Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1890: sandwich, si tratta di un anglicismo tratto dal titolo nobiliare di John Montague,

conte di Sandwich (1720-1792)

es. pinocchio, alla base vi è il dialettismo toscano pinocchio “pinolo”, dal nome del

personaggio ha dato origine al deonimo pinocchio che nel linguaggio comune ha il

significato di “bugiardo”.

es. giannino, antroponimico con base agionimica

giuanin “baco della frutta, specialmente delle ciliegie”

san Giovanni = ipocoristico (forma diminutivale abbreviata) Gianni

Non si poteva più vendere le ciliegie dopo la notte di San Giovanni (24 giugno) perché

dentro vi nasceva il giuanin

San Martino 11 novembre, sanmartino “novembre”

11 novembre fare san Martino = sgomberare

29 settembre fare san Michele = sgomberare

Onomastica letteraria:

settore di studio più recente: 1980/1990 - Pisa

Studia i nomi propri di tipo letterario: nomi propri degli scrittori, soprannomi d’arte

(nomi di penna), nomi dei personaggi, nomi di luogo, nomi di opere, nomi di generi

letterari, nomi di film…

Nomi di fantasia

“Nomi parlanti” = nomi trasparenti

Dottor Azzecca-garbugli

Trasparenza / opacità

Cacia

Caffarelli e Marcato

Ficarotta

ficara “albero di fico”

paretimologia = ricostruzione errata del “significato” (etimo)

Monte Rosa

opachi

Soprannomi/nickname

Soprannomi: è attribuito dalla comunità con cui la persona convive

motivazione; ironico, scherzoso, ingiurioso

nickname: è attribuito dalla persona

personaggi famosi, letterari, del mondo fantastico

Isabella: deantroponimico

Aspromonte: antroponimo detoponimico (è un oronimo)

Magenta: deonimo detoponimico (nome di luogo, città), cromonimo

Teodolfo: antroponimo agionimico di origine germanica

Evoluzione del sistema onomastico

Sistema onomastico nel mondo latino

Romolo

Si passa dal nomen unicum (sufficiente quando il contesto del numero di persone è

limitato) ad un sistema bimembre/formula binomia nell’età monarchica.

2 elementi: praenomen + nomen (Numa + Pompilio)

Nell’età repubblicana ed imperiale la situazione passa a tre elementi, nell’età imperiale

avanzata a più di tre elementi, dunque ad un sistema trimembre/formula trinomia Essi

erano prenomen + nomen + cognomen

Il prenomen fu per molto tempo l’unico nome di identificazione del cittadino romano.

veniva dato il settimo giorno ai maschi, l’ottavo alle femmine e confermato alla

maggiore età.

I praenomina erano pochissimi: Marcus, Titus, Quintus

Il nomen o anche detto gentilizio, era il nome della gens “insieme di famiglie”, liberti

schiavi liberati

In origine praenomen + -ius

Per le nome il nomen era formato dal nome gentilizio del padre es. Tullia < figlia di

Tullius

Ad un certo punto i nomi gentilizi perdono valore e l’unico nome per distinguere è il

cognomen, che aveva carattere soprannominale. Veniva imposto individualmente

all’interno della famiglia e al raggiungimento della maggiore età ed era distintivo. es.

Marcus Tullius Cicero / Publius Valerius Equicola. Ovviamente valeva per i patrizi, le

donne di solito non avevano il nome, venivano denominate con la forma femminile del

gentilizio del padre: Iulia, Cornelia, Valeria.

In età imperiale anche alle donne viene imposto un cognomen che segnala la

discendenza diretta.

Il supernomen è un quarto elemento aggiunto per superare le omonimie, es. Publio

Cornelius Scipio Africanus

In epoca medioevale il sistema onomastico romano perde la sua efficacia e cambia,

questo a causa

della debolezza interna del sistema

⁃ di motivi esterni, ovvero non legati all’onomastica (contatti con l’oriente ellenistico che

⁃ non aveva un sistema a 3 elementi; evoluzione del tessuto sociale con i liberti;

cristianesimo)

Da 3 a 2 elementi, e poi si ritorna ad 1 elemento, il cognomen sopravvive e si arriva in

epoca medievale, dove si ha il nomen unicum.

Trasmissione diretta/indiretta delle popolazioni germaniche:

nomi germanici, esempi attestati in epoca medievale e perciò latinizzati /adattamento >

varianti

Albertus è una forma latinizzata

Albertel è una forma alterata (con suffisso -el) in veste volgare

Entrambe sono forme adattate a partire dalla base germanica, che era già un nome

*ala- “tutto”

*berta- “illustre”

Dire che significato ha un nome è sempre molto rischioso.

La documentazione medievale di questo nome è molto ricca, diffusa in tutte le regioni

italiane.

Attestazioni più antiche in Italia:

esito longobardo Alipertus attestato nell’IVI secolo

esito Albertus di trafila franca, ricorre a partire dal X secolo

[Origine; etimo; significato; distribuzione topica e cronologica

Henricus

Personale germanico, nei documenti abbiamo attestazioni di due forme o varianti

Haimirich, Haimerich

*haima- “casa, patria”

*rika- “potente, dominatore” sembra sia stato introdotto dagli Ostrogoti e che poi sia

stato latinizzato Aimericus dal X secolo (> Aimerico)

L’esito Henricus non è presente nei documenti longobardi e in Italia si diffonde dopo il

Mille per tramite tedesco grazie al prestigio dei molti personaggi (imperatori, re di

Germania…) che portarono questo nome (Enrico II il Santo, re d’Italia

nel 1004)

Gilbertus

Nome di origine germanica

*berta- “illustre”

*gaila- “allegro armonioso”

*gelda- “ricompensa”

*gisa-, *gisila- “dardo, freccia”

Ghisiperto, Ghisipertu, Giselpertu, Gisilpert…

Il nome si diffonde grazie ai Franchi che lo conobbero nelle forme: Gisilbertus,

Giselbertus, Gillebertus

ONOMASTICA GERMANICA: NOMEN UNICUM

Johannes

Jacobus

Albertus + un secondo elemento

Epoca medievale: dimenticare la parola cognome

Secondi nomi o nomi aggiunti

patronimici o (pochissimi) matronimici, potevano essere formulati in questo modo:

a) marquetus (filius de) > marquetus julianus > marquetus juliani > de + ablativo jacobus

de bona ; de + ablativo plurale johannes de oliveriis

indicazioni di provenienza (toponimici), de + ablativo es. johannes de branda; nicolaus

b) de francia; de + esito volgare johannes de asta; genitivo latino johannes aviliane;

nominativo lazarus centallus; esito volgare jacobus rubilant

soprannomi: qui vocatur, dictus, alias, vel, osia…

c) nomi di mestiere: localizzazione precisa in quanto nascono all’interno di una comunità,

d) si rifanno al lessico locale, Johannes Bergerius “pastore di pecore”

Epoca medievale: secondo nome (non ancora ereditario)

Epoca moderna: ereditarietà del cognome (nome di famiglia)

CAFFARELLI, MARCATO Dizionario dei cognomi

Gens labo: distribuzione geografica (Ferrero/Magnini/Bergero/Gastaldi/Cacia)

Fondamentale fu il concilio di Trento che ebbe un grande impatto sulla società e che dal

punto di vista onomastico impone ai parroci i registri di battesimo, morte, matrimonio.

denominazione complessa (donne)

Il padre oppure il marito

Più spesso sia il marito sia il padre

Nome singolo+riferimento alla denominazione del padre/marito

Sommariva del Bosco 1074

Imilia filia quondam maginfredi macchinosi (Emilia figlia del fu Manfredi marchese)

Le donne religiose erano identificate con il nome unico + funzione: es Domina Elisabed

Onestisima Abaptisa (Caramagna 1074)

I dati di Gens Labo si basano sui dati degli abbonati all’elenco telefonico.

Tipologie cognominali, ovvero cognomi di tipo:

patronimico/matronimico (primo nome)

• toponimico

• soprannominale (elementi del lessico comune, nomi di animali)

• attività di mestiere (oggetti), professione, titoli

• Caratteristiche dei cognomi italiani di oggi (XX secolo in prospettiva sincronica)

tendenza all’accentramento quantitativo (i cognomi più diffusi sono pochi, tante persone

• portano un cognome che si riferisce allo stesso tipo cognominale) Pur essendoci

cognomi di varianti diverse, esse possono essere ricondotte ad un tipo cognome. es.

FERRARIO < (faber) ferrarius; Rossi, Ferrari, Colombo, Russo, Esposito. Colombo ed

Esposito sono cognomi dei trovatelli. Colombo si lega all’istituto di Milano per


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

11

PESO

205.61 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della mediazione linguistica
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher giuliam31 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguistica italiana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Cacia Daniela.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Linguistica italiana

Appunti linguistica italiana
Appunto
Appunti di linguistica italiana, sostrati e testi antichi
Appunto
Appunti completi Linguistica Italiana - Prof. Cacia
Appunto
Onomastica
Appunto