Video appunto: Nascita della preistoria

La nascita della preistoria



Attraverso la correlazione paleontologica fu possibile attribuire allo stesso periodo strati posti anche a grandi distanze, attraverso la similarità dei fossili ritrovati in essi. Fu così possibile individuare le ere, caratterizzate dai c.d. fossili guida.
Il Fissismo e l’Evoluzionismo sono due teorie antagoniste sull’origine e lo sviluppo della vita.

Secondo il fissismo, tutte le specie viventi sono state create dal nulla per intervento divino e non si modificano nel tempo, ad differenza di quanto sostiene l’evoluzionismo secondo il quale le specie di modificano determinando la scomparsa di alcune specie e la nascita di altre.
Il fissismo si coniugò alla scuola di pensiero del Catastrofismo.

Cuvier, celebre esponente della scuola, sosteneva che una serie di catastrofi avrebbero determinato l’estinzione di alcune specie.
Dopo ogni catastrofe ci sarebbe stato un atto di creazione ex nihilo.
In opposizione al catastrofismo vi è l’Attualismo, tesi sostenuta da Charles Lyell che sostiene che i mutamenti delle forme di vita sono il risultato di lenti processi naturali.
Questa teoria si accosta bene all’evoluzionismo secondo cui i cambiamenti della specie sono frutto di processi graduali. Tale teoria fu sostenuta da Lamark che sosteneva il cambiamento progressivo delle specie viventi pur non spiegandone correttamente i motivi.
La sua teoria era quella dell’ereditarietà dei caratteri acquisiti basata sull’idea sbagliata che mutamenti vantaggiosi acquisiti durante la vita possono essere trasmessi ai discendenti.
Sulla base di queste nuove conoscenze, nel 800 nasce la Preistoria.