Oggigiorno si sente sempre parlare di anziani che lodano la loro vita passata con pochi problemi e molta aspettativa di vita. Ma oggi i giovani non se ne fanno problemi su cosa riserverà loro la vita perché si sono abituati a vivere alla giornata preoccupandosi solo di se stessi e di poche persone che li circondano. Ma da dove viene tutto questo "pessimismo cosmico" di leopardiana memoria? Viene spontaneo rispondere viste le circostanze attuali e i tanti problemi che affliggono la società moderna: guerre, malattie, mancanza di lavoro, tasse esose, ecc... sono all'ordine del giorno e gli Italiani non ne possono più di essere messi la testa sotto i piedi da uno Stato menefreghista e senza cuore. Anche perché i molti problemi causano danni psicologici e fisici che in tempo di crisi economica non ci si può proprio permettere! E allora come di vive? Grazie ai "vecchi"-genitori o nonni che siano-i giovani di oggi riescono ad andare avanti-ma non so fino a quando tutto può essere possibile perché anche le loro casse si svuotano dato l'elevato costo di vita. Quindi io non mi aspetto niente dalla vita perché oggi non si vive ma si sopravvive con mille difficoltà e senza via d'uscita. La mia esistenza-già dalla mia tenera età-è stata piena di eventi negativi, come la morte dei miei cari nonni e i vari problemi di salute che crescono con me. Ma come può andare avanti uno così se dalla vita ha avuto solo le cose brutte? Io non ci riesco, visto che vedo impossibile la realizzazione dei miei sogni e dei miei progetti! Ma spero che altri possano vivere e non sopravvivere!

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email