Che materia stai cercando?

Alto Arcaismo Appunti scolastici Premium

Appunti di storia greca sull’alto Arcaismo (tra la fine del IX secolo e la seconda metà del VIII secolo a.C.), con nozioni su: l’Oplitismo (epoca Micenea, la panoplia oplitica, l’allargamento sociale della capacità di combattere ed il ruolo militare dell’aristocrazia), la nascita... Vedi di più

Esame di Storia greca docente Prof. E. Culasso

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

quella aristocratica;,

 tentativo di regolamentazione dei rapporti sociali; gruppi di

coesione sociale in senso verticale

 rapporto tra società politica e spazio in cui vive: tripartizione

dello spazio urbano (pubblico, sacro, privato), cha ha nome

anch’essa polis (vd. Greco); agora: spazio per eccellenza della

democrazia; koine estia; acropoli: spazio abitativo solo per i

tiranni, altrimenti spazio sacro; templi della divinità poliade;

ruolo delle mura;

 visibilità, udibilità, popolosità;

 la libertà e l’autonomia appaiono caratteri distintivi della polis a

partire soprattutto dal IV secolo;

 ruolo della religione come fattore aggregante.

Da un punto di vista politico, la polis è una comunità fatta di

cittadini (politai), che si governano da soli. Da un punto di vista

antropologico e sociologico, è una comunità antropica fatta di

uomini e donne di tutte le età, anche se i cittadini sono solo i

maschi adulti o una loro frazione. Essa può essere definita come

un corpo politico fondato sull’idea di cittadinanza (politeia),

all’interno del quale nessuno è giuridicamente superiore. Da un

punto di vista economico la proprietà è privata, ma con

distribuzione della ricchezza diversificata.

Qualche dato può rendere bene l'idea della complessità del

fenomeno che si racchiude nell'apparente semplicità del termine

polis:

 più di 1000 dovevano essere le poleis (di cui 300 nelle aree di

espansione coloniale) su un arco temporale lunghissimo

dall'VIII secolo a.C. all'epoca romana; vi erano poleis con

grandi territori (Sparta 8.500 Kmq; Atene 2.400 Kmq; Argo

1.400 Kmq; Tebe 1.000 Kmq; Corinto 880 Kmq), ma la

maggior parte (75 %) aveva estensioni inferiori ai 100 Kmq:

conseguentemente anche dal punto di vista della popolazione

complessiva poleis come Atene, Sparta e Siracusa, le quali

avevano centinaia di migliaia di abitanti (si tratta di abitanti

in senso generico e non cittadini di pieno o parziale diritto),

costituivano vistose eccezioni. Da queste differenze

demografiche, e non solo da queste, discendono anche

notevoli differenze in grado all'urbanizzazione, alla

definizione di un centro urbano rispetto alla periferia, alla

presenza di altri centri abitati oltre al vero e proprio centro

urbano, alla caratterizzazione architettonica del centro stesso

quale sede di edifici monumentali;

 il termine polis ha generato i derivati polites (cittadino) e

politeia (diritto di cittadinanza, comunità dei cittadini, ma

anche costituzione, forma di governo: l'insieme insomma dei

valori, delle regole, delle procedure che improntano,

identificano e organizzano la polis e i suoi cittadini). La

polis, definita territorialmente, è anzitutto la comunità dei

politai, dei cittadini aventi i pieni diritti civici e politici,

anzitutto maschi e adulti. I diversi rapporti, numerici e

sociali, tra i politai e il resto della popolazione determinano

differenze anche notevoli in ordine alla partecipazione e alle

forme di autogoverno della comunità: la nascita, la proprietà

terriera, la partecipazione all'esercito, la paideia

(l'educazione, la formazione socio-culturale), il censo sono

alcuni dei criteri adottati per individuare il corpo civico, il

demos, ovvero i cittadini di pieno diritto;

 la società della polis appare scandita in suddivisioni che si

sovrappongono secondo una complessa stratificazione storica

in una quasi totale assenza di un ordine gerarchico. Per

evidenziarne alcune, significativa è l'osservazione delle

seguenti scansioni nelle quali troviamo organizzate, sia pure

in modi e misure diverse, le varie poleis: le tribù, le unità più

ampie di suddivisione dell'intero corpo civico su base

ereditaria o, per lo più, territoriale; le fratrie, raggruppamenti

su base ereditaria di un certo numero di individui e gruppi

familiari; i demi, unità demografico-territoriali; il ghenos


PAGINE

5

PESO

233.42 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di storia greca sull’alto Arcaismo (tra la fine del IX secolo e la seconda metà del VIII secolo a.C.), con nozioni su: l’Oplitismo (epoca Micenea, la panoplia oplitica, l’allargamento sociale della capacità di combattere ed il ruolo militare dell’aristocrazia), la nascita delle polis (caratteristiche, diritto di cittadinanza, organizzazione della società all’interno della polis).


DETTAGLI
Esame: Storia greca
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeriadeltreste di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia greca e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Culasso Enrica.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia greca

Riassunto esame Storia greca, prof. Culasso, libro consigliato Manuale di Storia greca, di C. Bearzot
Appunto
Civiltà Minoica e Micenea
Appunto
Guerra del Peloponneso
Appunto
Rivolta ionica e guerre persiane
Appunto