L’aborto è un fenomeno sociale fin dalla notte dei tempi; anche nell’antichità le maternità indesiderate erano spesso oggetto di decisioni “estreme”.
Essa è una parola che deriva dal latino ab - òrtus cioè "venire al mondo prima del tempo " ; voci ed espressioni simili possono essere "interruzione della gravidanza" o della maternità, ma viene anche definito "infanticidio " .
L'aborto può avvenire o per natura o per volontà umana , oggi rappresenta una delle grandi questioni che preoccupa il mondo , allo stesso tempo provoca discussioni e divide l'opinione pubblica . Recentemente sono state molte le donne che non hanno accettato il frutto del loro concepimento e in questo modo hanno stroncato l'esistenza di un futuro essere umano , una vita che avrebbe potuto conoscere il mondo , che però sarà perduta per sempre o che continuerà ad esistere nella coscienza della donna , la quale ne ha impedito la nascita . Alcuni considerano l'aborto come il male peggiore che una donna possa subire o infliggersi. Alcune donne , però affrontano l'aborto con estrema freddezza e superficialità . Ma quali sono i motivi che portano a commettere un atto così crudele e atroce verso chi è piccolo e indifeso ? Verso chi , loro per prime dovrebbero amare , rispettare e proteggere ? In nome della libertà ? Di quella libertà che altrimenti andrebbe perduta dietro un vagone di responsabilità ? Che mondo è questo , in qui un donna che per natura dona la vita , dice che sia giusto toglierla al bimbo che porta in grembo ? Fino al terzo mese della gravidanza il sistema nervoso del feto non si è ancora formato, quindi non può percepire il dolore, ma il suo cuore batte già dal secondo mese e si deve considerare il fatto che dal momento del concepimento si è formato un nuovo individuo, determinato in tutte le caratteristiche nel suo codice genetico, diverse da quelle di ogni altro essere umano, nonostante sia definito come un corpuscolo di cellule informi.

RIFERITO AL BIMBO MAI NATO - Tu piccolo esserino sei tutte le parole che la tua mamma non ti dirà mai , sei i suoi baci mancati e i suoi sorrisi stentati . Sei l'insieme delle cose che lei non farà mai , i " mi raccomando fai attenzione" che non ti dirà mai , i "mi manchi " mai nati. Sei tutto quello che potevi essere e non sei. Ricorda che la lotta non è mai troppo dura quando il sogno è grande e sai il mio grande sogno qual'è? quello di vedere il giorno in cui tutti quelli che vivranno avranno veramente il diritto di vivere ! .
Io penso che l'aborto sia il più grande distruttore della Pace , perchè se una donna può reprimere il proprio bimbo , come vogliamo che non ci sia più violenza , che non ci siano più guerre ? E perchè ce ne scandalizziamo ?

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove