Ominide 1172 punti

Scienza e responsabilità


Quando Mary Shelley, agli inizi del 1800, scrive Frankenstein, non sa di stare anticipando di molti decenni la catastrofe dovuta alla più spaventosa tra le invenzioni dell’umanità. Dimostra i pericoli che sarebbero potuti derivare da un’improvvisa voglia dell’uomo di diventare Dio, un argomento che, pur trattato diversi anni prima, trova assoluto consenso tra le vittime del Progetto Manhattan.
Enrico Fermi disse “Non è bene cercare di fermare il progresso della conoscenza. L'ignoranza non è mai meglio della conoscenza.”, e ciò convinse lui, Oppenheimer, Szilard e Teller a mettere da parte i loro dubbi su etica e moralità per vedere realizzata, da bravi scienziati, la loro idea. E, nonostante questa sia stata classificata come una delle idee peggiori della storia dell’umanità, dopo gli “esempi” di Hiroshima e Nagasaki, decisero di realizzare un’idea ancora peggiore di quella precedente, nota come bomba H. Queste ‘idee’ fecero fare un enorme passo avanti alla scienza, ma credete che ai giapponesi importasse qualcosa del progresso della scienza? Di certo non lo pensarono nel momento in cui le bombe vennero sganciate sulle loro città.
Sarebbe opportuno che tutti conoscessero l’effetto che una determinata scoperta scientifica avrà sulla Terra o sull’umanità, che essa sia utile, neutra o dannosa. E sì, può anche essere nociva, e le parole dell’astrofisica Margherita Hack lo confermano: “la ricerca va per tentativi e non ci si può subito rendere conto dell’eventuale portata negativa; in tal caso bisognerebbe saper rinunciare”. Ma, chiaramente, il denaro spinge a non vedere ciò che comporterebbe per l'umanità una ricerca che consentirebbe allo scienziato di ricevere un bel Premio Nobel.
E chi può fermare questi scienziati dal rovinare la vita di milioni di persone? Solo l’etica o la morale. Ma è un lavoro difficile, perché spesso non riesci a vedere il problema fino a che non ci sbatti contro.
E, se si pensa che il mostro sia la creatura di Frankenstein, perché non soffermarci invece sul suo creatore? Dopotutto, gli scienziati di Los Alamos, volendo sovvertire il potere di Dio, come si rese conto Oppenheimer, “hanno fatto il lavoro del diavolo”.
Hai bisogno di aiuto in Saggi brevi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email