Video appunto: Homo sapiens nel paleolitico superiore

Homo sapiens nel paleolitico superiore



Paleolitico superiore e Homo sapiens: tra sapiens e neanderthal.
Vi sono stati degli incroci, infatti c’è una piccola quantità di geni ereditati dai Neanderthal presente nelle popolazioni attuali soprattutto europee.
L’homo sapiens ha cranio tondo, fronte alta, mento pronunciato.

I sapiens arcaici costruivano industrie musteriane.
Tra sapiens e neanderthal non è mai avvenuta una vera e propria fusione perché il sapiens era più evoluto tecnologicamente, culturalmente e forse era anche in grado di comunicare in modo migliore.
La nuova industria litica su lama, molto più efficace di quella su scheggia, è caratterizzata da nuclei allungati volti a ottenere lame.

Come già accennato l’industria più antica in Europa è l’Aurignaziano, in Italia seguono il Gravettiano e l’Epigravettiano.
Le comunità sono costituite da bande di cacciatori-raccoglitori che possono praticare anche la pesca. Le prede erano cervi e stambecchi, renne, cavalli e bovini selvatici. Alcuni praticavano la caccia grossa di mammuth ad esempio, usando probabilmente trappole
I cacciatori comunque praticavano la loro attività selezionando le prede per evitare di estinguere la selvaggina.
Invenzione importante per la caccia fu il propulsore.
Con il sapiens compaiono le sepolture con corredi. Una tomba famosa è quella “del principe” in Liguria (Grotta delle Arene Candide)