Tutor 33058 punti

tema sugli aspetti negativi dell’Unione Europea

L'Unione Europea fu fondata con i Trattati di Roma del 25 marzo 1957 con l'obiettivo di creare un'unione tra gli Stati del Vecchio Continente europeo usciti da una terribile guerra come la Seconda Guerra mondiale. L'obiettivo, visto come una grande opportunità, dei Paesi fondatori era quindi nobile: garantire la cooperazione sinergica tra di loro dal punto di vista economico. I vantaggi iniziali quindi della fondazione dell'allora CECA e poi CEE erano legati a una cooperazione sempre più stretta dal punto di vista economico, in modo tale che non si ripetessero gli errori commessi nel periodo della Seconda Guerra mondiale, che causò non solo tante vittime ma anche dei veri e propri danni economici per ogni singolo Stato europeo che fu coinvolto nel conflitto.
Inoltre la fondazione della CEE creava i presupposti per un vero e proprio periodo di pacificazione internazionale nel martoriato Continente europeo. Effettivamente questi due vantaggi si constatarono in particolare modo in ambito economico, considerando il boom economico che negli anni successivi si registrò. Anche dal punto di vista della pacificazione tra i popoli il successo fu raggiunto, non vedendo esplodere alcun conflitto in termini militari, seppur in un contesto storico come quello della Guerra fredda, i cui protagonisti della scena mondiale furono Stati Uniti e Unione Sovietica.

Presto un altro risultato venne raggiunto anche con l'introduzione dell'euro nel 1999 in molti Paesi dell'Unione Europea.

Se da un lato fare parte dell'Unione Europea è un vantaggio per molti Paesi membri, dall'altro invece molti sono gli aspetti negativi di quest'organizzazione. Per esempio un aspetto negativo è rappresentato dalla mal gestione del fenomeno migratorio che la interessa ormai da tanti anni. Pochi Paesi europei sono solidali e danno accoglienza agli immigrati che lasciano i loro Paesi a causa di guerre e lotte interne intestine. Nella gestione di questo drammatico fenomeno domina infatti l'egoismo e il nazionalismo di alcuni Paesi come per esempio quelli dell'Europa dell'est, della Francia, dell'Austria che chiudono le loro frontiere, non facendo prevalere il senso di umanità che dovrebbe contraddistinguere un'organizzazione di grande importanza internazionale come l'Unione Europea.

Un altro aspetto negativo è anche quello legato all'eccessiva politica di austerità imposta dai vertici dell'Unione, i quali chiedono agli Stati membri di portare avanti delle politiche economiche molto austere, al fine di rispettare gli standard dell'UE. Queste politiche spesso però purtroppo ricadono sui cittadini degli Stati, i quali vedono aumentare nei loro confronti le tasse da pagare. Ciò che si dovrebbe fare invece a livello europeo sarebbe, non solo portare avanti delle politiche caratterizzate da forti tassazioni, ma anche cercare di dare uno slancio sul piano della crescita dei Paesi membri, attraverso delle iniziative volte a combattere la disoccupazione che dilaga tra i cittadini dell'Unione.

Infine un altro aspetto negativo è la mancanza a livello europeo di una cooperazione europea nell'ambito della politica estera e della sicurezza. Su questo aspetto si dovrebbe infatti fare molto di più, evitando anche il compiersi di attentati terroristici di portata assai rilevante che colpisce tantissime persone innocenti. In questo senso si dovrebbe creare una Polizia di Sicurezza e Cooperazione europea con il fine di tutelare i civili degli Stati membri.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email