Ominide 1778 punti

Il Neolitico


Il neolitico è la fine dell'età della pietra registrato tra l'8000 avanti Cristo e il 4000 avanti Cristo. Questo periodo viene chiamato neolitico a causa delle nuove modalità di lavorazione dei metalli che sono state proprio in questo periodo inventate. Nel neolitico prendono atto due delle più importanti rivoluzioni della preistoria: la rivoluzione dell'agricoltura e quella delle città.
Per rivoluzione agricola si intende la scoperta dell'agricoltura appunto che ha portato quindi agli uomini del tempo di non mangiar più solo carne e bacche ma anche e soprattutto i frutti della terra come i cereali, grano e altri tipi di cibi. L'agricoltura si è sviluppata anche grazie alla fertilità delle terre, in particolare quelle della mezzaluna fertile che comprendevano le grandi valli dei fiumi in cui scorrevano importantissimi fiumi come il Nilo, il Tigri e l'Eufrate. Grazie a questa rivoluzione ne prese luogo un'altra: quando le persone coltivavano dopo non potevano andarsene e quindi piano piano iniziarono a stabilirsi e a formare dei piccoli villaggi autosufficienti.
Questi villaggi poi aumentarono sempre di più fino ad arrivare poi a delle piccole città nelle quali si formarono dei veri e propri popoli.
Un esempio molto rilevante è quello dei sumeri che hanno fondato il loro popolo nella zona mesopotamica.
Hai bisogno di aiuto in Preistoria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email