idee di Wundt in America, ci sono delle differente tra di loro.

Wundt enfatizza le relazioni tra gli elementi di coscienza mentre Titchener era più interessato ad

identificare tutti gli elementi base della coscienza e riuscì a collezionare oltre 44.000 elementi di

base dell’esperienza cosciente. Titchener fu un grande oratore ma con la sua morte anche il suo

approccio scientifico morì a causa del suo metodo scientifico obsoleto.

IL METODO INTROSPETTIVO

Il paziente dopo essere stato addestrato ad utilizzare solamente la propria coscienza, doveva

esporre verbalmente il proprio vissuto interno nel modo più dettagliato possibile. Per esempio, se il

soggetto oggettivamente vedeva uno stimolo verde o una frase stampata su un biglietto doveva

descrivere con le sue parole cosa stesse provando.

In sostanza lo strutturalismo fu un binario morto, ma fu comunque importante perché fu il primo a

inserire nella psicologia il concetto di metodo sperimentale.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

8

PESO

22.11 KB

PUBBLICATO

10 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in psicologia clinica
SSD:
Docente: Gori Simone
Università: Bergamo - Unibg
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Scolari97 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bergamo - Unibg o del prof Gori Simone.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in psicologia clinica

Psicologia clinica  – Disturbi alimentari
Appunto
Appunti lezioni metodi e tecniche psicodiagnostiche, prof. Negri
Appunto
Riassunto esame Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni, prof. Morelli, libro consigliato La Vita Organizzativa, Quaglino
Appunto
Tesi: trauma PTSD e disturbi psicologici in migranti rifugiati e richiedenti asilo
Tesi