Che materia stai cercando?

Approfondimento analisi relazionale

Appunti di marketing territoriale sull'approfondimento sull'analisi relazionale basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Peluso dell’università degli Studi del Salento - Unisalento, facoltà di Economia, Corso di laurea in economia aziendale. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Marketing territoriale docente Prof. A. Peluso

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

– La distanza:indica l’efficacia di un attore di relazionarsi con l’intero network di riferimento. Con l’indice

di Sabidussi si misura l’immediatezza con cui un attore contatta i restanti e la modalità più veloce per la

circolazione di informazioni. Anche in questo caso il valore può essere compreso nell’intervallo

semiaperto ]0,1]. Il valore nullo non è mai assunto perché non ha significato se il network è disconnesso,

ossia presenta punti isolati per i quali la distanza è infinita. Il valore dell’indice tende a zero al crescere

delle distanze ossia- un attore che ha ridotta relazionalità con il sistema ha difficoltà ad effettuare scambi.

Il valore unitario è assunto dall’attore che ha massima relazionalità con il sistema.

– Interposizione: è il potenziale controllo sulle attività d’interscambio nel network. Con l’indice di

Freeman si calcola il potere di controllo che un attore può esercitare sui flussi comunicativi di due altri

attori. Può assumere valori compresi nell’intervallo [0,1]. Il valore nullo è associato all’attore che non

svolge funzione di interposizione nel sistema. Il valore unitario è assunto soltanto dall’attore centrale di

una particolare organizzazione: il network segregato, ossia una struttura organizzativa tenuta insieme da

un solo attore il quale intrattiene una serie di relazioni di scambio con tutti gli attori del sistema tra i quali

invece non vi è nessuna interazione significativa.

Indici Globali

il numero di punti: qualifica la rete in termini dimensionali: una volta individuata la tipologia di relazione,

– si individuano gli attori che compongono il network. Se si considera che ogni attore è apportatore di

risorse, in termini relazionali, il numero dei punti ne condiziona per il sistema l’accesso.

– Il numero di linee: individua la densità. In termini relazionali, indica la propensione del sistema allo

scambio, alla circolazione di risorse. La densità è un indice compreso nell’intervallo [0,1]. Quando

assume il valore nullo, il sistema analizzato è disconnesso nessun attore instaura relazioni di scambio;

quando assume il valore unitario, il sistema analizzato è completo, ogni attore si relaziona a tutti gli attori

del network. Valori vicini all’unità denotano una buona connettività del sistema, valori vicini allo zero

scarsa propensione alle connessioni.

NB:La densità esprime la propensione delle imprese del sistema a realizzare accordi di cooperazione e a

diffonderli.

il grado, la distanza e l'interposizione:misurano, con la valutazione dei diversi indici di centralizzazione,

– quanto la compattezza del sistema dipenda dalla capacità relazionale,dall’attore che presenta il

corrispondente indice locale più alto. Gli indici di centralizzazione hanno valori compresi nell’intervallo

[0,1]. Il valore unitario è raggiunto quando il sistema è organizzato solo intorno ad un attore; il valore

nullo è ottenuto quando il sistema è completo: tra tutti gli attori esistono relazioni di scambio.

Indice di centralizzazione:rileva il grado di gerarchizzazione della rete nel complesso. Indica il grado di coesione

di un network, indicando quanto un grafo si organizza intorno al suo punto più centrale.

Analisi dei dati: tecniche di condensazione del grafo I grafi di grandi dimensioni, molto densi e con numerosi

livelli di molteplicità dei legami, necessitano di tecniche di semplificazione. Le tecniche di condensazione del

grafo sono procedure in grado di ottenere una scomposizione del grafo in sottogruppi di nodi rilevanti.

Due tecniche di condensazione del grafo: riduzione del grafo Procedura che cancella progressivamente i nodi,

dopo averli selezionati in base a caratteristiche strutturali (un grafo più piccolo e più semplice);tecnica

dell’annidamento procedura utilizzata per grafi a valori, si ottiene sottografi composti dai nodi con livello di

molteplicità via via superiore.

tecnica del nesting: costruzione del grafo a cerchi concentrici. I confini del nucleo centrale si allargano

progressivamente ad includere tanti più punti (nodi/attori) quanto più basso diventa il livello di coesione o di

molteplicità dei legami (per i nuclei m) preso in considerazione.


PAGINE

3

PESO

38.52 KB

PUBBLICATO

7 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia aziendale
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher annachiara9084 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Marketing territoriale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Salento - Unisalento o del prof Peluso Alessandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Marketing territoriale

Approfondimento analisi strategica
Appunto
Gli elementi base della strategia di MT
Appunto
Tecnologia dei cicli produttivi
Appunto
Matematica finanziaria - Appunti
Appunto