Video appunto: Mistificazione del turismo: l'Oktoberfest

Mistificazione del turismo: l'Oktoberfest



La dominanza della sight, la traduzione in immagini delle cose e la loro normalizzazione reagiscono sulle cose stesse, riducendole alla condizione di museo, di orto botanico, di giardino zoologico. Messe in vetrina, le cose da vedere subiscono una trasformazione capitale: sono distaccate dal loro contesto, private del loro spessore, del rapporto con le condizioni che le hanno determinate.


Altra critica che si fa: i paesaggi vengono visitati attraverso il sightseeing quindi paesaggi, territori, spazi in cui si è fisicamente costretti ad attraversarli secondo tappe predeterminate, si trasformerebbero in giardini zoologici, festival, e in attività che poco o nulla hanno a che fare con la realtà sociale.
Esempi di porzioni di città che vengono trasformate in festival o comunque in eventi non corrispondenti alla vita quotidiana degli abitanti di quella città? Cioè i posti dove i turisti vanno e dove noi non andremo mai. Un esempio è l'Oktoberfest, un'iniziativa che si svolge a Monaco e che in qualche modo è un festival della birra che ci dà l'idea che la Germania è un paese di gente che non può fare a meno della birra. Questo è un dispositivo culturale ma soprattutto economico che attira centinaia di migliaia di turisti tra settembre e ottobre e che diventa una grossa economia per quella città.
Questo è un altro tema fondante dell'inautenticità del turismo: questi paesaggi mistificati sono legati a dimensioni economiche verso le quali i sociologi sono critici. Si può interferire, distorcere la funzione per un paesaggio con l'innesto di festival?
A Napoli abbiamo il pizzafestival, festival della mozzarella...Bisogna fare anche i conti con ciò che il turista desideria...Il turista viene a Napoli per mangiare la pizza e la trova in ogni angolo però poi al tempo stesso vuole che la pizza venga festivalizzata quindi c'è una concentrazione a settembre in cui per una settimana si propongono temi discussioni canzoni intorno alla pizza sul lungomare.
Si vanno a festivalizzare elementi che da soli sarebbero caratteristici o connoterebbero specificamente un certo territorio.
Tutto ciò che crea mistificazione viene in qualche modo connotato negativamente dalla sociologia del turismo