tema svolto sulla musica

La musica


La musica è sempre stata importante nella storia umana, perfino nella preistoria l'uomo delle caverne era solito suonare degli strumenti, questo perché, a mio parere la musica è necessaria all'uomo per esprimere le sue sensazioni, emozioni e sentimenti, è come una sorta di tela sulla quale l'autore ritrae il suo stato d'animo.
Ascoltare musica è come un bisogno fisiologico, come il dover bere o mangiare, tutti ascoltano musica, nessuna esclusione, certo ognuno ha i suoi gusti ed i suoi generi di riferimento, ma tutti sono affascinati da questa ritmica ripetizione di suoni, come se fosse un algoritmo capace di ipnotizzarci.
Oggi è l'era della commercializzazione della musica, tutti vanno in giro con il proprio smartphone, con le cuffiette nelle orecchie e ascoltano testi musicali provenienti dall'altra parte del globo, questo è il prodotto della globalizzazione e dell'arrivo di internet, che permettono ad un uomo che vive in Italia di interessarsi ad un gruppo musicale degli USA.
Tutto ciò ha dato nuova linfa all'industria musicale e agli artisti, concedendo loro un pubblico potenzialmente vastissimo; ma ha anche contribuito all'appiattimento culturale di molte canzoni che vengono "costruite" soltanto per piacere al grande pubblico e di conseguenza avere molti incassi senza curarsi del contenuto delle suddette canzoni, ma la musica è anche questo, i brani popolari dal testo piatto e la colonna sonora monotona possono essere un male dal punto di vista artistico, ma, piacendo a molte persone, ascoltarle può essere un momento di condivisione e socializzazione.
A mio parere, la vera rovina della musica contemporanea sono i numerosi programmi "talent" che sono molto diffusi oggigiorno, programmi che prendono giovani talenti, li spremono fino all'ultima goccia e poi li gettano via per passare al talento successivo, sono come delle macchine, ingannano i giovani, facendogli credere che attraverso quel programma potranno raggiungere il successo, e lo raggiungono, ma solo per un mesetto, poi via, nel dimenticatoio, lo dimostra il fatto che nessuno ricorda i vincitori di edizioni passate (salvo rari casi). Oltre a ciò si aggiunge il fatto che spesso questi giovani che potrebbero dare molto alla musica vengono giudicati da giudici che non hanno vero talento in campo musicale ma soltanto un grande seguito e non da veri artisti con molte esperienze.
In conclusione credo che la musica sia l'unica forma di intrattenimento ad essere apprezzata da tutti poiché è talmente varia tra i suoi generi che è impossibile non trovare qualcosa che ci piaccia ascoltare, è come se fosse un universo in continua espansione: un universo da scoprire.

A cura di Simone

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze