Che materia stai cercando?

L'educabilità dei bambini

In questi appunti di pedagogia parleremo di educabilità e di potenziale educativo, contributi della psicobiologia e della psicosociologia nei soggetti in via di sviluppo. Appunti basati sulle lezioni della prof.ssa Rossi dell’università degli Studi La Sapienza - Uniroma1. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Pedagogia docente Prof. F. Rossi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

evoluzione della corteccia sta a significare che l’uomo è capace di intelligenza

adattiva e creativa ed educabile. Bisogna anche aggiungere che è fondamentale

l’educazione per l’uomo, dato che la maggior parte dei suoi comportamenti sono

appresi per imitazione, socializzazione, istruzione o in altre forme, importanti per il

mantenimento in vita.

Capitolo 2: gli impulsi istintivi dell'uomo

Se la corteccia è la sede della ragione, possiamo dire che negli strati sottocorticali vi

sono gli impulsi istintivi, che vanno talvolta in contrasto con la razionalità e

permettono di far affiorare comportamenti imprevedibili inibiti fino a quel momento.

La corteccia può avere il sopravvento rispetto alle condotte più turbolente e

ancestrali; altre volte, a seconda della situazione, dell’ambiente e delle caratteristiche

individuali, la gerarchia può essere sovvertita e ciò determina il prevalere di azioni

istintive.

Nel nostro corpo le informazioni viaggiano dai sensori verso l’encefalo e viceversa,

tramite le cellule del sistema nervoso, denominate neuroni; possiamo paragonare il

nostro sistema cerebrale come un elaboratore elettronica. Tuttavia il paragone non

regge, perché il nostro organismo è dotato di mente, dispone cioè di unpotenziale

ignoto ad ogni altra specie, qual è quello di attribuire un significato alle informazioni

che riceve, di correlare, valutare ed ordinare in forme nuove il materiale percepito

tramite i recettori sensoriali, non si limita cioè a ricevere, elaborare e codificare le

informazioni che gli arrivano agli organi percettori.

Durante i primi mesi del feto si possono scorgere forme di autoconservazione

dell’organismo e nello stesso tempo le prime forme di interazioni con l’ambiente.

Con l’introduzione di strumenti molto sofisticati (ecografia, encefalografia) si vede

che l’embrione, se stimolato, risponde automaticamente muovendo le braccia e le

mani, accenna a deglutire se gli si sfiorano le labbra, a conferma del fatto che il

midollo spinale si forma in età precoce, mentre la corteccia cerebrale si sviluppa

successivamente e da quel momento potranno scorgersi processi di apprendimento.

Negli ultimi mesi di vita fetale il neonato è in grado di discriminare il rumore del

battito cardiaco della madre o di una melodia musicale, avvalendosi di un

apprendimento che ha origine con la comparsa della corteccia.

Nella vita fetale c’è un continuo sviluppo di cellule nervose ed un’intensa attività di

stimolazioni dei sistemi nervosi, un’attività bioelettrica intermittente che mantiene in

esercizio neuroni, sinapsi, evitando l’atrofizzazione. I neuroni e i circuiti nervosi

raggiungono la loro maturità e la loro specificità biologica e funzionale sulla base

delle tracce che sono programmate nei cromosomi; la programmazione genetica di

per sé non è però sufficiente per consolidare le strutture nervose, tant’è vero che

devono essere attivate da una stimolazione costante. L’attività bioelettrica per

autostimolazione si estende, in una certa fase della vita prenatale, allo stesso cervello,

come è dimostrato dal sonno REM, in cui si pensa che il feto sogni e recuperi

contenuti di esperienza, fissandoli nella memoria. Nel sonno REM (Rapid Eyed

Movements) il tracciato dell’encefalogramma passa da onde lunghe e lente tipiche del

sonno a onde basse e tipiche della veglia. Poiché nella vita prenatale il 95% del sonno

è di tipo REM, si sostiene che l’attività del feto è mantenuta costantemente anche

durante il sonno.

I neuroni tendono ad aumentare vertiginosamente in questa fase, a differenza della

fase postatale dove saranno le uniche cellule a non riprodursi più.


PAGINE

5

PESO

31.50 KB

PUBBLICATO

8 mesi fa


DETTAGLI
Esame: Pedagogia
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (BRACCIANO, CASSINO, CIVITAVECCHIA, COLLEFERRO, FROSINONE, GAETA, ISERNIA, LATINA, NETTUNO, POMEZIA, POZZILLI, RIETI, ROMA, TERRACINA, VITERBO)
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher TheNumberOne1 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Pedagogia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Rossi Franca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!