Che materia stai cercando?

Anatomia del fegato e delle vie biliari, Appunti

Appunti di anatomia umana; lezioni frontali.

Ottimo per: preparare l'esame; ripassare per le materie proclitiche.

Utile: ripassare per l'esame di abilitazione ed il concorso per le scuole di specializzazione. Appunti basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Morini.

Esame di Anatomia umana docente Prof. S. Morini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

EPATOCITI.

Presentano:

• polo vascolare

• polo intra trabecolare: è unita alla cellula epatica vicina.

• Polo canalicolare.

Il sangue circolante entra a diretto contatto con l'epatocita. Il contatto diretto tra sangue ed epatocita è negativo perché sostanze

tossiche possono entrare a diretto contatto con il parenchima epatico. Nel fegato c'è pochissimo tessuto connettivo.

I sinusoidi hanno 4 caratteristiche fondamentali:

• andamento sinuoso.

• Ha un diametro superiore a 10 micron.

• Fenestrature

• discontinuità della membrana basale.

Le lamine epatiche nell'adulto sono monocellulari, questo è importante perché si aumenta molto la superficie. Alla nascita sono

bicellulari.

L'arteria epatica fornisce una rete di capillari che avvolgono i dotti biliari intraepatici, plesso peri biliare.

Nei sinusoidi arriva solo sangue venoso che proviene dalla vena porta e dall'arteria epatica.

CELLULE STELLATE.

Si chiama così perché presenta dei prolungamenti citoplasmatici. Nel citoplasma accumulano lipidi e più che lipidi accumulano la

vitamina A e le altre vitamine liposolubili. Queste cellule contribuiscono con gli epatociti a formare lo spazio sub endoteliale. Queste

cellule in condizioni patologiche si trasformano in fibroblasto, secernendo fibre collagene. Parliamo di fibrosi cellulare o fibrosi di

Disse.

CELLULE DI KUPFER.

Svolgono la funzione difensiva come i macrofagi. L'epatocita è indifeso, l'unico presidio difensivo è rappresentato dalle cellule di

Kupfer.

PANCREAS.

Il pancreas è l'ultimo organo dell'apparato digerente. Il pancreas è una ghiandola annessa all'apparato digerente e in particolare al

duodeno. Questo è importante per la sua origine embriologica. Questo vuol dire che embriologicamente origina dall'epitelio del

duodeno. Tutto il pancreas si sviluppa dall'epitelio del duodeno. Il fegato no, invece. Solo le vie biliari originano dal duodeno, mentre

gli epatociti hanno un'altra origine. Il pancreas rappresenta una differenziazione dell'epitelio del duodeno. Il pancreas si forma come

qualsiasi altra ghiandola esocrina. Il pancreas si trova nel retroperitoneo, nello stesso spazio dove è compreso anche il duodeno. Il

retroperitoneo è lo spazio dove sono compresi i reni, la vena cava inferiore, l’aorta addominale. È uno spazio tra la parete posteriore

dell'addome e il peritoneo posteriore. Nel retroperitoneo ci sono diversi organi. Il pancreas e il duodeno sono contenuti in una loggia

propria. Questa loggia c'è perché inizialmente quando si sviluppa il canale alimentare si sviluppa come un tubo dove si andranno a

differenziare gli organi. Il primo tratto di questo tubo, al di sotto del setto trasverso, questo tubo è collegato alla parete celomatica da

un legamento anteriore e uno posteriore, che rendono il nome di mesogastrio anteriore e mesogastrio posteriore. Nel mesogastrio

posteriore si sviluppa il pancreas. Nel successivo sviluppo il pancreas ruota in modo tale che il peritoneo che rivestiva il pancreas da

un solo lato va ad aderire il peritoneo parietale. Questa doppia lamina peritoneale va a formare la fascia di Treitz che rappresenta un

piano di delimitazione ed è molto importante dal punto di vista chirurgico.

RAPPORTI.

A sinistra ha rapporto con il rene, con l'aorta, con la vena cava. Tra il pancreas e questi organi c'è la fascia di Treitz e poi un'altra

fascia. Questa barriera è una barriera di contenimento dei tumori. È contenuto nella C duodenale. Il P. si espande poi verso sinistra.

Anteriormente troviamo lo stomaco, ma tra loro si forma una cavità virtuale delimitata dal peritoneo che si chiama retrocavità degli

epiploon. Superiormente abbiamo la vena splenica o lienale, che originando dal tronco celiaco si porta fino alla milza. La coda del

pancreas segue il decorso dell'arteria lienale e arriva alla milza. I due organi sono collegati da un legamento, il legamento

pancreatico-lienale, che è il legamento principale del pancreas. Inferiormente i rapporti del pancreas sono con la flessura duodeno-

digiunale e il mesocolon trasverso. Questo attraversa tutto il pancreas. Il margine inferiore del pancreas si ritrova a guardare nella

retrocavità degli epiploon. Posteriormente abbiamo il rene destro. Ci sono diversi vasi. Questi vasi che si trovano al di sotto del

pancreas sono l'arteria e la vena mesenterica superiore, che alla sua origina si trova dietro al pancreas. Deve trovare un punto di

attraversamento. Nel punto in cui sbocca l'arteria da dietro il pancreas corrisponde all'inizio del mesentere.

ORGANIZZAZIONE MACROSCOPICA.

C'è una parte più slargata che corrisponde alla testa del pancreas. C'è poi un'espansione in basso e a sinistra. L'uncino è un processo

più ristretto che ricopre parzialmente lo spazio occupato dai vasi. Poi abbiamo una parte in cui il pancreas si restringe, tra il bulbo

duodenale e il punto il cui sboccano l'arteria e la vena mesenterica. Questo è l'istmo. Il corpo del pancreas si assottigli man mano che

procede a sinistra e indietro. L'ultimo tratto della coda del pancreas ripiega all'indietro. In una TAC noi il pancreas lo vediamo a volte

anche a forma di ferro di cavallo.

DOTTI.

Il pancreas è un organo grosso. I dotti quindi sono ben visibili e abbastanza grandi. Possiamo fare una descrizione comune, ma ci

possono essere delle variazioni anatomiche che non comportano patologie. C'è un dotto principale che percorre tutto il corpo e si

porta fino all'uncino. C'è poi il dotto di Santorini che si trova nella porzione che corrisponde alla testa. I due dotti formano una

struttura a Y, ma possono essere del tutto indipendenti, oppure si possono incrociare o sdoppiare. Perché questa variabilità? Perché il


PAGINE

4

PESO

104.08 KB

PUBBLICATO

4 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Gabriel_strife di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia umana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Campus biomedico - Unicampus o del prof Morini Sergio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia umana

Anatomia dell'apparato genitale femminile
Appunto
Anatomia dell'apparato genitale maschile
Appunto
Anatomia del sistema endocrino
Appunto
Anatomia del cuore
Appunto