Test ingresso Medicina: le università impossibili e quelle dove è più facile entrare

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino

Domani, martedì 5 settembre, è il giorno del test di ingresso per le facoltà universitarie di Medicina 2017. Le prove, insieme a quelle di Architettura e Veterinaria, sono gestite e regolamentate dal Miur, essendo queste facoltà universitarie ad accesso programmato nazionale. Di conseguenza gli aspiranti dottori saranno chiamati a sostenere le prove previste con le stesse modalità e nell’arco della stessa giornata.
Per gli studenti, ormai è arci noto, sono previste 60 domande a risposta multipla alle quali si dovrà rispondere in un tempo massimo di 100 minuti. Le domande riguarderanno, argomenti di chimica, biologia, matematica e fisica e comprenderanno anche argomenti di cultura generale e di logica. I candidati futuri dottori sono circa 70.000 mentre i posti disponibili a livello nazionale risultano essere solo 9.100.

Il punteggio minimo è 20 punti, ma essere idonei non vuol dire ottenere subito il posto desiderato. In base ai numeri dei posti previsti dal Ministero, in base al numero dei candidati e ai punteggi medi ottenuti dai vari candidati tutto può cambiare.


Test Medicina: gli atenei impossibili

Quali sono, dunque, le università dove è più difficile guadagnarsi un posto? Secondo le stime AlphaTest, il punteggio minimo utile per entrare alla prima pubblicazione della graduatoria nazionale del 2016 era di circa 63 punti. Ma non dappertutto è stato così. Tra i candidati che hanno svolto il test nelle diverse città italiane, ci sono state differenze sostanziali, che dipendono non solo dalla preparazione delle aspiranti matricole, ma anche e soprattutto dal rapporto partecipanti/posti disponibili per quella determinata sede. Ecco quindi che gli atenei più "quotati" diventano più difficili da raggiungere, tanto che il punteggio minimo per entrare si alza considerevolmente. Questi i 5 atenei dove - al 4 ottobre 2016 - il punteggio ottenuto dall'ultimo candidato in posizione utile è stato più alto:

Università di Bologna (72.3)
Università di Padova (72.3)
Università di Milano (73)
Università di Pavia (73.5)
Università di Milano Bicocca (75.6)

Dunque tutti atenei del centro-nord Italia con Milano presenti sia con la Statale che con Bicocca.

Test Medicina: Atenei accessibili

Dall'altra parte della classifica, troviamo quelle facoltà che lasciano intravedere più opportunità per i candidati, e per le quali il punteggio minimo per passare al primo colpo (senza pensare quindi ai successivi scorrimenti di graduatoria) è stato, nel 2016, sensibilmente più basso. Se la tendenza rimarrà la stessa, i giochi saranno più facili per chi tenterà di entrare in queste università:

Università di Catanzaro (63,3)

Università di Sassari (63,6)
Seconda Università degli Studi di Napoli (63,7)
Università del Molise (64)
Università di Messina (65)

Poi c'è una lunga fascia media con punteggi che fanno da 64.8 (Università La Sapienza di Roma) fino a 69.7 dell'Università Insubria (Varese).

Commenti
Consigliato per te
Entrare a Medicina: il segreto di chi ce l'ha fatta
Skuola | TV
Open Day Carlo Bo: scopri tutte le novità e gli sbocchi professionali!

Non perdere lo streaming dell'Open Day Carlo Bo dalla sede di Milano. Una mattina dedicata all'offerta formativa e agli sbocchi professionali. Scopri come diventare mediatore linguistico.

18 novembre 2017 ore 09:30

Segui la diretta