Ominide 23 punti

L'illuminismo: la luce che squarciò il buio dell'ignoranza

Milano - Durante un dibattito sulle opere di Immanuel Kant, due storici hanno discusso sulla fondatezza del suo pensiero. Il filosofo Kant sosteneva idee illuministe, diffusesi in tutta Europa durante il '700.
È stato questo un periodo che ha aiutato lo sviluppo della società, come la conosciamo oggi? L'illuminismo fu certamente una tappa significativa nello sviluppo della società moderna, in quanto, questa corrente di pensiero, mise in discussione molti punti saldi della società settecentesca, creando un nuovo modo di vedere le cose, simile a quello moderno.

Prima di tutto, l'illuminismo non condivideva l'idea di un potere assolutista, in quanto il popolo doveva avere in mano la sovranità e il potere politico di uno Stato, ribellandosi al potere stesso, se esso diveniva autoritario o oppressivo. Il famoso filosofo Montesquieu affermava l'idea di uno Stato in cui i tre poteri principali (esecutivo, giudiziario, legislativo) erano divisi, in quanto, in base a come un governo gestiva questi tre poteri, i cittadini avevano diversi livelli di libertà politica. Il livello più basso di questa libertà si registrava appunto nello Stato assolutista. E poiché l'uomo con pensiero illuminista doveva basarsi esclusivamente sulla ragione, usando l'intelletto per aiutare a fare del bene comune, la libertà era ciò che più cercava. Ciò riafferma la validità dell'illuminismo e dei suoi esponenti nell'andare contro un sistema di governo assolutista.

Dalle affermazioni precedenti scaturiscono due altre cause per cui gli illuministi si batterono per cercare di gettare le basi per una società più giusta: la difesa dei principi di uguaglianza dei cittadini, e correlata, la critica ai privilegi nobiliari del tempo.
Per quanto riguarda la prima causa, essa è strettamente collegata al principiò di libertà politica affermato da Montesquieu. Quest'ultimo sosteneva l'importanza di una tale libertà, mentre altri illuministi, come Rousseau, invece si batterono per l'uguaglianza e la giustizia nella società. Di conseguenza nessuno doveva vantare privilegi di classe, e tutti potevano partecipare a qualsiasi attività politica, in modo da non andare incontro ai diritti naturali di ogni uomo.
La seconda causa è a sua volta collegata alla prima, in quanto un'affermazione della superiorità dei nobili sarebbe incoerente con un'idea di uguaglianza sociale. Un chiaro esempio della messa in pratica di questa idea fu l'imposizione delle tasse, da parte di qualche sovrano illuminista, anche ai nobili, chiaro segno che la corrente illuminista offriva idee che avvantaggiavano tutti, sia sovrani che sudditi.

Nonostante ciò, molti sostengono che l'illuminismo fu solo un periodo di passaggio, sì con le sue idee, ma senza una chiara influenza nel rinnovamento della società. Ad esempio, il pensiero illuminista ridusse il concetto di uomo, solo a chi usava la ragione. Quindi ciò significava che i neonati, i pazzi o gli anziani malati non fossero uomini? L'uso della ragione mostra solo un distacco dalle emozioni e dai sentimenti, cioè rende un uomo privo della sua anima; e cos'è un uomo senza anima? Nulla.

Inoltre, gli illuministi fecero una promessa, senza mantenerla, di una società migliore, basata su nuovi principi e metodi di governo aperti ai diritti dell'uomo. Questo non si è verificato, perchè la situazione dell'uomo non è cambiata e i governi assolutisti hanno continuato ad esercitare il loro potere.

Il fatto che il pensiero illuminista ridusse gli uomini a sola ragione, non è infondato. Gli illuministi cercarono di far sviluppare nella mente dell' uomo quel desiderio di conoscenza e di libertà, così da poter uscire dallo stato di ignoranza e superstizione in cui vivevano precedentemente.
Riguardo, invece, alla promessa fatta di una società più giusta, con l'avvento dell'Illuminismo, come in parte già detto, i governi di molti Stati attuarono riforme che diminuirono le differenza tra le classi e investirono capitali nel miglioramento di strutture sociali.

Sicuramente, l'uomo ha tratto un gran bene dal periodo illuminista, traendo anche benefici per la società, e concetti che ritroviamo alla base del pensiero sociale e politico moderno.

Hai bisogno di aiuto in Saggi brevi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email