Che materia stai cercando?

Riassunto esame Antropologia culturale, prof. Bonifacio, libro consigliato Antropologia culturale Schultz, Lavenda Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di Antropologia culturale della professoressa Bonifacio basato su rielaborazione di appunti personali e studio del libro Antropologia Culturale di Emily A. Schultz, Robert H. Lavenda.Bologna,Zanichelli 2010 .
Gli argomenti trattati sono i seguenti: il concetto di cultura, l'antropologia biologica e fisica, il determinismo ambientale, il materialismo storico, i contatti interculturali... Vedi di più

Esame di Antropologia culturale docente Prof. V. Bonifacio

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

le quali i miti vengono accettati o rigettati. I miti di origine non scientifica sono le storie

che vengono rapportate con il mondo sociale.Malinowski considerava i miticome statuti

della vita sociale in cui viene spiegato il perché la società è in quel modo e che non si

può cambiare.Per Levi­Stauss i miti sono strumenti per risolvere delle contraddizioni

logiche. I miti oltre a parlare su come è il mondo parlano anche di come potrebbe

essere.

IL RITO

Il rito è una pratica sociale ripetitiva di attività simboliche come parola, canto, danza,

gesto e manipolazione di certi gesti. Il rito è separato dalle routine sociali quotidiane. I

membri di un gruppo definiscono rito una sequenza di attività anche se non vista prima.

Il rito non avviene solo in ambito religioso ma può avvenire anche in un esperimento

scientifico, in cerimonie, in udienze ...

Nello studio del rito oltre a prestare attenzione ai singoli si deve prestare attenzione

anche all'esecuzione in quanto il rito è azione. Il rito è una sequenza ordinata di gesti,

parole e avvenimenti.Van Gennep distingue nei riti di passaggio tre periodi:

­SEPARAZIONE: nel periodo di separazione l individuo si lascia alle spalle i simboli e le

pratiche dello status precedente. ‟

­TRANSIZIONE: nel periodo di transizione l individuo abbandona la vecchia esistenza

senza iniziarne una nuova (non occupa ancora un ruolo).

­TRASGRESSIONE: in questo periodo l individuo viene reintrodotto nella società con la

nuova posizione. ‟

Il periodo di transizione è un periodo liminale perché l individuo è sulla soglia. Tutti gli

individui che passano in questo stadio sviluppano un intenso cameratismo cioè una

comunità di eguali. I periodi di cameratismo solitamente sono brevi e spesso avvengono

nei contesti rituali.

LA COMPLEMENTARITA' DI GIOCO E RITO

Sono forme complementari di metacomunicazione. Il rito afferma cosa dovrebbe essere

ciò che per il gioco può essere. L inquadramento rituale è più rigido di quello ludico nel

quale vi è più libertà, infatti il gioco è più flessibile. Si parla di ortoprassia quando ogni

atto della vista di tutti i giorni è ritualizzato e quando alcuni comportamenti vengono

vietati. Spesso individui e gruppi manipolano le forme rituali per conseguire fini non

tradizionali. Margaret Drewall afferma che tra gli Yoruba rito e gioco coincidono, perché

nei riti è presente spettacolo, celebrazione, gioco e sacrificio

LA VISIONE DEL MONDO

I membri della stessa società si servono di assunti comuni su come funziona il mondo. I

quadri onnicomprensivi della realtà che ne deriva si chiamano visione del mondo ovvero

una serie di spiegazioni diverse coerenti tra loro.La metonimia è la relazione tra due

parti del campo semantico e consente di usare un nome al posto di un altro.Quando più

campi semantici sono collegati a qualcosa questo qualcosa diventa un simbolo che

rimanda a molte esperienze diverse. I simboli riassuntivi rappresentano un campo

semantico, mentre i simboli elaboranti rappresentano un elemento del campo

semantico.

STREGONERIA ZANDE

Gli Azande sono tribù dello Zaire in Africa centrale. Costoro credono che la stregoneria

sia una sostanza che si trova all'interno del corpo dello stregone. Più lo stregone è

vecchio più lo stregone è potente. Inoltre credono che essa sia ereditaria. Gli stregoni

possono essere uomini che attaccano altre donne e possono essere donne che

attaccano altre donne. La malattia e la morte di una persona sono causate dalla

stregoneria, la quale si deve combattere con la magia. La stregoneria è un azione

malvagia spesso inconsapevole. La magia consiste in credenze–pratiche che mirano

allo stare meglio. Se un granaio crolla perché le termiti rodono il legno viene considerato

un fatto normale, però se crolla e uccide una persona è colpa della stregoneria. Per

smascherare gli stregoni gli Azzande utilizzano gli oracoli forse invisibili a cui si pongono

quesiti e i cui responsi sono ritenuti veritieri. L'oracolo principale è l oracolo del veleno,

una forza misteriosa che abita in un veleno tipo la stricnina. Un parente della vittima

insieme ad uno specialista del veleno si reca nel bosco e porta con se un certo numero

di polli. Mentre lo specialista somministra una dose di veleno ad un pollo, il parente

chiede all oracolo di far morire il pollo se il sospettato x è lo stregone. Se muore fa una

controprova somministrando la stessa dose a un altro pollo e chiedendo di risparmiarlo e

il sospettato x è lo stregone. Solitamente i sospettati sono i vicini perché sono coloro che

li conoscono abbastanza da volerli bene o male. Successivamente si stacca un'ala del

pollo morto e si invia al presunto stregone al quale si chiede di cambiare atteggiamento.

Solitamente il presunto stregone spiega che non era cosciente e che sicuramente

cambierà atteggiamento. Mary Douglas ha riscontrato che le accuse di stregoneria sono

di due tipi. Si parla di strega interna quando l'accusa di stregoneria indebolisce i legami

interni. Si parla di strega estranea quando l'accusa di stregoneria rafforza i legami di

gruppo.Le metafore sono strumenti preziosi per costruire concezioni del mondo

‟ ‟

dirigendo l attenzione verso certi aspetti dell esperienza che non sono stati ben

compresi. Per soggetto metaforico si intende la sfera dell esperienza che necessita di

chiarimento, mentre il predicato metaforico richiama alla mente una sfera esperenziale

che conosciamo aiutandoci a capire il soggetto metaforico. Le visioni del mondo variano

con il variare dell'esperienza che vengono spiegate con la metafora. Le metafore chiave

poste a fondamento della visione del mondo sono almeno di tre tipi. Le metafore sociali

consistono in spiegazioni che le religioni danno sul mondo. Società diverse sviluppano

religioni diverse. Ad esempio le società in cui vi sono gruppi forti di parentela

immaginano il mondo popolato da molti spiriti. Invece le società governate da un capo

immaginano un universo retto da un dio supremo e da altri spiriti organizzati

gerarchicamente.Le metafore organiche utilizzano le immagini del corpo a strutture e

istituzioni sociali. Un tipo di metafora organica è la personificazione che consiste

nell attribuire le caratteristiche umane a entità non umane.La metafora tecnologica

immagina il mondo come una di quelle macchine costruita dall uomo. Oggi il cervello

dell'uomo viene paragonato all hardware di un computer.

RELIGIONE

La religione nasce insieme all'uomo e fornisce una spiegazione (metafora) del mondo.

Secondo l'antropologo Fallace le religioni hanno delle caratteristiche: preghiera,

esortazione, musica, recitazione del codice,manipolazioni fisiche del corpo, simulazione

(alcuni soggetti sono considerati divini), mana (è un potere sovraumano che si acquista

quando si è in contatto con la divinità), tabu (molte religioni hanno divieti che vengono

accettati senza capire il perché), congregazione, banchetti (comunione), ispirazione,

sacrificio,simbolismo (certi simboli sono associati con le forze cosmiche).La società per

mantenersi in contatto con le forze cosmiche ricorre a pratiche complesse per

assicurarsi che sia compiuta nel modo giusto. La società può affidare tale compito o allo

sciamano che è un mediatore in contatto con la divinità per conto di singoli o di gruppi

oppure al sacerdote che è uno specialista religioso esperto nella conduzione di riti

religiosi che compie per il bene del gruppo.

HURCHOL

Sono dei coltivatori di mais, i quali ogni anno intraprendono un viaggio faticoso sia dal

punto di vista spirituale che fico, verso il deserto per cacciare il peyote. Il mito vuole che

il cervo gli abbia dato il pelote. Il sangue di un cervo sacrificato fa crescere il mais e lo

rende nutriente. Il peyote quando viene raccolto nella terra d origine è sacro.

Solitamente viene consumato per raggiungere la comunità con gli dei. A differenza delle

altre religioni,gli Huichol si rifiutano di lasciar passare il passato. Attraverso la caccia al

peyote riconquistano il paradiso e ottengono l'unione di mente, corpo ed emozioni.I

cambiamenti drastici che investono l'esperienza portano alla creazione di nuovi

significati atti a spiegare e ad affrontare i cambiamenti stessi. Si parla di sincretismo

quando vi è una rielaborazione delle vecchie pratiche religiose e vi è una evoluzione

della religione. Invece si parla di rivitalizzazione quando vi è il tentativo organizzato di

alcuni membri della società di creare una cultura più soddisfacente in tempo di crisi.

6)IL MATRIMONIO E LA FAMIGLIA

Con il matrimonio si instaurano nuove relazioni tra i parenti del marito e della moglie

dette affinità. Il matrimonio socialmente ha quattro caratteristiche: trasforma lo status dei

partecipanti; modifica i rapporti tra i parenti dei coniugi; procreazione della prole;

cambiamento di posizione sociale (due individui diventano una coppia

sola).L'endogamia si ha quando il matrimonio deve avvenire entro un certo gruppo

sociale. Invece l'esogamia si ha quando il matrimonio deve avvenire fuori un certo

gruppo sociale.Tutte le società impediscono i matrimoni tra parenti stretti.I principali

modelli residenziali sono quattro:

Neolocale: la coppia mette su famiglia in un posto di propria scelta.

Patrilocale: quando la coppia va a vivere insieme alla famiglia del padre del marito.

Solitamente ciò avviene nelle società pastorali e agrarie

Matrilocale: quando la coppia va a vivere insieme alla famiglia di origine della donna.

Avuncolocale: la coppia va ad abitare insieme al fratello della madre dell uomo.

Ambilocale: la coppia va a vivere prima con la famiglia di un coniuge e poi con quella

dell altro. La monogamia

Gli antropologi distinguono due tipi di matrimonio. è un modello

la poligamia

matrimoniale che permette un solo coniuge. Invece è un modello

matrimoniale che permette di sposare più persone. La poligamia si divide in poliginia

La poliandria

(più mogli) e poliandria (più uomini). è presente in tre regioni del mondo e

Poliandria fraterna,

ne esistono tre forme. presente nelle società del Nepal e Tibet.

Una donna sposa un gruppo di fratelli. Alle nozze però solo uno dei fratelli funge da

Poliandria

sposo. Se la moglie è sterile i fratelli possono sposare un altra donna.

associata: Sri Lanka. Una donna sposa due uomini (in due momenti diversi). Il primo

secondario:

marito ha più autorità. Tutti e tre lavorano insieme.Matrimonio Nigeria. La

donna sposa uno o più uomini. Vive con loro uno per volta. Non esiste il divorzio. In

questo sistema sono presenti uomini poligenici e donne poliandriche.Nei gruppi

poliandrici la donna può avere relazioni sessuali con molti uomini anche fuori dal

matrimonio. Ma per quanto riguarda la produzione deve essere riservata a un marito alla

volta.In molte società il matrimonio è accompagnato da uno scambio economico e di

beni. Vi sono due categorie di pagamenti matrimoniali. La ricchezza della sposa consiste

nel dare alla famiglia della sposa dei beni come forma di risarcimento per la perdita delle

sue capacità produttive e riproduttive. Poi vi è la dote che consiste in un trasferimento

dei beni dai genitori alla figlia al momento del matrimonio. Nelle società matrilineari

marito e moglie vivono con i rispettivi fratelli e parenti e il fratello eserciterà l autorità sui

figli della sorella. Invece nelle società patrilineari la donna dopo il matrimonio non si

allontana troppo da casa e non viene incorporata nel lignaggio del marito. Un gruppo di

fratelli e sorelle avrà il controllo del lignaggio e degli aspetti economici,politici, sociali e

religiosi.Esistono tre tipi fondamentali di famiglia. La famiglia nucleare è composta da

due generazioni ovvero genitori e figli non sposati. La famiglia congiunta è composta da

fratelli con rispettive mogli oppure con sorelle con rispettivi mariti. La famiglia estesa è

composta da tre generazioni che vivono insieme: genito, figli sposati e nipoti.

7)LA PARENTELA

La vita umana è vita di gruppo e per sopravvivere gli uni dipendono dagli altri. Il principio

di organizzazione della società consiste nella parentela . La parentela consiste in

‟ ‟

rapporti che derivano sull esperienza universale dell accoppiamento (matrimoni), della

nascita (discendenza), dell allevamento (adozione).

La discendenza bilaterale si ha quando il gruppo di discendenza si ritiene imparentato

sia tramite la madre che il padre. Invece la discendenza unilineare si ha quando i

rapporti di parentela sono intrecciati solo attraverso il padre o la madre. Questi gruppi si

basano sul principio che certi rapporti sono più imposrtanti di altri.

LA TERMINOLOGIA DI PARENTELA

Generazione: i consanguinei appartengono ad una generazione.

Sesso: i parenti sono differenziati in base al sesso (cugino/a).

Affinità: distinzione fatta sulla base dei rapporti istituiti dal matrimonio ( suocera e

madre).

Biforcazione: si impiega quando si indicano con termini di parentela diversi il lato

materno e quello paternodella famiglia.

Età relativa: parenti della stessa categoria si dividono in maggiore e minore (fratello

maggiore e fratello monore).

Sesso del parente che fa da tramite: si distingue in parenti incrociati quando si parla di

figli di fratelli del sesso opposto e in parenti paralleli quando si parla di figli di fratelli dello

stesso sesso.

Gli antropologi rilevano due tipi principali di modelli matrimoniali nelle società unilineari.

Si ha il modello di scambio diretto quando vi è il matrimonio con la figlia della sorella del

padre. Si ha il modello di scambio asimmetrico quando vi è il matrimonio con la figlia del

fratello del padre. Con l adozione gli status ascritti di parentela (posizione sociale

assegnata alla nascita) si trasformo in status acquisiti (posizione sociale raggiunta nel

corso della vita). L adozione si basa sull'allevamento cioè sul nutrimento del bambino da

parte del genitore adottivo.

JU/ HOANSI

Le donne non possono sposare un uomo che si chiama come il padre o come il fratello,

mentre un uomo non può sposare una donna che si chiama come la madre o come la

sorella. La consanguineità consiste in un rapporto di parentela basato sulla

discendenza.

8)OLTRE LA PARENTELA

I primi scienziati sociali descrivevano e spiegavano le differenze esistenti tra società

primitive e moderne.Quelle primitive erano basate sulla parentela, status ascritti e

solidarietà meccanica. Per solidarietà meccanica si intende un cameratismo basato su

comunanza di lingua e costume. Invece quelle moderne sono basate su relazioni

impersonali, status acquisiti e solidarietà organica. Per solidarietà organica si intende un

cameratismo basato sulla specializzazione dei diversi gruppi sociali ciascuno dei quali

da un contributo indispensabile per la sopravvivenza della società.Ogni società prevede

la possibilità di instaurare vincoli tra persone non imparentate, stabilendo un legame

diamicizia che consiste in un sentimento affettuoso e privo di interesse.I Bangwa

suggellano l amicizia con un rito simile a quello del matrimonio. Per costoro gli amici per

eccellenza sono i gemelli.Lo studioso Moffatt ha notato che tra i giovani vi è un

comportamento amichevole anche con chi si è incontrato solo una volta. Le esecuzioni

periodiche di manifestazione di amicizia consistono nel mostrarsi felici per aver

incontrato quella persona, toccare la persona di tanto in tanto, sorridere, salutare la

persona con le tre domande convenzionali (come va? Come stai? Che novità ci

sono?)In molte società si diffida spesso dei parenti e si cercano amici al di fuori della

parentela.I sodalizi sono delle forme di organizzazione che non sono fondante sulla

parentela, in quanto sono dei raggruppamenti che hanno degli scopo particolari e i

membri posso essere reclutati in base all età, sesso,ruolo economico e interesse

personale. I membri dei sodalizi si assumono la responsabilità di varie funzioni quali

pubbliche, amministrative o rituali.Esempi di sodalizi pantribali sono: le società militari, le

‟ ‟

classi di età dell Africa orientale e le società segrete dell Africa occidentale.

SOCIETA' SEGRETE IN AFRICA OCCIDENTALE

La più famose società segrete sono Poro(società segreta maschile) e Sande (società

segreta femminile).Queste sono organizzate in forma gerarchica e hanno la

responsabilità di controllare e regolare la condotta politica, sociale e sessuale di tutti i

membri della società. Fra gli Sherbro c è un terzo tipo di società segreta detta Thoma,

la quale è aperta sia agli uomini che alle donne. Nelle società stratificate solo alcuni

membri hanno un accesso privilegiato a ricchezza, potere e prestigio. Casta e classe

sono i due modelli di straficazione più frequenti. La casta è un gruppo chiuso all interno

di una società gerarchicamente stratificata che proibisce la mobilità sociale.

CASTA IN INDIA

A Gopalpur si possono distinguere molte jati per il regime alimentare e per

l occupazione tradizionale. Il rango superiore è rappresentato dai Brahami vegetariani i

quali sono abbastanza puri da accostarsi agli dei. Mentre il rango inferiore è

rappresentato dagli jati addette alla macellazione.Le classi invece sono i livelli di una

società socialmente stratificata la cui posizione gerarchica dipende da:potere, ricchezza

e prestigio.Nel 1589 quando gli spagnoli giunsero in Messico trovarono società indigene

organizzate in stati. Al livello superiore, ovvero coloro che detenevano il potere, vi erano

gli Aztechi. Al livello inferiore vi era la gente comune. Gli spagnoli ebbero rapporti

sessuali con le donne indigene e inizialmente i figli nati da questi rapporti venivano

considerati spagnoli solo se i due erano unii dal matrimonio. A questo punto i governanti

della Nuova Spagna elaborarono il sistema “de castas”. La prima casta ad essere

riconosciuta fu quella dei mestizos (nati da genitori spagnoli ed indigeni).

Successivamente fu riconosciuta la casta dei mulatos (persona con ascendenza

africana). I mestizos ottennero alcuni privilegi come il diritto di portare le armi mentre i

mulatos, solitamente, erano classificati nella stessa categoria degli schiavi e potevano

essere ridotti in schiavitù. Vi è un problema nel tradurre la parola casta in quanto no si

sa se tradurla in casta, classe o gruppo etnico in quanto gli stati coloniali si

differenziavano per razza e per cultura.

9)IL SISTEMA MONDIALE

Il sistema mondiale degli ultimi secoli è stato caratterizzato dal capitalismo che è un

sistema economico basato sul fatto che il prezzo di un prodotto è stabilito dal mercato

‟ ‟

con il meccanismo della domanda e dell offerta. L avvento del capitalismo al di fuori

del Occidente fu accompagnato dallo sviluppo di nuove città commerciali. I popoli

indigeni persero la loro autonomia e furono reintegrati come componente della nuova

società. Gli imperi coloniali si avvicinarono sia politicamente che economicamente alle

vaste aree del mondo.La metafora chiave del capitalismo è che il mondo è un mercato e

ogni cosa si può vendere e comprare.Inizialmente tale concezione era ignota nelle città

non capitalistiche prima del colonialismo occidentale.

l capitalismo iniziale (di Spagna, Portogallo, Olanda) è basato su tributi imposti alle

colonie (capitalismo mercantile). Poi (Gran Bretagna e Francia) si impone il sistema di

produzione capitalista (capitalismo industriale). Essere moderni significava adottare le

pratiche e la visione del mondo capitalista. Lo sfruttamento delle materie prime impose

una ristrutturazione sociale funzionale agli interessi degli invasori.

L’economia politica coloniale ‟ ‟

Per economia politica s'intende la centralità dell interesse materiale (economia) e l uso

del potere (politica)per proteggerlo e rafforzarlo. Per curare i loro interessi economici, i

colonizzatori del Sudafrica impongono dei ributi che non possono essere pagati se non

lavorando per loro nelle miniere d oro e anche impedendo eliberatamente lo sviluppo di

un economia di mercato autonoma.

Necolonialismo ‟

Per Neocolonialismo 'ntende un indipendenza politica formale, senza indipendenza

economica e sociale.

Vari modi di concepire l’economia politica

Per capire le relazioni tra l occidente e il resto del mondo sono state proposte diverse

prospettive teoriche: ‟

La teoria della modernizzazione:si rifà all evoluzionismo unilineare di Spencer e

solo tipo di sviluppo

sostiene che c'è un che porta dalla società tradizionale alla

società moderna. ‟

La teoria della dipendenza:che l occidente non si sarebbe sviluppatocome ha fatto se

non si fosseappropriato delle ricchezze altrui.Le nazioni ricche, per restare tali, hanno

bisogno di avere altre nazioni lecui economie sianodipendenti, cioè influenzabili e

piegabili ai suoi interessi economici. Poiché lo sviluppo habisogno del sottosviluppo, le

nazioni ricchecreano deliberatamente sottosvilupponelle aree primaprospere cadute

sotto il suo dominio. Tale dinamica, con arricchimento di una parte a spese di un altra,

nonriguarda solo le nazioni ma anche diverse regioni all interno della stessa nazione.

La teoria del sistema mondialeProposta dal sociologo Wallerstein, è una evoluzione

della dipendenza che distingue tra sistema politico(nazione) e sistema economico.

Consistema economico mondialeintende non un sistema esteso a tutto ilmondo ma

qualcosa di transnazionale. In esso (visto come un grande organismo) che riceve i beni

primari suiquali opera da unaperiferiaa basso tenore di vita. ad alto tenore di vita non ci

sono nazioni ricche chesfruttano nazioni povere ma uncentro(industriale­finanziario) E‟

stato criticato perché sembra già successoquasi tutto, potendo solo qualcuno passare

dalla periferia al centro o viceversa (o il sistema si trasforma inqualcos altro, a causa di

una rivoluzione globale, o non cambia nulla).

La teoria della globalizzazionecontesta l esistenza non solo di nazioni ricche e povere

ma anche di centri eperiferie, e anche diculture legate ad un territorio. Non c è nulla di

cristallizzato, solo processi globali incontinuo movimento (e sempre più velocemente),

disorganizzati e imprevedibili.

La teoria neo e postmarxistasostiene che nelle ex­colonie non si è sceltotra

capitalismo e marxismo masoluzioni miste, con nuovi soggetti sociali eproduzioni miste

(alternative).Ci sonomovimenti caotici dipersone, tecnologie eculture che ricordano i moti

caotici delle particelle di un fluido. Per quanto confuso,talemodello appare molto più

vicino alla realtà, se pensiamo che i soggetti attivi sonoi gruppi e che essicontinuamente


ACQUISTATO

9 volte

PAGINE

19

PESO

351.74 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Antropologia culturale della professoressa Bonifacio basato su rielaborazione di appunti personali e studio del libro Antropologia Culturale di Emily A. Schultz, Robert H. Lavenda.Bologna,Zanichelli 2010 .
Gli argomenti trattati sono i seguenti: il concetto di cultura, l'antropologia biologica e fisica, il determinismo ambientale, il materialismo storico, i contatti interculturali fra Occidente e resto del mondo.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in storia
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher 19erika83 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Antropologia culturale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Bonifacio Valentina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Antropologia culturale

Riassunto esame Antropologia culturale, prof. Ligi, libro consigliato Antropologia culturale di Schultz, Lavenda, Zanichelli
Appunto
Riassunto esame, prof. Ligi, libro consigliato Antropologia culturale di Schultz e Lavenda
Appunto
Antropologia culturale, riassunto
Appunto
Lezioni prima parte: Appunti di Filosofia del linguaggio
Appunto