5 motivi per cui devi andare a vivere con il tuo migliore amico!

Redazione
Di Redazione

Andare a vivere con il tuo migliore amico è sempre la soluzione migliore: è quello che ti conosce di più e...

"migliore amico"
Il tuo migliore amico, quello che hai conosciuto all’asilo, sui banchi del liceo o magari del tutto per caso, quell’essere mitologico che conosce tutto di te: i tuoi sbagli, le tue mancanze, i tuoi successi, i tuoi punti deboli. Magari decidete all’ultimo anno di liceo di andare a studiare nella stessa città, oppure vivete nella stessa città ma uno dei due deve traslocare, insomma: andate a vivere insieme.La paura è tanta “E se qualcosa va storto?”… È vero, la convivenza amplifica tutti i sentimenti e potrebbe portare a galla qualche scheletro o quelle sfaccettature del carattere ancora sconosciute, ma non ti preoccupare: io trovo che andare a vivere con il migliore amico sia una grandissima idea, e ora ti spiego perché!

Conosce il peggio di te


Ebbene sì, con lui non ci sono segreti. Conosce tutte le tue manie, quelle che ad un normale coinquilino farebbero drizzare i capelli, conosce il tuo modo di vivere e soprattutto il tuo carattere. Ma conosce anche i tuoi punti deboli, le delicate situazioni che hai vissuto e, di conseguenza, sa come comportarsi per non farti soffrire o arrabbiare. Magari sa già che sei uno che non ha mai voglia di fare le pulizie, oppure sa che sei uno che in bagno ci passa delle ore e quindi, vista la pluriennale amicizia, avrà abbastanza confidenza da farti notare “quello che non va” cosicché tu possa migliorarti, ma anche nell’ottica di non creare spiacevoli situazioni in casa.

Conosce il meglio di te


Il migliore amico non è solo a conoscenza di tutti quegli scheletri nell’armadio che tieni ben nascosti con gli altri amici o i conoscenti, ti conosce al 100%, quindi le tue doti, le tue virtù e i tuoi lati positivi. Ma soprattutto a lui non devi dimostrare nulla: sa già se sei un tipo affidabile, se rispetti le mansioni che ti vengono assegnate, sa che non scapperai lasciando due mesi di affitto da pagare. Non devi sforzarti come con i normali coinquilini per conquistare la loro fiducia… Il che è un bel risparmio di energie!

Banco di prova


La convivenza, anche tra amici, è un vero banco di prova. Vivere nella stessa casa significa dividere gli spazi, il tempo, le gioie e i dolori. Vivendo con un tuo amico potrai conoscerlo ancora più a fondo, e quindi renderti davvero conto della persona che hai di fronte.

Hai abbastanza confidenza per litigarci


Quante volte con qualche coinquilino appena conosciuto avresti voluto urlargli qualcosa? Perchè magari lascia gli spazi comuni in disordine, non pulisce dopo aver cucinato o fa sparire gli utensili… La miglior cosa da fare in queste situazioni e farglielo notare, ma magari è già la quinta volta che affrontate questo problema e il coinquilino non lo vuole capire. A questo punto scatterebbe un bel “vaffa”, o due urletti… Ma non si può! Non si può perché è pur vero che dividete la stessa casa, ma arrivare a litigare non è mai una buona cosa. Quest’ultima affermazione vale per tutti… Eccetto che per il migliore amico! Con lui hai un rapporto diverso, e la confidenza che è nata dopo anni di amicizia vi permette di urlare un po’, usare toni non proprio pacati e magari di aggiungere un “vaffa”… Eh sì, perché tanto con lui è diverso, e dopo mezz’ora dalla litigata andrete di nuovo d’amore e d’accordo. (Situazione valida non per tutte le persone: se hai un migliore amico un pochino permaloso non ti consiglio di alzare i toni!)

Crescere insieme


Gli anni dell’università, soprattutto se vissuta da fuori sede, sono gli anni migliori della vita. Sei ancora abbastanza giovincello da poterti permettere di “esagerare”, ma già abbastanza maturo da trarne i lati più positivi e formativi. Imparerai come si vive davvero senza mamma che ti tratta come un principino, e imparerai davvero il significato di “sapersi arrangiare”, nelle più svariate situazioni. Bhè, se a tutto quello che ti ho appena detto sommi il fatto che sei con il tuo migliore amico capirai davvero che stai affrontando il periodo più eccezionale della tua vita… Forse anche perché lo stai condividendo con lui. Allora ti ho convinto?
Hai ancora dubbi?
Spero di no, vivere con il tuo migliore amico è davvero il regalo più bello che puoi fare a te (e a lui). Poi se vedete che siete seriamente incompatibili beh, siete amici, una soluzione (che non preveda spargimento di sangue) la troverete sempre!

Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
#Piudiprima: i giovani chiedono, la ministra Bonetti risponde – Skuola.net ft. Angelica Massera

La Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, ‘interrogata’ da Skuola.net e da Angelica Massera, spiega cosa sta facendo la politica per rispondere ai bisogni dei giovani in ambito di Pari Opportunità

10 luglio 2020 ore 10:00

Segui la diretta