Cosa devi fare la notte prima della Laurea: 5 consigli!

Redazione
Di Redazione

"notte prima della laurea"
Ebbene si, ci siamo! Dopo anni di sudori e sforzi, nottate passate sui libri, centinaia di euro spesi in copisteria a fotocopiare dispense, litri di camomilla ingoiati per calmarsi e decine di serate “bidonate” per finire il progetto: domani ti laurei! La sera prima del gran giorno è particolare, ansiante, bella, piena di attese; da una parte ti sembra di esserci già passato, hai dato l’orale alla maturità appena cinque anni fa, e quella “notte prima degli esami”, come cantava Venditti, è stata forse la prima vera volta in cui hai provato “l’ansia da esame”, quel caro sentimento che ti avrebbe accompagnato per i cinque anni successivi.
Ma la “notte prima della laurea” è un altra storia, non hai più mamma che ti incoraggia, ma un manipolo di pazzi coinquilini che probabilmente sono più ansiati di te, o magari stanno già festeggiando perché finalmente ti laurei e la finisci di trascinarti in giro per la casa come uno zombie e fare le 3 del mattino per le ultime correzioni.
Mio caro amico, ti do qualche consiglio, sperando che ti possano aiutare e magari calmare!

Ripeti solo una volta


E’ inutile fare il disco rotto dalle 8 di sera a notte fonda ripetendo il discorso, lo avrai già provato mille volte, ansiarsi inutilmente a poche ore dalla discussione è solo che deleterio. Inoltre è anche molto controproducente, la sera prima sarai stanco e giustamente agitato, non avrai la lucidità adatta a ripetere con criterio, lo farai “per sentirti meno in colpa” con la conseguenza di impapinarti e sbagliare…. E da qui il circolo vizioso “oddio non me la ricordo, muoio, non la so, dovevo prepararlo meglio”. Ripeti il discorso un paio di volte al giorno nei giorni precedenti, e soprattutto fallo davanti ad un piccolo pubblico (magari giusto i coinquilini) per prepararti all’idea. La sera prima, se proprio devi, ripeti ancora una volta E BASTA. E’ un ordine.

Non uscire e non fare tardi


Non è una questione di principio, ma la sera prima è bene che tu ti metta comodo sul divano a fare due chiacchiere per stemperare la tensione, che ti metta a letto presto dopo aver bevuto una bella camomilla… In generale: è bene che tu ti rilassi. Potrebbe capitare che la notte tu non riesca a prendere sonno subito, o che non dorma bene…quindi cerca di predisporti alla tranquillità già dal dopocena. E soprattutto, tieni le forze per la sera dopo… Lì si che devi far tardi!

No ai genitori in casa


Non vuol essere cattiveria o mancanza di rispetto, anzi! A quei grandi uomini dei tuoi genitori devi tutto, ti hanno nutrito, mantenuto e accudito nei momenti peggiori di questi cinque anni, e di questo ne devi essere e ne sarai sicuramente fiero. Però, nel 99% dei casi, avere mamma e papà in casa la sera prima della laurea significa: ansia. E non lo fanno per cattiveria, tutt’altro, il problema è che di solito sono più agitati loro all’idea di vedere il loro virgulto coronato d’alloro, che tu che devi materialmente presentare e difendere la tua tesi. Stai a casa con i coinqui, loro ti hanno conosciuto nei momenti peggiori (vedi la notte prima del terribile esame che non riuscivi a passare). Mamma, papà & co puoi vederli la mattina dopo, magari, e far colazione con loro.

Arriva a sera tranquillo


Cerca di arrivare a dopo cena con il pensiero che hai fatto tutto ciò che dovevi fare: stirare la camicia o il vestitino, aver pronta la borsa, la chiavetta con la presentazione. La sera è dedicata al riposo e alle chiacchiere, come ti dicevo nel punto sopra… Fare le due perché non ti eri ricordato di finire la presentazione power point è da pazzi, quindi regolati per tempo!

Dedicati a qualcosa che ti piace fare


C’è un film che ti riprometti di vedere da anni? Guardalo, è il momento migliore! Guardati la puntata del tuo telefilm preferito, dedicati all’hand-made se ti piace, disegna, leggi… Insomma, fai ciò che ti calma! Preferibilmente dedicati a tutte queste attività in compagnia dei coinquilini, o di un amico antistress chiamato per l’occasione. Fai qualsiasi cosa che non ti faccia pensare all’indomani!
Detto questo, spero di esserti stata d’aiuto, spero che metterai in pratica tutto ciò che ti ho consigliato e che passerai una “sera prima della laurea” rilassato e felice. E anche se sembrerà retorico e banale, sappi che il peggio lo hai passato: le interminabili ore a ricevimento, la ricerca del materiale, il disegno dei progetti, l’impaginazione, la scrittura del testo….quello che devi affrontare domani è veramente il minimo di questo tuo enorme lavoro che hai già fatto…per cui domani: carico/a e scattante, e vai ad esporre la tua ricerca al meglio!

Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
#Piudiprima: i giovani chiedono, la ministra Bonetti risponde – Skuola.net ft. Angelica Massera

La Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, ‘interrogata’ da Skuola.net e da Angelica Massera, spiega cosa sta facendo la politica per rispondere ai bisogni dei giovani in ambito di Pari Opportunità

10 luglio 2020 ore 10:00

Segui la diretta