Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

SOTTOIOIDEI abbassano osso ioide e laringe

omoioideo (ventri superiore e margine superiore della Margine abbassa

inferiore, uniti a livello del tendine scapola, vicino inferiore l'osso ioide e

dell’osso ioide

centrale) muscolo DIGASTRICO all'incisura scapolare la laringe

sternoioideo clavicola e manubrio // //

sternale

tiroioideo cartilagine tiroiodea //

della laringe

sternotiroioideo Margine superiore del cartilagine //

manubrio sternale e tiroidea della

prima cartilagine costale laringe

 

Porzione laterale del collo PLATISMA , SCALENO E STERNOCLEIDOMASTOIDEO

MUSCOLI DELLA PORZIONE LATERALE inclinano lateralmente e ruotano la testa

Sternocleidomastoideo Processo 1- manubrio Inclina lateralmente

1- Capo sternale mastoideo 2- margine sup. ed e ruota la testa dal

dell’osso

2- Capo clavicolare estremità sternale lato opposto

temporale della clavicola

Scaleno 1 e 2 - Processi 1- e 2 - 1° costa Inclina la testa ,

1- anteriore trasversi 3° e 4° 2- Superficie laterale eleva la 1° costa

2- medio vertebra cervicale 2° costa

3- posteriore 3- 4° e 5°

Nella regione del Stira la cute del

Platisma (muscolo mento Margine ant. del grande collo e contribuisce

laminare pari e pettorale e deltoide ad abbassare la

simmetrico) mandibola

Platisma --------------------

Porzione POSTERIORE del collo :

1 MUSCOLI SUPERFICIALI SOTTOCIPITALI : grande e piccolo retto posteriore della testa,

obliquo superiore e inferiore della testa

2 MUSCOLI PROFONDI : splenio della testa e splenio del collo

semispinale della testa e semispinale del collo

Spleni e semispinali processi delle processo mastoideo, Flesso-estensione,

della testa e del vertebre cervicali e osso occipitale e inclinazione dal proprio

collo prime toraciche vertebre cervicali lato, rotazione del collo

Muscoli PREVERTEBRALI

profondi del collo :

Lungo del collo e lungo

della testa

Retto anteriore

e retto laterale

della testa ARTICOLAZIONI DELLA COLONNA VERTEBRALE

 TRA VERTEBRE (tra corpi vertebrali)

 TRA PROCESSI ARTICOLARI

 TRA ATLANTE ED EPISTROFEO

 TRA VERTEBRE

struttura:

- SINARTROSI - SINFISI

- Corpi vertebrali uniti tramite dischi fibrocartilaginei (dischi intervertebrali)

- Formati da un ANELLO FIBROSO (strato concentrico esterno di cartilagine fibrosa) che

circonda il NUCLEO POLPOSO (core elastico e gelatinoso formato per il 75% da acqua e per

il restante da fibre reticolari ed elastiche sparse, con il passare dell’età l’aqua all’interno del

nucleo diminuisce e da ciò deriva l’aumento del rischio di un danno vertebrale e la

diminuzione di altezza negli anziani)

- Trasmettono il carico da una

vertebra all’altra e grazie allo

spostamento del nucleo polposo

riescono ad ammortizzare gli urti; il

nucleo polposo si sposta in

direzione opposta a quella del

movimento della colonna,

permettendo piccoli scivolamenti

tra vertebre mantenendo

comunque l’allineamento tra corpi

LEGAMENTI:

- Legamento LONGITUDINALE

dall’occipite al sacro

1- ANTERIORE nastro fibroso che

collega le superfici anteriori di tutti i

corpi vertebrali, dall’occipite al

sacro (aderisce meglio ai corpi che ai dischi)

2- Legamento LONGITUDINALE POSTERIORE parallelo al precedente, ma sta sulla fascia

posteriore dei corpi vertebrali, si prospetta quindi verso il canale vertebrale.

 TRA PROCESSI ARTICOLARI

Struttura:

DIARTROSI – ARTRODIE (perché tra faccette articolari piane o leggermente curve)

- Tra le faccette articolari dei processi articolari superiori e inferiori delle vertebre adiacenti

- Consentono piccoli movimenti di scivolamento tra le superfici contigue che sommati

permettono flessione, estensione, flessione laterale e rotazione della colonna vertebrale.

LEGAMENTI: 

1- Legamenti GIALLI connettono lamine di vertebre adiacenti (dalla faccia anteriore della

lamina della vertebra sovrastante, al margine superiore della lamina di quella sottostante)

2- Legamenti INTERSPINOSI connettono i processi spinosi di vertebre adiacenti

3- Legamento SOVRASPINOSO connette gli apici dei processi spinosi formando una specie

di coda fibrosa che si estende per tutta la colonna vertebrale; assume uno sviluppo

notevole nel segmento cervicale (dalla base del cranio alla C7) formando il LEGAMENTO

NUCALE 

4- Legamenti INTERTRASVERSALI connettono i processi trasversi tra vertebre vicine , perciò

presentano forme e dimensioni variabili

 ARTICOLAZIONE OCCIPITO-ATLANTE-EPISTROFEO

(occipito-atlantoidea; odonto-atlantoidea o atlo-epistrofeica)

Struttura:

5- Occipito-atlantoidea

CONDILOARTROSI tra i condili

dell’occipitale ed il processi

articolari superiori dell’atlante.

6- Atlo-epistrofeica GINGLIMO

LATERALE O TROCOIDE, tra la

faccia anteriore del DENTE dell’epistrofeo e la faccia posteriore dell’arco anteriore

dell’atlante.

LEGAMENTI : 

7- Legamento TRASVERSO DELL’ATLANTE fissa il dente sulla sup. interna dell’atlante

formando un perno per la rotazione dell’atlante e del cranio rispetto al resto della colonna

vertebrale. 

8- LAMINA (o membrana) TECTORIA posteriormente al dente, di rinforzo al legamento

trasverso, dalla superficie basale dell’occipitale si porta alla faccia posteriore

dell’epistrofeo 

9- Legamento MEDIANO (o all’apice del dente) va dal contorno anteriore del foro

occipitale all’apice del dente dell’epistrofeo

10- Legamenti ALARI sorgono dalla faccia mediale dei condili occipitali e terminano sulle

facce laterali del dente dell’epistrofeo.

MUSCOLI DELLA COLONNA :

SUPERFICIALI muscolo SACRO SPINALE o ERETTORE DELLA COLONNA che si divide in :

11- ILEOCOSTALE; LUNGHISSIMO DEL DORSO; SPINALE

Superficiali SACROSPINALE O MUSCOLI ERETTORI DELLA COLONNA

ileo-costale (si Sede lombare cervicale : processi trasversi flesso/estensione laterale

divide in porzione delle ultime 4 vertebre C del collo;

cervicale, dorsale e dorsale : con due lamine estensione della colonna;

lombare) tendinee si fisa sulle coste innalzamento e

lombare: ultime 7 coste abbassamento delle

coste

lunghissimo del processi trasversi Da un lato con lamine flesso/estensione laterale

dorso (si divide in delle vertebre tendinee nelle facce inferiori del collo e della colonna

porzione cervicale, cervicali,toraciche delle coste

toracica e lombare) e lombari

Spinale (del collo e Apici dei processi Processo spinoso Estensione del collo e

dell’epistrofeo e delle

del torace) spinosi cervicali e della colonna

dorsali (fino alla vertebre toraciche superiori

1° lombare)

PROFONDI (muscoli brevi) :

 muscolo TRASVERSO SPINALE si divide in :

- muscolo SEMISPINALE DEL TORACE (tra le coste e i processi spinosi delle vertebre

superiori)

- muscolo MULTIFIDI (dai processi trasversi delle vertebre lombari ai processi spinosi delle

vertebre superiori)

- muscoli ROTATORI (tra processo trasverso delle vertebra inf. a quello spinoso delle 2

vertebre superiori)

F(X) estensione della colonna e rotazione dal lato opposto.

 Muscoli INTERSPINOSI : dal processo spinoso della vertebra inferiore a quello della

vertebra superiore. F(X) estensione della colonna.

 Muscoli INTERTRASVERSARI : dal processo trasverso della vertebra inferiore a quello della

vertebra superiore. F(X) flessione laterale della colonna.

TORACE ( zona compresa tra la linea CERVICO-TORACICA e TORACO-ADDOMINALE)

ARTICOLAZIONI COSTO VERTEBRALI si dividono in:

- COSTO VERTEBRALE PROPRIAMENTE DETTA

- COSTO TRASVERSARIA

 COSTO VERTEBRALE PROPRIAMENTE

DETTA:

struttura ossea: ARTRODIA (doppia artrodia )

- la testa della costa è all’altezza del disco

intervertebrale e si articola, tramite le

sue 2 faccette (superiore e inferiore),

con le 2 faccette articolari di 2 vertebre

contigue (quella inferiore della vertebra

superiore e quella superiore della

vertebra inferiore).

legamenti: 

- Legamento INTERARTICOLARE della testa della costa è situato dentro l’articolazione

stessa, che dalla testa della costa, si ancora al disco intervertebrale, dividendo

l’articolazione in due parti : una superiore ed una inferiore => per questo è una

DOPPIA ARTRODIA (ad eccezione della prima ed ultima toracica).

 COSTO TRASVERSARIA :

struttura ossea : ARTRODIA

- Tra la faccetta articolare del tubercolo costale e la faccetta articolare del processo

trasverso della vertebra sottostante.

Legamenti: 

- Legamento RAGGIATO di rinforzo (anteriormente) alla capsula articolare lassa che si

fissa sul contorno delle superfici articolari. 

- Legamento COSTO-TRASVERSARIO di rinforzo alla capsula articolare. Superiore dal

processo trasverso alla costa sottostante. Laterale dal processo trasverso alla costa

corrispondente.

ARTICOLAZIONI STERNALI

 

tra CORPO e MANUBRIO dello sterno SINCONDROSI ( per alcuni può essere considerata

una SINFISI perché tra i due è presente un disco fibro-cartilagineo).

 SINCONDROSI

tra CORPO e PROCESSO XIFOIDEO che in età anziana diventa una

SINOSTOSI (fusione delle due ossa).

 Articolazioni COSTO-STERNALI:

- ARTRODIE (piccoli movimenti di scivolamento, utili per mettere a riparo gli organi interni).

- CARTILAGINI COSTALI che collegano lo sterno alle coste.

- Legamenti di rinforzo e LEGAMENTO STERNO – COSTALE RAGGIATO che collega le

cartilagini costali allo sterno.

 

Articolazioni INTERCONDRALI tra le cartilagini delle coste false con la 7° costa vera

 

Articolazioni COSTOCONDRALI tra la cartilagine costale e la costa.

MUSCOLI DEL TORACE :

INTRINSECI :

- Muscoli ELEVATORI DELLE COSTE

- Muscoli INTERCOSTALI (interni,

medi ed esterni)

- Muscoli SOTTOCOSTALI

- Muscolo TRASVERSO DEL TORACE

ESTRINSECI :

- Muscoli TORACO – APPENDICOLARI

- Muscoli SPINO – APPENDICOLARI

- Muscoli SPINO – COSTALI

 INTRINSECI (confinati al solo torace)

Elevatori delle coste Processi trasversi margine superiore della innalzamento delle

delle vertebre T e costa sottostante coste muscoli

ultima C inspiratori.

Intercostali: Elevano e abbassano

- margine inferiore margine sup. della costa le coste muscoli

/

interni ( ) delle coste sottostante inspiratori ed

- medi ( | ) presenti espiratori

tra la linea

ascellare media e

lo sterno

- \

esterni ( ) 

Sotto costali Faccia interna Faccia interna della Abbassano le coste

delle coste costa sottostante o muscoli espiratori

quella ancora successiva 

Trasverso del torace Faccia posteriore Faccia interna delle Abbassa le coste

del corpo e cartilagini costali (dalla muscolo espiratorio

processo xifoideo 2° alla 6° )

dello sterno

 ESTRINSECI (con una inserzione al di fuori del torace)

- TORACO APPENDICOLARI (che hanno una delle due inserzioni nell’arto superiore)

 Gran pettorale, piccolo pettorale, succlavio, dentato anteriore

- SPINO APPENDICOLARI

 Trapezio, grande dorsale, romboide, elevatore della scapola

- SPINO COSTALI (hanno una inserzione nella colonna)

 Dentato posteriore superiore, dentato posteriore inferiore (profondam. al gran dorsale)

dentato processi spinosi di C7- Coste 2-5 (vicino innalzamento delle coste,

all’angolo)

postero- T3 e legamento nucale ampliamento della cavità

superiore toracica

dentato processi spinosi ultime 2 margine inferiore abbassamento delle coste;

postero- vertebre T e prime 3 L ultime 4 coste (8-12) inoltre opposizione al

inferiore diaframma

ADDOME

 Muscolo DIAFRAMMA

 Muscoli dell’ADDOME

 CANALE INGUINALE

DIAFRAMMA:

- Muscolo che divide la

cavità toracica da quella

addominale .

- Muscolo più importante

per la respirazione.

- Muscolo laminare a

forma di cupola con la

cavità verso il basso .

- Costituito da 2 porzioni:

periferica CARNOSA

Centrale TENDINEA

PORZIONE CARNOSA si divide in 3 parti ed in base al respiro si posiziona ai vari livelli

 LOMBARE : costituito da 3 PILASTRI : mediale, intermedio e laterale:

- PILASTRO MEDIALE origine: dalla 2° - 3° vertebra lombare; parte destra più spessa di

quella sinistra; queste si incrociano a 8 sulla linea mediana delimitando il canale dell’aorta

(posteriormente) e dell’esofago.

- PILASTRO INTERMEDIO origine: 3° vertebra lombare; piuttosto sottile.

- PILASTRO LATERALE origine: dalla 2° vertebra lombare; 2 arcate : LOMBOCOSTALE (per il

muscolo quadrato dei lombi) e arcata MEDIALE per il muscolo GRANDE PSOAS.

 

COSTALE origine : dalla 7° alla 12° costa (ultime 6 coste)

 

STERNALE origine : processo xifoideo dello sterno tramite piccoli fasci si fissano sulla

faccia interna. 

INSERZIONE porzione carnosa contorno TENDINEO

PORZIONE TENDINEA :

- Forma di TRIFOGLIO con una parte centrale e due laterali;

- È costituita dai tendini intermedi dei fasci muscolari stessi , che per questo possono essere

considerati digastrici.

 

PARTE DESTRA disposizione di fasci di fibre connettivali delimita l’orifizio per la

VENA CAVA INFERIORE

 

PARTE SINISTRA (e porzione lombare) delimita con la colonna vertebrale il

CANALE AORTICO DIAFRAMMATICO

FUNZIONE MUSCOLO DIAFRAMMA :

 

INSPIRAZIONE la cupola si appiattisce senza mai arrivare ai suoi punti di inserzione

 

ESPIRAZIONE la cupola ritorna cava a livello della 5° costa (espirazione forzata 4° costa)

MUSCOLI DELL’ADDOME :

 

Parete anteriore RETTO DELL’ADDOME, PIRAMIDALE.

 

Parete laterale OBLIQUO INTERNO, OBLIQUO ESTERNO, TRASVERSO.

 

Parete posteriore QUADRATO DEI LOMBI.

PARETE ANTERIORE:

retto dell'addome (5 margine inferiore Margine superiore del pube Flessione del torace

porzioni muscolari delle cartilagini tra tubercolo e sinfisi pubica sul bacino e

divise dalla linea alba, costali 5-7 e viceversa

con 4 iscrizioni processo xifoideo

tendinee trasversali) dello sterno

Piramidale (piccolo Ramo superiore del In alto e medialmente sulla Tende la linea alba

muscolo anteriormente pube, tra tubercolo linea alba

e inferiormente al retto) e sinfisi pubica

PARETE LATERALE :

obliquo esterno Superficie esterna aponeurosi che si abbassamento delle

delle ultime 8 coste estende alla linea coste; flessione, flessione

alba e alla cresta laterale e rotazione del

iliaca torace

obliquo interno fascia lombo-dorsale Margine inferiore //

(profondamente e cresta iliaca delle ultime 3 cartil.

all’obliquo esterno) Costali, linea alba e

pube

trasverso dell'addome Ultime 6 cartilagini linea alba e pube compressione

(profondamente costali, cresta iliaca dell'addome

all’obliquo interno) anteriore e fascia

lombo-dorsale

TRIANGOLO DI PETIT:

delimitato dal tratto inferiore del muscolo

obliquo esterno, da quello laterale del gran

dorsale e da un tratto della cresta iliaca.

PARETE POSTERIORE: Margine inferiore dell’ultima

quadrato Margine Abbassa le coste (muscolo

dei lombi superiore della costa e processi trasversi delle espiratorio)flette lateralmente

cresta iliaca ultime 4 vertebre L la colonna

CANALE INGUINALE (lunghezza 4 o 5 cm , 2-2,5 cm )

- L’APONEUROSI del muscolo obliquo esterno dell’addome, raggiunge la regione inguinale

fissandosi sulla spina iliaca antero -superiore per poi formare il LEGAMENTO INGUINALE

- Il CANALE INGUINALE è un tragitto muscolo-membranoso che attraversa la parte inferiore

della parete addominale;

- Formato da : 4 pareti, 2 orifizi, 1 contenente, 1 contenuto:

 

PARETE ANTERIORE formata dall’aponeurosi dell’obliquo esterno e dalla fascia

superficiale dell’addome;

 

PARETE SUPERIORE formata dal muscolo trasverso dell’addome e dall’obliquo

interno;

 

PARETE POSTERIORE formata dalla fascia trasversalis (addominale) e una porzione

del peritoneo;

 

PARETE INFERIORE formata dal legamento inguinale.

ORIFIZI:

 

ANELLO INGUINALE SUPERFICIALE (o sottocutaneo) orifizio delimitato da 3 fasci: 2 fasci

dell’aponeurosi del muscolo obliquo esterno ed il terzo del LEGAMENTO INGUINALE

RIFLESSO che proviene dall’aponeurosi del muscolo obliquo esterno del lato opposto.

 

ANELLO INGUINALE PROFONDO (o addominale) depressione corrispondente alla

fossetta inguinale laterale; orifizio chiuso dalla fascia trasversale e dal peritoneo.

UOMO nel canale inguinale passa il FUNICOLO SPERMATICO che ha un

- contenente : TUNICHE vaginale propria, vaginale comune , tunica cremasterica

- contenuto : DOTTO DEFERENTE (che contiene gli spermatozoi ) ARTERIE, VENE, VASI

LINFATICI, NERVI.

DONNA nel canale inguinale passa il LEGAMENTO ROTONDO DELL’UTERO che si apre a

ventaglio inserendosi sul tebercolo e sinfisi pubica fino a formare le grandi labbra.

LA SPALLA

ARTICOLAZIONI DELLA SPALLA :

1. Articolazione STERNO CLAVICOLARE

2. Articolazione SCAPOLO OMERALE (o gleno omerale)

3. Articolazione ACROMIO CLAVICOLARE

 

STERNO - CLAVICOLARE (A SELLA la clavicola si poggia a mo di sella sullo sterno)

SUPERFICI ARTICOLARI :

- MANUBRIO STERNALE la superficie articolare sternale presenta una faccetta ovoidale

che si trova sull’angolo laterale del manubrio sternale ed è rivestita da cartilagine

articolare; 

- 1° CARTILAGINE COSTALE dove è presente , nella porzione più mediale, una piccola

superficie articolare coinvolta nell’articolazione;

- ESTREMITA’ MEDIALE DELLA CLAVICOLA la sua superficie articolare presenta una forma

ovoidale ;

Le due superfici articolari non sono contigue perciò tra le 2 si interpone un DISCO interarticolare

FIBROCARTILAGINEO che completa lo spazio che intercorre tra i 2 capi articolari quindi può

essere considerata una DOPPIA DIARTROSI.

LEGAMENTI : 

- legamento STERNO – CLAVICOLARE (anteriore e posteriore) a partire dall’incisura

clavicolare dello sterno, al suo interno c’è la CAPSULA ARTICOLARE ;

- legamento INTER – CLAVICOLARE che unisce le estremità mediali delle due clavicole

passando sulla sella dello sterno; 

- legamento COSTO – CLAVICOLARE dal margine mediale inferiore della clavicola, si

ancora allo sterno e alla 1° cartilagine costale.

 SCAPOLO OMERALE O GLENO OMERALE (ENARTROSI) unisce il cingolo scapolare all’arto

superiore

SUPERFICI ARTICOLARI : 

- TESTA DELL’OMERO (convessa) rivestita da cartilagine articolare , la capsula articolare si

fissa da un lato sulla scapola e dall’altro sulla testa dell’omero , sul collo anatomico, fino al

collo chirurgico. rivestita

- CAVITA’ GLENOIDEA DELLA SCAPOLA (concava) da cartilagine ialina; le due

superfici morfologicamente non sono in piena congruenza, quindi la cavità è rinforzata dal

CERCINE (CARTILAGINEO) GLENOIDEO che ha come F(x) quella di ampliare

perifericamente la superficie ossea della cavità glenoidea

- CAPSULA ARTICOLARE composta al suo interno da MEMBRANA SINOVIALE che oltre a

rivestire la superficie interna della capsula, riveste anche la parte dell’omero dell’estremità

prossimale che non è stata ricoperta da cartilagine articolare; inoltre riveste un tratto del

tendine del capo lungo del bicipite.

LEGAMENTI : 

- legamento CORACO – OMERALE

dal margine laterale del processo

coracoideo alla grande tuberosità

dell’omero, dove si fonde con la

capsula fibrosa.

- Legamenti GLENO – OMERALI (sul

versante anteriore della capsula)

superiore (dal labbro glenoideo al

collo anatomico) medio (dal

contorno glenoideo alla piccola

tuberosità) e inferiore (dal contorno

glenoideo al collo chirurgico).

- Legamento TRASVERSO INFERIORE DELLA

SCAPOLA dal margine esterno della spina, al

collo della scapola.

RECESSO ASCELLARE contiene liquido sinoviale, si

proietta leggermente al di fuori della struttura.

BORSE SIEROSE = strutture di contenimento del liquido

sinoviale derivanti da estroflessione della membrana

sinoviale : 

- Borsa BICIPITALE il cui prolungamento è il

recesso ascellare

- borsa SOTTO SCAPOLARE

- Borsa SOTTO ACROMIALE (deltoidea)

 ACROMIO – CLAVICOLARE (ARTRODIA) :

strutture articolari :

- Faccia articolare dell’estremità laterale della

CLAVICOLA;

- Superficie articolare dell’estremità

dell’ACROMION della scapola;

- CAPSULA ARTICOLARE ;

- DISCO interarticolare ( fibrocartilagine interposta

fra le due superfici articolari; + o – estesa).

LEGAMENTI :

- Legamento ACROMIO-CLAVICOLARE superiore e

inferiore di rinforzo alla capsula articolare

superiormente ed inferiormente.

- Legamenti CORACO-CLAVICOLARIdalla clavicola

al processo coracoideo della scapola :

1. Legamento TRAPEZOIDE ;

2. Legamento CONOIDE (posteriore rispetto

al trapezioide).

- Legamento di BICORNE di CALDANI (incostante ) dal processo coracoideo raggiunge la

faccia inferiore della clavicola, con un 2° fascio si porta sulla faccia inferiore della 1° costa.

- TESSUTO CONNETTIVO tra processo coracoideo e clavicola, presenta una borsa muscosa

LEGAMENTI PROPRI DELLA SCAPOLA: 

- Legamento CORACO-ACROMIALE tra la faccia inferiore dell’acromion ed il margine

laterale del processo coracoideo; 

- Legamento SUPERIORE TRASVERSO DELLA SCAPOLA unisce a ponte gli angoli superiori

all’altezza dell’incisura della scapola.

MUSCOLI DEL CINGOLO TORACICO

ABBASSAMENTO DEL CINGOLO TORACICO :

1. GRANDE PETTORALE

2. PICCOLO PETTORALE

3. SUCCLAVIO

4. DENTATO ANTERIORE (o grande dentato)

5. TRAPEZIO

Grande pettorale Margini : anteriore Grande tuberosità Flessione, adduzione e

(ricopre la parte della clavicola; laterale e solco del intrarotazione dell'omero

superiore del dello sterno; aponeurosi tendine bipitale

dell’omero

torace) dei retti addominali.

Piccolo Pettorale coste 3-5 Processo Porta in basso e in avanti la

(strato profondo coracoideo della spalla;

rispetto al g. scapola

pettorale)

Succlavio Prima costa Margine inferiore Porta in basso e in avanti la

della clavicola clavicola (e la spalla)

Dentato Anteriore Prime 10 coste Margine mediale Porta in avanti la spalla, ruota

della scapola la scapola

Trapezio (3 Osso occipitale; Margine superiore a seconda della porzione che si

porzioni legamento nucale; della clavicola, contrae può elevare scapola e

superiore; processi spinosi delle acromion e spina clavicola, abbassare e ruotare

orizzontale; vertebre toraciche. della scapola. la scapola, può estendere il

inferiore) collo

ELEVAZIONE DEL CINGOLO TORACICO :

1. TRAPEZIO (porzione superiore del trapezio)

2. ELEVATORE DELLA SCAPOLA

3. STERNO CLEIDO MASTOIDEO (vedi muscoli della porzione laterale del collo)

4. OMOIOIDEO (vedi muscoli sottoioidei del collo)

5. ROMBOIDE

Elevatore della scapola (la parte Processi traversi Margine vertebrale eleva la

superiore giace sotto lo delle prime 4 della scapola (vicino scapola

sternocleidomastoideo) vertebre cervicali all'angolo superiore)

Piccolo e grande romboide (piccolo Processi spinosi Margine vertebrale Adduce e

superiormente al grande) ultima vertebra della scapola (dalla ruota verso il

cervicale, prime 4 spina all'angolo basso la

toraciche inferiore) scapola

OMOIOIDEO

ADDUZIONE DEL BRACCIO :

1. GRANDE PETTORALE

2. SOTTOSCAPOLARE

3. GRANDE ROTONDO

4. CORACOBRACHIALE

5. CAPOLUNGO DEL

TRICIPITE BRACHIALE

6. GRANDE DORSALE

Sottoscapolare Fossa sottoscapolare della scapola Tubercolo minore Intrarotazione

(faccia anteriore) dell'omero (passando dell’omero

sotto il p.coracoideo)

Grande Rotondo Margine laterale inferiore della Solco bici pitale Estensione,

dell’omero

scapola adduzione e

intrarotazione

dell'omero

Coracobrachiale Processo coracoideo della scapola 3° medio della faccia adduzione e

mediale dell’omero

(profondamente al flessione

capo breve del dell'omero

bicipite)

Tricipite brachiale: 1- Tuberosità infraglenoidea Tendine che si Estensione del

1- Capo lungo 2- Lateralmente e inserisce gomito,

nell’olecrano

2- Capo superiormente alla doccia adduzione della

dell’ulna

(vasto) del nervo radiale spalla

dell’omero

laterale

3- Capo 3- Medialmente e

(vasto) inferiormente alla //

mediale

Grande dorsale (il Processi spinosi di tutte le labbro mediale del adduzione e

più vasto muscolo vertebre lombari e toraciche solco bicipitale intrarotazione

dell’uomo) inferiori, cresta sacrale e iliaca dell'omero dell'omero, eleva

il tronco

(muscolo

inspiratorio)

ABDUZIONE DEL BRACCIO :

1. DELTOIDE

2. SOPRASPINATO

3. TRAPEZIO

4. CAPOLUNGO DEL

BICIPITE

Deltoide (forma il Margine anteriore della Tuberosità abduzione dell'omero;

contorno clavicola, acromion e spina deltoidea flessione , rotazione

rotondeggiante della della scapola dell'omero mediale e laterale ed

dell’omero

spalla) estensione

Sopraspinato fossa sopraspinata della Tubercolo abduzione dell'omero

scapola maggiore

dell'omero

Bicipite brachiale 1- tubercolo tuberosità Flessione dell'avambraccio

1- Capo lungo sovraglenoideo bicipitale del e flessione del braccio;

2- Capo breve (della scapola) radio supinazione

2- processo coracoideo

ANTEPOSIZIONE DEL BRACCIO :

1. DELTOIDE

2. GRANDE PETTORALE

3. CORACOBRACHIALE

4. BICIPITE BRACHIALE

RETROPOSIZIONE DEL BRACCIO :

1. DELTOIDE (con la sua porzione acromiale)

2. SOTTOSPINATO (o infraspinato)

3. PICCOLO ROTONDO

4. GRANDE ROTONDO

5. GRANDE DORSALE

6. TRAPEZIO

7. ROMBOIDE

Sottospinato (o Fossa sottospinata Tubercolo maggiore Extrarotazione

infraspinato) della scapola dell'omero (margine dell'omero

posteriore)

Piccolo rotondo Margine laterale // //

della scapola

SCHEMA RIASSUNTIVO MUSCOLI DEL CINGOLO TORACICO (O SCAPOLARE)

ABBASSAMENTO DEL CINGOLO ELEVAZIONE DEL CINGOLO ADDUZIONE DEL BRACCIO :

TORACICO : TORACICO : 1. GRANDE PETTORALE

1. GRANDE PETTORALE 1. TRAPEZIO (porzione 2. SOTTOSCAPOLARE

2. PICCOLO PETTORALE superiore del trapezio) 3. GRANDE ROTONDO

3. SUCCLAVIO 2. ELEVATORE DELLA 4. CORACOBRACHIALE

4. DENTATO ANTERIORE (o SCAPOLA 5. CAPOLUNGO DEL

grande dentato) 3. STERNO CLEIDO TRICIPITE BRACHIALE

5. TRAPEZIO MASTOIDEO (vedi 6. GRANDE DORSALE

muscoli della porzione

laterale del collo)

4. OMOIOIDEO (vedi

muscoli sottoioidei del

collo)

5. ROMBOIDE

ABDUZIONE DEL BRACCIO : ANTEPOSIZIONE DEL BRACCIO: RETROPOSIZIONE DEL

1. DELTOIDE 1. DELTOIDE BRACCIO :

2. SOPRASPINATO 2. GRANDE PETTORALE 1. DELTOIDE (con la sua

3. TRAPEZIO 3. CORACOBRACHIALE porzione acromiale)

4. CAPOLUNGO DEL 4. BICIPITE BRACHIALE 2. SOTTOSPINATO (o

BICIPITE BRACHIALE infraspinato)

3. PICCOLO ROTONDO

4. GRANDE ROTONDO

5. GRANDE DORSALE

6. TRAPEZIO

7. ROMBOIDE

ROTAZIONE ESTERNA : ROTAZIONE INTERNA: CUFFIA DEI ROTATORI :

1- PICCOLO ROTONDO 1- GRANDE PETTORALE 1- GRANDE ROTONDO

2- SOTTOSPINATO 2- DELTOIDE (porzione 2- SOTTOSCAPOLARE

3- DELTOIDE (porzione clavicolare) (rotazione interna)

acromiale) 3- SOTTOSCAPOLARE 1- SOTTOSPINATO

4- SOPRASPINATO 4- GRANDE DORSALE 2- SOPRASPINATO

5- GRANDE ROTONDO 3- PICCOLO ROTONDO

(rotazione esterna)

IL GOMITO

Nell’interno di un unico covo articolare sono in realtà comprese 3 articolazioni:

1- Articolazione OMERO – ULNARE GINGLIMO ANGOLARE (assi dei segmenti ossei tra loro ;

flesso-estensione)

- Tra TROCLEA omerale e INCISURA SEMILUNARE (o trocleare) dell’ulna (faccia anteriore

dell’OLECRANO e faccia superiore del PROCESSO CORONOIDEO)

2- Articolazione OMERO – RADIALE CONDILO ARTROSI (o articolazione CONDILOIDEA)

- Tra CONDILO omerale e TESTA (capitello ) del radio rivestito dal cartilagine articolare.

3- Articolazione RADIO - ULNARE prossimale GINGLIMO LATERALE O TROCOIDE (assi dei

segmenti tra loro , supinazione-pronazione )

- Tra INCISURA RADIALE dell’ulna e CIRCONFERENZA ARTICOLARE della testa del radio

rivestita da cartilagine articolare.

La CAPSULA ARTICOLARE racchiude tutte e 3 le articolazioni

Si inserisce : 

- Margine SUPERIORE sul contorno anteriore della fossetta sopra condiloidea dell’omero,

passando medialmente sotto l’epicondilo mediale , poi posteriormente salendo sopra la

fossa olecranica e lateralmente tra l’epicondilo e condilo laterale dell’omero

- Margine INFERIORE faccia inferiore del processo coronoideo dell’ulna, per portarsi nel

margine mediale dell’olecrano, salendo posteriormente all’apice dell’olecrano e

scendendo lateralmente al collo del radio.

- FONDO CIECO anter.parte della membrana sinoviale al di sopra della fossa coronoidea

- FONDO CIECO poster. parte della membrana sinoviale all’apice dell’olecrano

LEGAMENTI :

- Legamento COLLATERALE MEDIALE (ULNARE)

- Legamento COLLATERALE LATERALE (RADIALE)

- Legamento ANULARE DEL RADIO

- Legamento QUADRATO DI DENUCE’

COLLATERALE MEDIALE (ulnare) costituito da 3 fasci :

1- ANTERIORE parte dall’epicondilo mediale e raggiunge anteriormente il margine mediale

del processo coronoideo dell’ulna

2- MEDIO parte dall’epicondilo mediale e raggiunge medialmente il margine mediale del

processo coronoideo dell’ulna

3- POSTERIORE parte dall’epicondilo mediale e raggiunge posteriormente il margine

mediale del corpo dell’olecrano

Questo legamento è rinforzato, nella sua porzione olecranica, dai legamenti del COOPER , che

vanno dal margine mediale dell’olecrano alla base del processo coronoideo.

(a

COLLATERALE LATERALE (radiale) volte diviso in 3 parti) :

1- ANTERIORE dal legamento anulare del radio al margine laterale del processo coronoideo

2- MEDIO dall’epicondilo laterale al margine laterale della base dell’olecrano.

3- POSTERIORE dall’epicondilo laterale si porta posteriormente al margine laterale del

corpo dell’olecrano.

ANULARE DEL RADIO circonda il capitello radiale , mantenendo in sede la testa del radio

QUADRATO DI DENUCE’ tra radio e ulna, tra margine inferiore dell’incisura trocleare e il collo

del radio

MUSCOLI DEL GOMITO

FLESSIONE DELL’AVAMBRACCIO SUL BRACCIO :

1. BICIPITE BRACHIALE (vedi spalla)

2. BRACHIALE

3. BRACHIO RADIALE

4. PRONATORE ROTONDO

5. FLESSORE RADIALE DEL CARPO

6. FLESSORE ULNARE DEL CARPO

7. FLESSORE SUPERFICIALE DELLA DITA

8. PALMARE LUNGO

9. FLESSORE PROFONDO DELLE DITA (partecipa in modo limitato ,solamente quando dita e

polso sono flessi )

Brachiale (ricopre la faccia Faccia anteriore a livello della metà Processo coronoideo

dell’omero dell’ulna

anteriore della capsula distale

articolare del gomito)

Brachio radiale (ricopre la Faccia laterale a livello della metà Processo stiloideo del

dell’omero

faccia laterale della capsula distale (sopra epicondilo radio

articolare del gomito) laterale)

Epicondilo mediale dell’omero e

Pronatore rotondo Superficie media laterale

processo coronoideo dell’ulna del radio

Epicondilo mediale dell’omero

Flessore radiale del carpo Base del 2° metacarpo

// Osso pisiforme

Flessore ulnare del carpo Epicondilo mediale dell’omero, 2° falange delle ultime 4

superfici anteriori dell’ulna e del radio

Flessore superficiale delle dita

dita (si divide in 4 tendini) Epicondilo mediale dell’omero

Palmare lungo Aponeurosi palmare

Superficie mediale dell’ulna e

Flessore profondo delle dita Basi delle falangi distali

(si divide in 4 tendini) membrana interossea delle ultima 4 dita

ESTENSIONE DELL’AVAMBRACCIO

SUL BRACCIO:

1- TRICIPITE BRACHIALE

2- ANCONEO

Anconeo (da sostegno ai Faccia posteriore Margine

dell’epicondilo

muscoli epicondiloidei, quelli laterale

laterale dell’omero dell’olecrano

che prendono origine dai

condili dell’omero)

PRONAZIONE DELL’AVAMBRACCIO :

1- PRONATORE ROTONDO

2- PRONATORE QUADRATO

Pronatore quadrato (ricopre Superficie antero Superficie

distale dell’ulna

la membrana interossea in antero distale

questo tratto) del radio

SUPINAZIONE DELL’AVAMBRACCIO :

1- BICIPITE BRACHIALE

2- BRACHIO RADIALE

3- SUPINATORE

supinatore Epicondilo Superficie

laterale laterale della

dell’omero, porzione distale

margine laterale del radio

della porzione

prossimale

dell’ulna


ACQUISTATO

3 volte

PAGINE

64

PESO

9.40 MB

AUTORE

pupy90

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie e Sportive
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher pupy90 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia ed antropometria umana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foro Italico - Iusm o del prof Ripani Maurizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia ed antropometria umana

Riassunto esame Anatomia, prof. Ripani, libro consigliato Anatomia Clinica, Marinozzi, Gaudio, Ripani
Appunto
Riassunto esame Anatomia, prof. Ripani, libro consigliato Anatomia Clinica, Marinozzi, Gaudio, Ripani
Appunto
Riassunto esame Anatomia, prof. Ripani, libro consigliato Anatomia Clinica, Marinozzi, Gaudio, Ripani: quarto esonero
Appunto
Riassunto esame Anatomia, prof. Ripani, libro consigliato Anatomia Clinica, Marinozzi, Gaudio, Ripani: parte 1
Appunto